39 CONDIVISIONI
Amazon

Amazon sta lanciando un servizio per la consegna dei farmaci a domicilio

Il nuovo servizio si chiama RxPass, sarà disponibile negli Stati Uniti e per attivarlo bisognerà pagare un’aggiunta di 5 dollari sul proprio abbonamento Amazon Prime.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Valerio Berra
39 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Amazon

Ipertensione, perdita di capelli ma anche ansia e reflusso gastrico. Sono questi alcuni dei sintomi che potranno essere curati con RxPass, il servizio lanciato da Amazon negli Stati Uniti per consegnare a domicilio farmaci soggetti a prescrizione. Al momento, spiega l’azienda con un comunicato stampa, i farmaci presenti in RxPass permettono di curare circa 80 condizioni di salute diverse.

Il servizio è disponibile solo per i clienti Amazon Prime, che comunque dovranno pagare un’integrazione di 5 dollari per poter accedere. Una volta pagata questa integrazione poi si possono ricevere tutti i farmaci che si vogliono, esattamente come l’abbonamento Prime non c’è un limite alle consegne.

Amazon ha pubblicato una lista dei farmaci a disposizione dei clienti con il servizio RxPass all’interno della sua farmacia. L’azienda ha spiegato che circa la metà della popolazione degli Stati Uniti, 150 milioni su un totale di 330 milioni, fa già uso di uno dei farmaci presenti in questo elenco.

Gli investimenti di Amazon sulla salute

È da tempo che l’azienda fondata da Jeff Bezos non si occupa più solo di logistica. Oltre ai contenuti in streaming di Amazon Prime e ai servizi digitali di Amazon Web Services, negli ultimi anni il colosso dell’e-commerce ha iniziato a investire anche sulla salute. Nel 2019 ha lanciato il programma di telemedicina Amazon Care, poi diventato Amazon Clinic.

Al momento il servizio RxPass è stato attivato nella maggior parte degli Stati Uniti. Ci sono però dei limiti. I clienti Prime che sono iscritti a Medicare, Medicaid o ad altri programmi sanitari creati dal governo non possono accedere. Quello che non è chiaro ora è se l’azienda ha intenzione di estenderlo anche in altri Paesi.

39 CONDIVISIONI
34 contenuti su questa storia
Prime Video cambia gli abbonamenti in Italia: dal 9 aprile aumenta il prezzo o arriva la pubblicità
Prime Video cambia gli abbonamenti in Italia: dal 9 aprile aumenta il prezzo o arriva la pubblicità
Non è vero che comincerete a pagare per fare un reso con Amazon
Non è vero che comincerete a pagare per fare un reso con Amazon
Perché il Black Friday è diventato un problema per i lavoratori di Amazon
Perché il Black Friday è diventato un problema per i lavoratori di Amazon
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views