25 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Apple

La banda che ha truffato Apple: inviavano iPhone falsi da riparare per ricevere quelli originali

In realtà non è la prima volta che succede. Diversi truffatori hanno sfruttato la politica di riparazione e restituzione dell’azienda per guadagnare illegalmente.
A cura di Elisabetta Rosso
25 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Haotian Sun e Pengfei Xue nel 2017 hanno inviato un iPhone falso ad Apple. Secondo procuratore degli Stati Uniti per il Distretto di Columbia era il primo di 5.000. I due uomini cinesi, di 33 anni, vivono nel Maryland e hanno messo in atto un piano per guadagnare dal sistema di restituzione e riparazione dell'azienda. Hanno infatti inviato migliaia di iPhone contraffatti e rotti per ottenere smartphone originali. "Secondo le prove del governo, tra maggio 2017 e settembre 2019, Sun, Xue e altri cospiratori hanno frodato Apple Inc. inviando iPhone falsi per la riparazione per convincere Apple a scambiarli con iPhone sostitutivi autentici," ha dichiarato l'ufficio del procuratore della DC.

Gli smartphone sono stati inviati alle cassette postali di UPS nell'area metropolitana di Washington DC. Questi dispositivi, con numeri e IMEI contraffatti, sono arrivati ai rivenditori e ai fornitori di servizi autorizzati Apple. Secondo il pubblico ministero l'intero schema ha fatto guadagnare circa 3 milioni di dollari ai due truffatori. Sun e Xue sono stati giudicati colpevoli da una giuria federale, e condannati per frode postale e associazione a delinquere finalizzata a commettere frodi postali. Ora rischiano fino a 20 anni di carcere. 

La truffa degli iPhone rotti

Sun e Xue avrebbero fatto arrivare gli iPhone contraffatti da Hong Kong. I documenti giudiziari mostrano che tra maggio 2017 e settembre 2019, i due uomini hanno portato avanti lo schema fraudolento inviando ad Apple gli iPhone falsi per la riparazione. Hanno anche falsificato i numeri di serie per camuffare meglio la truffa e utilizzato alias per non essere rintracciati. Gli uomini sono stati arrestati nel dicembre 2019 e il giudice della Corte distrettuale degli Stati Uniti Timothy J. Kelly ha programmato la sentenza per il 21 giugno di quest'anno. 

Le vecchie truffe basate sulle policy di Apple

In realtà non è la prima volta che succede. Diversi truffatori hanno sfruttato la politica di restituzione dell'azienda. Due fratelli di San Diego, Zhimin e Zhiting Liao, sono stati condannati a 41 mesi di prigione nel 2023 per aver inviato ad Apple iPhone e iPad contraffatti. Anche nel 2022, Haiteng Wu aveva guadagnato 1 milione di dollari mettendo in atto la stessa truffa.

25 CONDIVISIONI
78 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views