Conflitto in Ucraina
19 Settembre 2022
09:04

Mosca attacca Zaporizhzhia e Mykolaiv: “Esplosioni a 300 metri da reattori della centrale nucleare”

Mosca ha lanciato una serie di attacchi missilistici su Zaporizhzhia e Mykolaiv durante la notte. “Esplosioni a 300 metri dai reattori della centrale nucleare di Pivdennoukrainsk”.
A cura di Gabriella Mazzeo
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

"Dopo le riconquiste delle ultime settimane, vogliamo prenderci del tempo per preparare le prossime. Non ci sarà una pausa, siamo sempre al lavoro per liberare nuovi territori del Paese". Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, che nel suo ultimo discorso alla nazione ha spiegato l'apparente calma dopo i successi ottenuti dalle truppe di Kiev nel Sud del Paese e in particolare nella città di Izyum.

Nel suo resoconto pubblicato sulla pagina Facebook ufficiale, il leader ucraino ha detto di aspettarsi la liberazione di altre città anche nei territori della Crimea.

In questo momento, quindi, l'Ucraina sarebbe impegnata a calcolare "la prossima mossa". Nonostante tutto, però, sono stati almeno 21 gli attacchi aerei sulle postazioni russe nelle ultime 24 ore secondo quanto confermato dalle Forze armate nazionali. Nei raid sarebbero state colpite almeno 5 postazioni per la difesa aerea di Mosca.

"I russi continuano a tentare l'occupazione totale della regione di Donetsk per organizzare la difesa e mantenere il controllo dei territori conquistati – scrive lo Stato Maggiore delle Forze armate ucraine nell'ultimo report -. Nel mirino russo ci sono in particolare le posizioni ucraine lungo la linea di contatto e le infrastrutture civili. Mosca continua a colpire le aree residenziali nel tentativo di indebolirci in netta contrapposizione al diritto internazionale umanitario".

Secondo Kiev, infatti, il Cremlino avrebbe continuato a colpire anche le aree delle centrali nucleari . "Poco dopo la mezzanotte – ha fatto sapere la compagnia nucleare statale ucraina Energoatom in una nota – l'esercito russo ha lanciato un attacco missilistico sulla zona industriale della centrale nucleare di Pivdennoukrainsk, nella regione meridionale di Mykolaiv. Abbiamo registrato una potente esplosione a soli 300 metri dai reattori. L'onda d'urto ha danneggiato gli edifici della centrale. Scollegate anche tre linee elettriche ad alta tensione".

Nel mirino dei russi anche l'area di Zaporizhzhia: Mosca avrebbe lanciato otto missili sull'area della centrale nucleare nelle prime ore del mattino. A renderlo noto, il capo dell'amministrazione militare regionale Oleksandr Starukh. Uno dei razzi avrebbe colpito il centro regionale di Zaporizhzhia, nei pressi del fiume Dnipro.

3140 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni