943 CONDIVISIONI
27 Aprile 2022
17:58

La pillola contro la pipì che scappa potrebbe presto diventare un farmaco da banco

Il medicinale, già disponibile per il trattamento della vescica iperattiva nelle donne, è attualmente in fase di valutazione nel Regno Unito, dove la MHRA potrebbe renderlo dispensabile senza prescrizione medica.
A cura di Valeria Aiello
943 CONDIVISIONI

Una pillola per il trattamento della vescica iperattiva nelle donne potrebbe presto diventare un farmaco da banco ed essere venduto nelle farmacie del Regno Unito senza prescrizione medica. Il medicinale, chiamato Aquitte, è infatti oggetto di una nuova valutazione da parte dell’ente britannico di regolamentazione, che sta chiedendo ai medici e alle donne che soffrono di questa condizione di condividere le loro opinioni in merito alla possibilità di rendere il farmaco dispensabile senza la presentazione di alcun tipo di ricetta medica.

Nel Regno Unito, si stima che una donna su sei abbia sintomi associati alla vescica iperattiva, come l’elevata frequenza di minzione (pollachiuria) e il bisogno di urinare più volte durante la notte (nicturia). La riclassificazione del medicinale consentirebbe di avere un più semplice accesso al farmaco e di ridurre il divario sanitario di genere. “Quando si tratta di questioni delicate come il controllo della vescica, parlare con un medico di famiglia può essere un ostacolo nella ricerca di aiuto per alcune donne – ha affermato in una dichiarazione la ministra per la salute delle donne, Maria Caulfield – . La riclassificazione di Aquiette consentirebbe alle donne di accedere a farmaci vitali senza bisogno di prescrizione”.

La vescica iperattiva è un problema che ha un profondo impatto negativo sulla vita delle persone, non in termini di benessere fisico, ma anche sul piano psicologico, relazionale e sessuale, nonché sulle attività quotidiane, lavorative e di svago. L’ansia legata alla paura di non riuscire a controllare la situazione aumenta i sintomi stessi, e può comportare un aumento dei livelli di stress, una scadente qualità del riposo notturno e accresce il rischio di depressione. Il maggiore impatto è associato all’incontinenza urinaria, di cui soffrono prevalentemente le donne e che tende ad aumentare con l’età. “Incoraggio tutte le donne che hanno sperimentato questi sintomi a far sentire la propria voce rispondendo alla richiesta di prove” ha aggiunto la ministra Caulfield.

Se il farmaco verrà riclassificato, i medici di famiglia riceveranno materiali che consentiranno loro di identificare i soggetti con una vescica iperattiva e che possono ricevere il medicinale in sicurezza. “Vivere con una vescica iperattiva può essere estremamente difficile, motivo per cui è così importante ascoltare quante più persone e gruppi di donne possibile – ha affermato la dott.ssa Laura Squire, Chief Healthcare Quality and Access Officer presso MHRA – . Ci impegniamo a fondo per migliorare l’accesso ai medicinali dove è sicuro farlo”.

943 CONDIVISIONI
Bimbo sottoposto a rivoluzionario trapianto di cuore potrebbe fare a meno dei farmaci antirigetto
Bimbo sottoposto a rivoluzionario trapianto di cuore potrebbe fare a meno dei farmaci antirigetto
Wordle potrebbe diventare a pagamento
Wordle potrebbe diventare a pagamento
La pillola anti Covid di Merck è disponibile anche in Italia: come funziona
La pillola anti Covid di Merck è disponibile anche in Italia: come funziona
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni