La polizia britannica ha sequestrato un carico di 1.300 chili (1,3 tonnellate) di eroina purissima per un valore di 132 milioni di euro. La droga era stipata nel container di una nave in pacchetti da un chilo ciascuno pronti ad essere immessi nel mercato. I quattro trafficanti ritenuti responsabili dell'arrivo della sostanza – tutti arrestati – l'avevano accuratamente nascosta tra asciugamani e vestiti contenuti in un container su una nave cargo ormeggiata nel porto di Felixstowe, nel sudest dell’Inghilterra, lo scorso 30 agosto. Le autorità britanniche e il National Crime Agency (Nca), secondo quanto riferisce il Guardian, hanno stimato che quello realizzato è stato un sequestro record nel Regno Unito e uno dei più importanti mai registrati in Europa.

L'eroina era contenuta in pacchetti recanti la scritta “proteine in polvere”: in realtà contenevano le dosi milionarie di droga. Dopo averla rimossa, in seguito al sequestro, le autorità hanno restituito il container alla nave, la MV Gibraltar, che è salpata per Anversa, in Belgio, dove è giunta il primo settembre. A quel punto sono state le autorità di Bruxelles a monitorare e seguire il container fino a un deposito di Rotterdam, in Olanda, dove è avvenuto l’arresto dei trafficanti in un’operazione congiunta della polizia olandese e belga. Il Guardian riporta anche le dichiarazioni di Jenny Sharp, vicedirettore del corpo di guardie di frontiera di Felixstowe, che ha spiegato come alcuni pacchetti di droga fossero stati addirittura cuciti all’interno degli asciugamani e siano state necessarie quasi sei ore per rimuoverli.