Conflitto in Ucraina
22 Marzo 2022
13:20

“Pronto, sono il premier ucraino”, scherzo telefonico russo al ministro inglese, che ci è cascato

Per Londra era tutto organizzato dal Cremlino. Sarebbero diversi i ministri britannici presi di mira con false chiamate sul conflitto in Ucraina.
A cura di Antonio Palma
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

Due comici russi sono riusciti ad ottenere il contatto personale del ministro della difesa inglese e a chiamarlo spacciandosi per il primo ministro ucraino, Denys Shmyhal, ponendogli infine diverse domande su un presunto programma di armi nucleari per l'Ucraina. Vittima dello scherzo è Ben Wallace, preso di mira mentre il ministro britannico era in visita in Polonia venerdì scorso. Wallace aveva già rivelato di essere stato vittima di uno scherzo la scorsa settimana, dicendo di essere stato preso di mira da un "impostore" che si spacciava per il primo ministro ucraino. Il governo del Regno Unito ha accusato la Russia di aver organizzato lo scherzo e aveva già preannunciato la possibile pubblicazione di un video della conversazione, pubblicato poi online effettivamente nelle scorse ore.

I due autori dello scherzo
I due autori dello scherzo

Autori dello scherzo in cui Wallace è cascato prima di rendersi conto della burla, sono Vladimir "Vovan" Kuznetsov e Alexei "Lexus" Stolyarov, una storica coppia di comici russi che hanno preso di mira numerosi politici e personaggi pubblici in passato, tutti anti Putin. A loro ad esempio è stato attribuita una chiamata all'allora segretario agli esteri Boris Johnson in cui fingevano di essere il Premier dell'Armenia trasmessa dalla TV russa. Il duo russo ha anche affermato di aver intervistato sotto falsa identità il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg, l'ex presidente ucraino Petro Poroshenko e il senatore degli Stati Uniti John McCain.

Wallace preso di mira durante la visita in Polonia
Wallace preso di mira durante la visita in Polonia

Nel breve filmato della videotelefonata via web a Wallace, si vede il ministro in macchina mentre risponde ad alcune domande del presunto premier ucraino con apparente confusione. Secondo Londra il filmato è tagliato e non riporta che “il segretario alla Difesa mentre afferma che il Regno Unito non può avere nulla a che fare con le presunte ambizioni nucleari ucraine, perché il Regno Unito è impegnato nel trattato di non proliferazione nucleare". “Le cose devono andare così male per il Cremlino che ora stanno ricorrendo a scherzi telefonici e falsi video" ha dichiarato Wallace. La coppia di burloni ha rivendicato la responsabilità del video ma ha negato collegamenti con i servizi di sicurezza russi.

In realtà sarebbero diversi i ministri britannici presi di mira con false chiamate sul conflitto in Ucraina. Il ministro dell'Interno Priti Patel ha rivelato di aver ricevuto una chiamata bufala la scorsa settimana così come il segretario alla Cultura Nadine Dorries. Per Downing street "lo stato russo è responsabile delle telefonate ingannevoli fatte ai ministri del Regno Unito la scorsa settimana". Secondo quanto ricostruito finora, la videochiamata è stata avviata dopo che un'e-mail, presumibilmente arrivata da un assistente dell'ambasciata ucraina a Londra, è stata inviata a un dipartimento del governo del Regno Unito e poi inoltrata al Ministero della Difesa. È in corso un'indagine del governo su come è avvenuta la chiamata.

3147 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni