9 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Intelligenza artificiale (IA)

Lei è Amandine, parla di politica e chiede voti sui social per la destra: il problema è che non esiste

L’intelligenza artificiale sta diventando un’arma per alimentare la disinformazione e la propaganda. A poche settimane dalle elezioni europee, l’ennesimo deepfake solleva nuove preoccupazioni.
A cura di Elisabetta Rosso
9 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Bionda, sorridente, "orgogliosa di essere francese" e "innamorata di sua zia", ​​Marine Le Pen. Amandine su TikTok condivide con i suoi 30.000 follower vacanze al mare, sciate in montagna, outfit, tutto viene contrassegnato da una bandiera della Francia e gli hashtag "Famiglia", "RN" e anche "2027" il riferimento è alle prossime elezioni presidenziali francesi.

C'è solo un dettaglio: Amandine non esiste. È l'ennesima influencer virtuale realizzata con l'intelligenza artificiale, che, invece di raccogliere follower sfoggiando taglie extra e completini intimi, invita i suoi follower a entrare sul suo canale Telegram per discutere del Rassemblement National, il partito francese di estrema destra.

L'impatto dell'intelligenza artificiale nel panorama politico sta alimentando nuove paure. La voce di Joe Biden è già stata clonata per inviare messaggi agli elettori del New Hampshire, e sono spuntate anche sui social immagini plastiche di Donald Trump abbracciato a un gruppo di donne nere per influenzare la comunità afroamericana.

Non solo, la classe politica indiana per le elezioni sta inviando messaggi video agli elettori e i cloni dei politici chiamano a casa per farsi votare. Ora alla lista si aggiungono anche le influencer virtuali che mobilitano gli elettori sui social.

Il ruolo strategico di Amandine Le Pen

Il profilo di Amandine Le Pen, dopo la segnalazione fatta dalla testata RTS è stato bannato. Prima però, l'influencer virtuale è riuscita a costruire una community ben nutrita, alcuni video hanno superato le 600.000 visualizzazioni. La somiglianza con Le Pen è evidente, non solo per i colori, anche i lineamenti sembravano confermare il legame familiare.

Se a un primo sguardo il profilo di Amandine poteva sembrare reale, in realtà gli indizi che tradivano la natura artificiale c'erano. Per esempio l'espressioni facciali plastiche, o i movimenti innaturali del labiale. Non solo, basta una ricerca veloce per scoprire che non esiste una nipote di nome Amandine nella famiglia di Le Pen.

L'influencer virtuale sul suo profilo ha alternato foto sexy, che si sa, l'algoritmo di TikTok premia, e post dove esprime il suo sostegno a Jordan Bardella, presidente dell'RN. Non solo. Nei post pubblicati Amandine ha inserito anche riferimenti alle elezioni europee del 2024 e messaggi che velatamente riportano alla retorica estremista. Tra queste: "Spero di non abbronzarmi troppo".

Immagine

L'ombra dell'intelligenza artificiale sulla politica

Come ha segnalato da RTS, quello di Amandine non è l'unico profilo. A fine marzo 2024 è stato creato l'account di Lena Maréchal Lepen, giovane influencer virtuale che insieme alle sue amiche Rose e Choè ha lanciato sul social messaggi propagandistici. Dopo le segnalazioni il profilo ha eliminato i contenuti e segnalato nella bio di essere stato generato dall'intelligenza artificiale. I suoi video, che ricalcavano quelli di Amadine, hanno raccolto quasi un milione di visualizzazioni. 

Non è chiaro chi ci sia dietro i profili, e non è semplice risalire a chi ha realizzato i profili artificiali. A poche settimane dalle elezioni europee, l'ennesimo deepfake solleva nuove preoccupazioni. Come ha dichiarato Robert Weissman, presidente di Public Citizen: “Il momento del deepfake politico è arrivato. I politici devono affrettarsi a mettere in atto misure di protezione, altrimenti ci troveremo di fronte al caos elettorale". Il grande rischio è di non distinguere più il falso dal reale.

9 CONDIVISIONI
429 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views