2.104 CONDIVISIONI
Conflitto in Ucraina
8 Marzo 2022
10:49

Guerra russo-ucraina, l’assalto a Kiev comincerà nei prossimi giorni: ecco cosa dobbiamo aspettarci

Continua l’avanzata delle truppe russe verso Kiev dove, secondo gli esperti e le informazioni dell’esercito ucraino, potrebbe consumarsi un attacco nei prossimi giorni.
A cura di Chiara Ammendola
2.104 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

Gli analisti ne sono certi: l'assalto alla città di Kiev potrebbe iniziare nelle prossime ore. Le truppe russe si stanno infatti ammassando nella zona orientale della capitale ucraina, in quella nord-occidentale e a occidente pronte a un attacco che potrebbe avvenire tra 48-96 ore. Gli attacchi nei quartieri periferici di Kiev si susseguono ormai da giorni e stando a quando riportato da fonti militari ucraine, sarebbero giunte alle forse di terra russe rifornimenti e rinforzi. Secondo gli esperti di ISW, l'Institute for the Study of War, non è certo che possa trattarsi di un attacco finale alla capitale ma secondo gli analisti l'avanzamento delle forze russe intorno a Kiev indicherebbe l'intenzione di fare vita a una grossa operazione.

In queste ore gli attacchi principali sono stati sferrati lungo le aree periferiche di Kiev, in particolare nell'area di Irpin, situata a circa 20 chilometri dalla capitale, a ovest e nell'area di Brovary a est. A Irpin i civili sarebbero stati costretti per tre giorni dalle forze russe senza acqua, cibo o riscaldamento: la strategia russa sarebbe quella di portare la città, sotto assedio, alla resa. Mentre a Sumy, dove questa mattina è scattata una tregua per permettere l'evacuazione dei civili, si sono susseguiti bombardamenti per l'intera notte che hanno provocato la morte di diversi bambini. È il fronte orientale al momento quello maggiormente colpito dai militari che potrebbero tentare un'avanzata da quel fronte con il supporto di nuove truppe anche nella zona nord-occidentale. La mancata concentrazione su una singola linea di avanzamento ha probabilmente ostacolato le operazioni russe e probabilmente continuerà a farlo.

Intanto continuano i combattimenti anche nel meridione dell'Ucraina dove le truppe russe si stanno dividendo tra le città di Mykolayiv e Odessa, quest'ultima teatro di diverse esplosioni nella notte. Un'ipotesi è quella di un avanzamento dei russi proprio verso la città sul Mar Nero dove potrebbero arrivare attraversando il fiume Bug meridionale. Infine le truppe russe potrebbero tentare l'entrata a nord dalla Crimea verso la città di Zaporizhya, attacco ipotizzabile solo con la caduta di Mariupol e l'apertura di un'ampia rotta terrestre verso ovest dal Donbas da dove arriverebbero i rinforzi.

2.104 CONDIVISIONI
2842 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni