241 CONDIVISIONI
Guerra in Ucraina
18 Gennaio 2022
15:33

Russia-Ucraina, guerra più vicina: Uk fornisce armi a Kiev, Mosca ammassa truppe in Bielorussia

La Russia ha già ammassato circa 100.000 soldati al confine con l’Ucraina e ora con l’arrivo di altri mezzi e soldati anche in Bieloruissia, l’Occidente teme un’invasione imminente.
A cura di Antonio Palma
241 CONDIVISIONI
Venti di guerra tra Russia e Ucraina: Mosca ammassa truppe al confine
Venti di guerra tra Russia e Ucraina: Mosca ammassa truppe al confine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Guerra in Ucraina

La guerra tra Russia e Ucraina purtroppo sembra sempre più vicina. Dopo ilcyberattacco ai siti istituzionali di Kiev e Nonostante gli appelli internazionali e i tentativi di mediazione, infatti,  le mosse  delle due parti negli ultimi giorni e nelle ultime ore vanno sempre di più verso la militarizzazione dello scontro, con prove di forza al confine dove la presenza di soldati e mezzi diventa sempre più massiccia. Se mosca Mosca sta spostando truppe in Bielorussia, nascondendosi dietro il pretesto di manovre congiunte con l'esercito di Minsk, Kiev dal suo canto sta rinforzando tutti i reparti militari di confine, schierando anche armi anticarro ricevute dalla Gran Bretagna con la sola  promessa che siano usate  per l'autodifesa.

Le esercitazioni militari in Bielorussia

"Le esercitazioni militari mirano a sviluppare un piano congiunto in caso di confronto con le forze occidentali” ha dichiarato senza mezzi termini il leader bielorusso Alexander Lukashenko spiegando che a febbraio truppe russe e bielorusse verranno schierate al confine con l'Occidente per una estesa esercitazione. Al momento non si sa con certezza quanti soldati e mezzi prenderanno parte all'operazione ma quello che è certo è che l'esercitazione, denominate Union Resolve 2022, avverrà su tutto il confine bielorusso con l'Ucraina, Polonia e Lituania. Si tratta un'esercitazione congiunta volta a simulare "la neutralizzazione delle minacce ai confini" ha chiosato il ministero della Difesa di Mosca facendo salire la tensione con i Paesi occidentali che temono sia il segnale di una possibile prossima invasione dello Stato.

I colloqui Russia–Usa sull’Ucraina
I colloqui Russia–Usa sull’Ucraina

Le accuse reciproche tra Usa e Mosca

La Russia ha già ammassato circa 100.000 soldati al confine con l'Ucraina e ora con l'arrivo di altri mezzi e soldati anche in Bieloruissia, l‘Occidente teme un'invasione imminente. Per gli Stati Uniti i la Russia starebbe cercando un pretesto per invadere l'Ucraina mentre per  Josep Borrell, alto rappresentante dell'UE , la Russia sta cercando di forzare un' integrazione di fatto  dell'Ucraina orientale attraverso il massiccio rafforzamento militare nella zona dove da anni si combatte una guerra tra separatisti filorussi e governo di Kiev. Il ministro degli esteri russo, Sergey Lavrov, però respinge le accuse e controbatte che l'Ucraina è sotto il controllo degli Stati Uniti. La Russia ha ammassato circa 100.000 soldati al confine con l'Ucraina. L'Occidente teme un'invasione. La Russia da parte sua condanna il rafforzamento delle unità NATO ai suoi confini, nonché i piani per l'adesione dell' Ucraina alla NATO.

Ucraina, militari scavano trincea nei pressi del confine con la Russia
Ucraina, militari scavano trincea nei pressi del confine con la Russia

Armi britanniche all'Ucraina

Intanto nelle ultime ore una delegazione di senatori americani è arrivata in Ucraina per ribadire il sostegno al paese e la minaccia di sanzioni a Mosca in caso di invasione da parte della Russia ma a Kiev son arrivate soprattutto armi dalla Gran Bretagna . Ad annunciarlo è stato il ministro alla Difesa britannico Ben Wallace in Parlamento. "Abbiamo deciso di fornire all'Ucraina armi anticarro difensive leggere", ha dichiarato Wallace spiegando che sul posto è dispiegato anche un piccolo numero di soldati si Sua Maestà per addestrare il personale ucraino sul sistema d'arma. "Non sono armi strategiche e non rappresentano una minaccia per la Russia . Sono armi a corto raggio destinate all'autodifesa" ha assicurato il ministro.

La mediazione della Germania

Unico spiraglio per ora è la mediazione della a Germania che si dice pronta a un dialogo serio senza scendere a compromessi sui "principi fondamentali".  Il ministro degli Esteri, Annalena Baerbock, ha già fatto visita a Kiev al suo omologo russo. L'idea è di provare a rilanciare i negoziati che hanno già portato agli accordi di Minsk nel 2015 e che prevede il coinvolgimento del diplomazie di Germania , Ucraina, Francia e Russia. Il cancelliere Olaf Scholz però è stato chiaro: Non bisogna trascurare i movimenti delle truppe. Sono enormi e rappresentano una minaccia per la sovranità dell'Ucraina. La Russia pagherà un prezzo alto se intraprenderà un'azione militare contro il paese vicino".

241 CONDIVISIONI
2246 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni