20 CONDIVISIONI
Conflitto Israelo-Palestinese

La Gen Z ha riscoperto il fax e ora lo usa per chiedere la fine della guerra nella Striscia di Gaza

Negli Stati Uniti il numero dei fax inviati ogni giorno sta aumentando. Secondo il Washington Post il ritorno a questo antico servizio è legato solo a una cosa: i più giovani hanno deciso di usarlo come strumento di protesta.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Valerio Berra
20 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto Israelo-Palestinese

Le uniche tracce che rimangono dei fax sono in firma alle mail di lavoro. Di solito è una richiesta dell’azienda. Bisogna inserire in firma alla mail anche il numero con cui si può essere raggiunti dal fax. Ma forse ormai se arrivasse un fax in ufficio avrebbe addosso gli stessi sguardi dubbiosi di un ottuagenario a un concerto di Sfera Ebbasta. Il fax è una tecnologia che permette di trasmettere e riprodurre un documento attraverso la linea telefonica. Fino a poche settimane fa sembrava quasi defunta ma ultimamente la Gen Z sembra averlo riscoperto in un modo discretamente curioso.

Il Washington Post ha spiegato che nelle ultime settimane il numero di fax arrivato ai membri del Senato e della Camera dei rappresentati degli Stati Uniti è aumentato. La crescita è dovuta a una serie di post e video che stanno circolando sui social media dove si invita a usare i fax come strumenti di protesta. Nello specifico, questa campagna ha un obiettivo preciso: chiedere ai politici degli Stati Uniti per impedire a Israele di continuare la campagna militare su Gaza. Al momento, per la prima volta dall’inizio del confitto, è stato deciso un cessate il fuoco per permettere lo scambio tra un numero concordato di ostaggi rapiti da Hamas il 7 ottobre e alcuni cittadini palestinesi che si trovano nelle carceri israeliane.

Come inviare fax gratis

Ma perché scegliere proprio i fax? Le mail si possono cestinare, le chiamate rifiutare, i fax invece occupano uno spazio fisico. Certo, si possono buttare, ma il rumore della stampa e la presenza di un foglio inchiostrato di cui occuparsi possono diventare un aiuto in una campagna che punta ad alzare la pressione sulla politica. L’unico problema poteva essere pratico. Le conoscenza sull’invio di un fax sono diventate obsolete come la sua tecnologia. Senza contare che per mandare il messaggio è necessario disporre di qualche strumento digitale, come per esempio una stampante abilitata o direttamente una macchina dedicata ai fax. La modernità però ha salvato la protesta.

A quando pare infatti le indicazioni per inviare i fax erano accompagnate dall’indicazioni di una serie di servizi che permettono di inviare un fax gratis direttamente dal proprio pc. Uno di questi è FaxZero. Secondo il suo proprietario gli effetti di questi protesta sono tangibili. Normalmente vengono inviati da questa piattaforma 4.000 fax al giorno. Ora la media è salita a 11.000. Al netto dei dati, il Washington Post avverte che ci potrebbe essere un problema alla base del fax-attivismo: ormai gli uffici degli Stati Uniti sono pieni di diaboliche apparecchiature in grado di trasformare anche i nostalgici fax in banali mail. Per ignorarle basta spostarle nel cestino senza guardare gli allegati.

20 CONDIVISIONI
612 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views