Si temeva scomparsa, era stata anche segnalata come in fuga all'estero, qualcuno aveva persino aggiunto che sarebbe stata prelevata da uno yacht al largo dell'India e costretta a rientrare. Adesso la principessa Latifa, figlia del potente emiro di Dubai, è ricomparsa in alcune foto, indicate come recenti,  che la ritraggono insieme con la ex presidente d'Irlanda ed ex commissaria dell'Unhcr Mary Robinson a Dubai, si legge sul sito della Bbc.

E' la risposta degli Emirati a chi sollevava dubbi sull'incolumità della della principessa e "a chi diffonde false accuse", stando ad un comunicato del ministero degli Esteri emiratino. "Su richiesta della famiglia, il 15 dicembre scorso, l'ex Alto commissario Onu per i diritti umani Mary Robinson ha incontrato sua Altezza Sheikha Latifa a Dubai – si legge nel comunicato – Sono stati diffusi, con il loro consenso, scatti realizzati nel pomeriggio che hanno trascorso insieme. Durante la visita a Dubai, Mary Robinson è stata rassicurata sul fatto che Sheikha Latifa sta ricevendo le cure necessarie e il sostegno di cui ha bisogno".

A inizio mese un documentario della Bbc, ‘Escape From Dubai', affermava che la principessa avesse organizzato per ben sette anni la sua fuga dal Paese del Golfo, che considerava una prigione dorata. Latifa era quasi riuscita nel suo intento: ma, secondo testimonianze, nel marzo scorso la 33enne principessa sarebbe stata prelevata con la forza da uomini armati a circa trenta miglia al largo della costa indiana. Da allora non era stata più stata vista.