172 CONDIVISIONI
Conflitto in Ucraina
20 Novembre 2022
14:39

Ucraina, esplosioni a Zaporizhzhia, l’AIEA: “Si gioca col fuoco, fermatevi immediatamente”

Una dozzina di potenti esplosioni sono state registrate tra la scorsa notte e oggi nell’area della centrale nucleare di Zaporizhzhia. L’Aiea: “Chiunque ci sia dietro, deve fermarsi immediatamente. Si sta giocando con il fuoco”.
A cura di Davide Falcioni
172 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

Almeno una dozzina di potenti esplosioni sono state registrate tra la scorsa notte e oggi nell'area della centrale nucleare di Zaporizhzhia. Lo riferiscono gli esperti dell’Aiea – l'Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica – che si trovano nei pressi del sito. Le esplosioni sono dovute a "presunti bombardamenti", secondo quanto riferisce un tweet dell’Agenzia. "Alcuni edifici, sistemi e attrezzature del sito sono stati danneggiati, ma finora nessuno in modo cruciale per la sicurezza nucleare", aggiungono.

"Le notizie dal nostro team di ieri e di questa mattina sono estremamente inquietanti – spiega l'agenzia in un comunicato – le esplosioni si sono verificate nel sito di questa importante centrale nucleare, il che è del tutto inaccettabile: chiunque ci sia dietro, deve fermarsi immediatamente. Si sta giocando con il fuoco". I raid – afferma l'Aiea – arrivano dopo un periodo di relativa calma "e sottolineano la necessità urgente di misure che aiutino a prevenire un incidente nucleare.

Gli esperti dell'agenzia hanno reso noto che le esplosioni sono state almeno una dozzina, alcune delle quali sono state non solo udite ma anche viste: "Sono stati registrati danni ad alcuni edifici, sistemi e attrezzature nel sito di Zaporizhzhia, ma nessuno di essi finora ha messo in crisi la sicurezza nucleare. Non ci sono state segnalazioni di vittime. Gli esperti dell'AIEA sono in stretto contatto con la direzione del sito e continueranno a valutare e riferire sulla situazione.

Il Direttore Generale dell'Aiea Raphael Grossi ha rinnovato il suo appello urgente ad entrambe le parti in conflitto affinché concordino e attuino quanto prima una zona di sicurezza e protezione nucleare attorno alla centrale nucleare Negli ultimi mesi l'agenzia si è impegnata in intense consultazioni con Ucraina e Russia per stabilire che l'area del sito venga preservato dai bombardamenti, ma finora non è stato trovato nessun accordo.

Scambio d'accuse tra Russia e Ucraina

L'agenzia atomica ucraina, la Energoatom, ha dichiarato: "Gli occupanti hanno sparato sulla centrale tutta la mattina; oggi a seguito di numerosi bombardamenti russi, sono stati registrati almeno 12 danneggiamenti nel sito di Zaporizhzhya: ai cavalcavia per la comunicazione, ai serbatoi di stoccaggio dell'acqua desalinizzata chimica, al sistema di spurgo del generatore di vapore, ed ai sistemi ausiliari di uno dei due diesel, della stazione centrale dell'infrastruttura della stazione".

Dal canto suo il portavoce del ministero della Difesa russo Igor Konashenkov ha puntato il dito contro Kiev: "Le forze armate ucraine hanno bombardato due volte la centrale nucleare di Zaporozhye. Un totale di 14 missili sono stati sparati contro la centrale, due dei quali hanno colpito una linea elettrica. I bombardamenti provenivano dall'area del villaggio di Marganets nella regione di Dnepropetrovsk, controllata dalle forze armate ucraine. Il fuoco di rappresaglia delle unità di artiglieria russe ha soppresso le armi da fuoco del nemico. La situazione delle radiazioni nell'area della centrale nucleare rimane normale".

172 CONDIVISIONI
3128 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni