1 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Vuoi entrare su Pornhub? Ora serve la carta di identità. Come funziona la nuova legge negli Stati Uniti

Dall’inizio del 2023 questa legge è entrata in vigore nello Stato della Louisiana. Il dibattito per estendere l’obbligo a livello federale è già cominciato e il senatore dello Utah Mike Lee ha anche presentato un disegno di legge.
A cura di Valerio Berra
1 CONDIVISIONI
Immagine

House Bill N. 142. È il nome di una legge entrata in vigore in Louisiana ed è anche il nome di un provvedimento che potrebbe cambiare l’industria del porno online, a partire dalla modalità di accesso. Con l’House Bill N. 142 lo Stato della Louisiana ha stabilito che se un portale on line ha almeno un terzo di contenuti pornografici, allora è obbligato a chiedere un documento di identità agli utenti che vogliono accedere.

La legge serve a verificare che gli utenti abbiano almeno 18 anni. Per entrare nei siti porno quindi non basta più la semplice autoverifica, facilmente aggirabile da chiunque. Bisogna identificarsi utilizzando il servizio AllpassTrust, una specie di Spid che serve a verificare l’identità digitale dei cittadini quando si muovono in rete. Al momento sembra che tra i principali portali online solo Pornhub si sia adeguata alla legge.

Il problema della verifica dell’età per i siti di pornografia

Il servizio AllpassTrust è gestito dalla società LA Wallet Envoc. Secondo la sua project manager Sarah Kelley non verranno registrati dati personali degli utenti che visitano siti porno. L’unica operazione che verrà fatta è una verifica dell’età per capire se l’utente ha i requisiti per accedere al portale: “Il nostro servizio non identifica la tua data di nascita, non identifica chi sei, dove vivi, in quale parte dello stato ti trovi o qualsiasi informazione dal tuo dispositivo o dal tuo vero ID. L’unica informazione che comunica è quella dell'età solo per dire che sì, questa persona è abbastanza grande da poter entrare”.

La Louisiana ha 4,5 milioni di abitanti. L’House Bill N. 142 quindi non avrà un grande impatto negli Stati Uniti, almeno per ora. Nel resto del Paese il dibattito sull’accesso al porno online comincia a prendere forma. Il senatore dell Utah Mike Lee, partito Repubblicano, ha già presentato un disegno di legge in cui si richiede la verifica dell’età per accedere ai siti porno a livello federale.

1 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views