31 Maggio 2023
13:15

Cosa sappiamo del nuovo pianeta 13 volte più massiccio di Giove

Si chiama TOI-4603 b e si trova a 731 anni luce di distanza dalla Terra, in un’orbita attorno a una stella sub-gigante di tipo F. Ha la particolarità di avere dimensioni simili a quelle del nostro gigante gassoso ma una massa 12,89 volte maggiore.
A cura di Valeria Aiello
Illustrazione di TOI–4603 b, l’esopianeta scoperto nell’orbita attorno a una stella chiamata TOI–4603. Si trova a 731 anni luce dalla Terra / Credit: NASA Exolplanet Exploration
Illustrazione di TOI–4603 b, l’esopianeta scoperto nell’orbita attorno a una stella chiamata TOI–4603. Si trova a 731 anni luce dalla Terra / Credit: NASA Exolplanet Exploration

Un team di astronomi del Physical Research Laboratory (PRL) di Ahmedabad, in India, ha scoperto un nuovo esopianeta estremamente denso, che ha la particolarità di avere dimensioni simili a quelle di Giove ma una massa di quasi 13 volte maggiore. Chiamato TOI-4603 b dal nome della sua stella madre, la sub-gigante di tipo F TOI-4603 (HD 245134) attorno a cui ruota impiegando 7,2 giorni per completare un’orbita, il nuovo esopianeta si trova a 731 anni luce di distanza dalla Terra, nella costellazione del Toro.

Gli scienziati lo hanno definito uno dei pochi giganti con densità estrema, rilevato attraverso la tecnica del transito dal telescopio spaziale TESS della NASA. La sua natura planetaria è stata invece confermata dalle successive misurazioni della velocità radiale, effettuate con gli spettrografi PARAS (PRL Advanced Radial-velocity Abu-sky Search) e TRES (Tillinghast Reflector Echelle Spectrograph).

Queste osservazioni, dettagliate in uno studio appena pubblicato su Astronomy & Astrophysics Letters, hanno permesso di determinare che TOI-4603 b ha una massa che è di 12,89 volte quella di Giove ma una densità di 14 g/cm3 che rende il nuovo esopianeta uno dei pochi giganti massicci con densità estrema conosciuti fino ad oggi. “Si trova nella regione di massa di transizione di pianeti giganti massicci e nane brune di piccola massa, rappresentando un’importante aggiunta alla popolazione di meno di cinque oggetti conosciuti in questo intervallo di massa” spiegano gli autori dello studio.

Oltre a ciò, gli studiosi hanno osservato che la sua orbita eccentrica, insieme alla separazione orbitale relativamente piccola, suggeriscono che TOI-4603 b sta probabilmente subendo una migrazione di marea ad alta eccentricità (HET), una dispersione gravitazionale dovuta a un altro pianeta o a una stella.

La sua stella, TOI-4603, è relativamente luminosa e ruota molto velocemente. È circa 2,72 volte più grande del Sole, mentre la sua massa è di circa 1,75 masse solari. L’età di TOI-4603 è stimata in quasi due miliardi di anni e la sua temperatura effettiva è di 6.189 gradi Kelvin (5915.85 °C). TOI-4603 b avrebbe invece una temperatura di equilibrio di 1.677 gradi Kelvin, pari a 893,85 °C.

Cosa sappiamo sul nuovo sottomarino da attacco nucleare della Corea del Nord
Cosa sappiamo sul nuovo sottomarino da attacco nucleare della Corea del Nord
Cosa sappiamo di K2-18 b, il pianeta extrasolare con oceani d’acqua e segni di vita
Cosa sappiamo di K2-18 b, il pianeta extrasolare con oceani d’acqua e segni di vita
Cosa sappiamo sui sottomarini nucleari di Classe Aukus del nuovo accordo tra USA, Australia e UK
Cosa sappiamo sui sottomarini nucleari di Classe Aukus del nuovo accordo tra USA, Australia e UK
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni