video suggerito
video suggerito

Come hanno fatto a tirare una fune per attraversare tutto lo Stretto di Messina: l’impresa di Jaan Roose

L’atleta estone Jaan Roose ha attraversato per la prima volta lo Stretto di Messina muovendosi solo su una slackline, una fettuccia larga appena 1,9 cm. L’impresa è riuscita ma Roose è caduto a pochi metri dall’arrivo: questo particolare ha invalidato l’ingresso nel Guinnes World Record.
A cura di Valerio Berra
114 CONDIVISIONI
Immagine

Quasi. Questa mattina l'atleta estone Jaan Roose ha tentato per la prima volta di attraversare a piedi lo Stretto di Messina. Un percorso di circa 3.640 m a oltre 200 metri di altezza, fatto tutto su un cavo largo 1,9 cm teso tra due piloni. Il quasi è necessario. Roose è caduto poco prima di raggiungere l’arrivo, invalidando così il record che avrebbe potuto ottenere. Ovviamente la caduta non ha avuto conseguenze grazie ai sistemi di sicurezza con cui cui Jaan era assicurato alla fune.

Roose è un esperto di slackline, quella pratica in cui si cerca di rimanere in equilibrio su quella che di fatto è una fettuccia di materiale sintetico tesa tra due punti. Tra i comuni mortali la slackline viene tirata a piccole altezze, magari tra due alberi al parco, e diventa soprattutto un esercizio di equilibrio. Per Roose invece è diventato mezzo con cui compiere imprese in giro per il mondo che gli hanno permesso di entrare nel Guinnes World Record.

Come è stata tirata la slackline sullo Stretto di Messina

Al momento possiamo dire che questa slackline è stata la cosa più simile al Ponte sullo Stretto di Messina che abbiamo visto negli ultimi anni. Se tirare una di queste funi tra due alberi può essere fatto con una certa serenità, farlo sopra una striscia di mare lunga oltre tre chilometri non è un’impresa semplice. Secondo la Gazzetta del Sud le operazione per la preparazione della slackline sono iniziate il 4 luglio ed è stata coinvolta anche la Capitaneria di Porto.

Jaan Roose ha spiegato tutto il procedimento in un video con lo youtuber Jakidale. Prima è stato teso il cavo pilota. Un elicottero è partito dalla costa siciliana e ha portato il cavo fino al pilone della costa calabrese. Per l’operazione è stato necessario per qualche ora chiudere le spiagge interessate al passaggio. Una volta tirato il cavo pilota lungo tutto lo Stretto, la vera slackline è stata agganciata al cavo pilota e tirata verso il pilone sul territorio calabrese fino a completare tutto il percorso.

114 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views