97 CONDIVISIONI
Guerra in Ucraina

“Stanotte sfiorato incidente nucleare a Zaporizhzhia”, Blackout completo alla centrale atomica ucraina

Secondo l’agenzia atomica ucraina Energoatom, la centrale di Zaporizhzhia nella notte tra venerdì e sabato ha accusato un improvviso Blackout elettrico completo richiedendo l’immediata attivazione di tutti i generatori alterativi disponibili.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Antonio Palma
97 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Guerra in Ucraina

"Questa notte si è rischiato un terribile incidente nucleare alla centrale atomica di Zaporizhzhia", ad annunciarlo oggi, sabato 2 dicembre, è stato il presidente dell‘agenzia atomica ucraina Energoatom, Petro Kotin. Secondo l'agenzia per il nucleare di Kiev, la centrale nella notte tra venerdì e sabato ha avuto un improvviso Blackout elettrico completo richiedendo l'immediata attivazione di tutti i generatori alterativi disponibili.

L'allarme sarebbe partito intorno alle 2 quando una alla volta tutte le linee elettriche si sono disattivate. L'ultima linea si è disattivata durante un'allerta aerea alle 2.30 mettendo sotto stress l'intero impianto. Come ricostruito dal presidente di Energoatom, "si è verificato un blackout completo alla centrale nucleare di Zaporizhzhia", dopo che "si è verificata un'interruzione nella linea di trasmissione elettrica Zaporizhzhya Tpp – Ferosplavna, attraverso la quale la stazione riceveva energia dalla rete elettrica ucraina".

La centrale di Zaporizhzhia
La centrale di Zaporizhzhia

Immediati sono entrati in funzione i generatori ausiliari, come previsto in simili casi, ma ad un certo punto, per far funzionare l'impianto in sicurezza, è stato necessario attivare tutti i 20 generatori diesel a disposizione. Un rischio elevatissimo nel caso uno non avesse funzionato. "La centrale è passata ad alimentare le proprie esigenze con generatori diesel, 8 dei quali sono stati successivamente lasciati in funzione" anche dopo la risoluzione del problema.

"Siamo stati sull'orlo di un incidente nucleare e radioattivo" ha spiegato Petro Kotin, aggiungendo che "Grazie agli sforzi degli specialisti ucraini, alle 7 del mattino del 2 dicembre, è stata ripristinata la connessione con il sistema elettrico ucraino" e "il funzionamento della linea di trasmissione elettrica a 750 kV".

Immagine

Secondo il presidente dell'agenzia atomica ucraina, i rischi alla centrale nucleare di Zaporizhzhia sono alti perché "Gli occupanti russi non sono interessati alla sicurezza della centrale" e "continueranno a creare situazioni pericolose, ricattando il mondo intero con incidenti nucleari e radioattivi ". Per gli ucraini, in particolare la minaccia maggiore alla sicurezza è rappresentata dall'unità 4 dell'impianto, che secondo Kotin "viene mantenuta in uno stato caldo, contrariamente alle norme e ai regolamenti sulla sicurezza nucleare e radioattiva, facendo funzionare l'impianto del reattore e il complesso impianto energetico in un modo in cui non è stato progettato".

Per questo Kiev chiede alla comunità internazionale un impegno concreto per riportare il prima possibile la centrale nucleare di Zaporizhzhia sotto il pieno controllo dell'Ucraina, "perché questo è l'unico modo per garantire il funzionamento sicuro del più grande impianto nucleare d'Europa".

97 CONDIVISIONI
4160 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views