Conflitto Israelo-Palestinese

Perché Israele ha usato una catapulta in stile medievale per lanciare palle di fuoco in Libano

La scena, immortalata in un video, ha dato origine alle più svariate teorie sulle ragioni. L’Idf ha chiarito i motivi del gesto, spiegando che si è trattato di una scelta autonoma di una unità locale che sorvegliava il confine col Libano per evitare attacchi del gruppo islamico Hezbollah.
A cura di Antonio Palma
25 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Tra radar, droni e missili teleguidati, oggi è decisamente inusuale vedere dei militari attaccare usando una catapulta in stile medievale e lo è ancora di più se a farlo è un esercito considerato tra i più potenti al mondo come quello di Israele. La scena è stata immortalata in un video, diventato virale sui social, in cui si vede una unità dell’Idf usare sistematicamente una catapulta creata per l’occasione per lanciare palle infuocate contro il nemico e cioè verso il Libano e le postazioni del gruppo islamico Hezbollah.

Nel video si vedono almeno sei soldati in piedi attorno a quello che assomiglia del tutto a una tipica macchina da assedio spesso utilizzata nel medioevo per assaltare i castelli. Nel breve filmato si vede lo strumento assemblato con assi di legno su un carrello di metallo che lancia palle di fuoco proprio come un trabucco, dando ancora di più l’impressione di una battaglia antica visto che i lanci avvengono nei pressi di un grosso muro, in realtà una barriera di cemento per proteggere i confini.

La scena ovviamente ha destato molto interesse e dato origine alle più svariate teorie sui motivi, dalla mancanza di mezzi, già massicciamente impegnati a Gaza, alla scarsità di munizioni. In realtà, come hanno confermato dall’esercito israeliano all’emittente pubblica israeliana Kan, si è trattato di un’iniziativa locale di una unità impegnata in zona per affrontare un problema sorto al momento e non di un ordine o un nuovo modello di combattimento.

In particolare la scena, che si riferisce ad alcune settimane fa, vede un’azione dei militari dell’Idf volta ad appiccare il fuoco al sottobosco nel sud del Libano dove, secondo gli israeliani, Hezbollah si nasconde per mettersi in posizione e lanciare attacchi nel nord di Israele. Secondo il quotidiano israeliano Maari, il trabucco è stato opera della brigata di riserva Carmeli che in questo modo ha voluto liberare la zona oltre confine da arbusti e rovi per rendere più facile per le forze israeliane identificare i militanti Hezbollah che tentavano di raggiungere il confine.

Il video del trabucco infatti arriva dopo che gli attacchi provenienti dal Libano hanno provocato grandi incendi nel nord di Israele la scorsa settimana, consumando aree di territorio e portando all’evacuazione dei residenti. Gli attacchi in questa zona di confine tra Israele e Libano sono aumentati questo mese, anche se al momento i combattimenti si mantengono a bassa intensità.

25 CONDIVISIONI
923 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views