780 CONDIVISIONI
Conflitto in Ucraina
23 Maggio 2022
08:34

Guerra Ucraina, Zelensky spiega cosa cambia con l’accordo con la Polonia: “Ancora più vicini all’Europa”

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha annunciato ai cittadini un nuovo accordo con la Polonia per l’istituzione di dogane comuni sul confine. “Questo – ha detto – è un primo passo verso l’Europa. Inizia un nuovo capitolo per i rapporti tra Ucraina e Polonia”
A cura di Gabriella Mazzeo
780 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

Nel suo consueto discorso della notte, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky è tornato a parlare dei rapporti internazionali costruiti dall'Ucraina in tempo di guerra, annunciando un nuovo accordo sulle dogane con la Polonia. "Abbiamo finalmente accolto a Kiev il presidente polacco Andrezej Duda – ha detto Zelensky ai cittadini ucraini nel video caricato sulla sua pagina Facebook  -. Il primo a collegarsi con il parlamento Verkhovna Rada è stato Boris Johnson, leader della Gran Bretagna. Quella fu una giornata storica che non dimenticheremo. Oggi invece abbiamo potuto ospitare personalmente il presidente polacco per dare il via a una nuova cooperazione tra i nostri due Paesi".

Secondo Zelensky, infatti, l'invasione russa rappresenta l'inizio di un nuovo capitolo per i rapporti tra i due vicini di casa. "Per celebrare questo successo storico e permettere che la fratellanza tra i nostri popoli continui anche dopo la guerra, ho deciso di conferire alla città di Rzeszòw un riconoscimento ufficiale per l'aiuto tempestivo fornito alla nostra gente e ai nostri profughi. La Polonia è un vicino che ci rispetta, ci aiuta e soprattutto non occupa il nostro Paese".

Il presidente ucraino ha poi annunciato l'istituzione di dogane comuni sul confine. "Questo renderà più celeri tutte le procedure che ci riguardano – ha continuato Zelensky -. Si tratta anche di un primo passo per l'integrazione nell'Unione Europea. Siamo davanti a un processo storico".

I due leader hanno inoltre parlato del supporto militare fornito dalla Polonia nella lotta all'invasione russa e delle sanzioni economiche da imporre a Mosca. "Sono grato alla Polonia per l'aiuto fornito e per averci reso il cammino verso l'Unione Europea più facile e più rapido. Il nostro Paese rafforza ogni giorno i suoi rapporti internazionali nell'ottica di far finire questa guerra il prima possibile" ha concluso.

780 CONDIVISIONI
2594 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni