Conflitto in Ucraina
3 Giugno 2022
10:11

Come funziona il letale sistema lanciarazzi HIMARS che gli USA consegneranno all’Ucraina

Tra i nuovi aiuti militari che gli USA forniranno all’Ucraina figurano anche i sistemi d’arma HIMARS, lanciarazzi precisi e letali. Ecco come funzionano.
A cura di Andrea Centini
Un sistema HIMARS spara durante un’esercitazione. Credit: Lockeed Martin
Un sistema HIMARS spara durante un’esercitazione. Credit: Lockeed Martin
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

Nei giorni scorsi il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha annunciato l'undicesimo pacchetto di aiuti militari all'Ucraina per difendersi dall'aggressione della Russia, un nuovo e significativo contributo che abbraccia anche il sistema d'arma M142 High Mobility Artillery Rocket System (HIMARS). Si tratta di un mezzo lanciarazzi multiplo su ruote, leggero ad elevata mobilità e precisione. Non a caso alcuni analisti militari ritengono che l'invio di queste letali armi possa segnare un cambio di passo nel conflitto, garantendo a Kiev migliori opportunità di difesa (e contrattacco), ma senza attacchi sul territorio russo. L'amministrazione ucraina ha infatti garantito agli USA che non sfrutterà questi sistemi per colpire basi e città della Federazione Russa; il loro impiego in tal senso, del resto, potrebbe seriamente innescare un catastrofico allargamento del conflitto, come sottolineato più volte dal Cremlino. Per scongiurare questo rischio la Casa Bianca ha deciso di inviare missili per il sistema HIMARS che non superano gli 80 chilometri di gittata, sebbene possa essere equipaggiato con munizioni a lungo raggio in grado di raggiungere i 300 / 500 chilometri. Ecco cos'è e come funziona questa arma.

Test del sistema HIMARS negli USA. Credit: wikipedia
Test del sistema HIMARS negli USA. Credit: wikipedia

Cos'è il sistema lanciarazzi HIMARS

Il termine HIMARS è l'acronimo di High Mobility Artillery Rocket System, ovvero sistema lanciarazzi d'artiglieria a elevata mobilità. È prodotto dalla divisione Missiles and Fire Control (MFC) di Lockheed Martin, una delle più grandi aziende al mondo specializzate nella difesa, nel settore aerospaziale e nelle tecnologie applicate agli armamenti. L'arma è stata progettata negli anni '90 per migliorare l'efficienza, la mobilità e l'adattabilità dei sistemi MLRS M270 A1, lanciarazzi multipli analoghi agli HIMARS ma basati su mezzi cingolati. Il nuovo sistema, entrato in servizio nel 2010 e impiegato nella guerra in Afghanistan (2001 – 2021), in Siria e in Iraq, è invece installato su un camion da 5 tonnellate M1140, appartenente alla famiglia di veicoli tattici medi (FMTV) dell'esercito. Sul sito ufficiale dell'azienda l'HIMARS viene definito come “la soluzione di artiglieria tecnicamente più avanzata, economica e sostenibile” attualmente a disposizione.

HIMARS trasportati da un C–130
HIMARS trasportati da un C–130

“Il futuro campo di battaglia è imprevedibile, il che rende l'adattabilità sempre più importante. A volte ciò richiederà di portare il combattimento in luoghi precedentemente ritenuti irraggiungibili”, specifica Lockheed Martin, ponendo l'accento sulla versatilità del sistema. Il mezzo, che può essere trasportato anche su aerei C-130 e di dimensioni superiori, può raggiungere i 94 chilometri orari di velocità massima e ha un'autonomia di poco inferiore ai 500 chilometri. Una volta schierato sul campo è pronto a scagliare le sue micidiali munizioni di precisione – intercambiabili con quelle del MLRS M270 A1 – in un range compreso tra i 15 e i 500 chilometri.

Esercitazione dell’esercito filippino
Esercitazione dell’esercito filippino

Come funziona il sistema HIMARS

I sistemi HIMARS possono essere armati con diverse tipologie di munizioni: 6 razzi guidati M30/M31 per il Multiple Launch Rocket System (MLRS) con una portata massima di 80 chilometri; 6 razzi Extended-Range Guided MLRS (ER GMLRS) da 150 chilometri; 1 missile Army Tactical Missile System (ATACMS) da 300 chilometri; o 1 missile Precision Strike Missile (PrSM) da 500 chilometri. L'Ucraina, come specificato, riceverà dagli Stati Uniti soltanto le munizioni entro un range di 80 chilometri. Il sistema ha comunque una gittata sensibilmente superiore rispetto agli obici M177 da 155 millimetri, l'arma più potente finora consegnata dagli USA e dal Canada, che si ferma a circa 25 chilometri di portata. Il sistema di puntamento, a guida satellitare GPS, permette inoltre di colpire i bersagli rapidamente e con estrema precisione (migliorata anche dalle alette canard sui razzi).

Esercitazione dei Marines a Camp Pendleton, in California. Credit: wikipedia
Esercitazione dei Marines a Camp Pendleton, in California. Credit: wikipedia

Per tutte queste ragioni l'HIMARS rappresenta una serissima minaccia per le batterie dell'artiglieria russa. Inoltre, come riportato dal Guardian, operando a 80 chilometri sarebbe al di fuori della loro portata. Non tutti gli analisti ritengono che il sistema possa garantire una reale svolta sul campo di battaglia, tuttavia i benefici tattici e strategici per Kiev saranno evidenti, anche alla luce della notevole affidabilità dimostrata nelle esercitazioni e in teatri di guerra. L'HIMARS può addirittura sparare da sopra una nave, anche se non sarà certo questo l'impiego nel conflitto in Ucraina. Bastano tre militari per farlo funzionare e l'addestramento dei soldati è rapido.

2537 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni