117 CONDIVISIONI
7 Ottobre 2021
16:28

Identificato dopo 50 anni il Killer dello Zodiaco, l’assassino seriale che ispirò il film Zodiac

Dopo 52 anni è stato individuato il Killer dello Zodiaco, l’assassino seriale che terrorizzò gli Stati Uniti negli Anni 60. La storia del criminale che inviava lettere cifrate alla stampa di San Francisco e alle forze dell’ordine ha ispirato il famoso film del 2007 Zodiac diretto da David Fincher.
A cura di Gabriella Mazzeo
117 CONDIVISIONI

Ha terrorizzato gli stati Uniti negli Anni 60 inviando lettere cifrate a stampa e polizia. Gli omicidi compiuti dal killer dello Zodiaco (Zodiac Killer) tra il 1968 e il 1969 sono rimasti nella storia degli omicidi seriali, un fenomeno reso famoso negli Stati Uniti in particolare da Charles Manson prima e Ted Bundy poi. Dopo 52 anni dai 5 omicidi a lui attribuiti, un gruppo di specialisti composto da 40 ex investigatori, giornalisti e membri dell'intelligence militare avrebbe identificato Zodiac. Secondo alcuni accertamenti postumi, si tratterebbe di Gary Francis Poste, un veterano dell'aeronautica statunitense morto nel 2018. Tramite alcune foto del defunto, gli investigatori si sono resi conto che le cicatrici sulla fronte del presunto serial killer erano identiche a quelle riportate sui disegni dell'identikit diffuso dalle forze dell'ordine.

Secondo quanto accertato dal team di investigatori, un altro indizio importante nella ricerca sarebbe individuabile nelle lettere che Zodiac inviata al San Francisco Chronicle. Nelle missive-rompicapo erano sempre omesse le lettere del nome Gary Francis Poste."Per comprendere gli anagrammi, bisognava conoscere il nome completo di Gary" ha dichiarato Jen Butcholds, ex militare dell'intelligence che ha indagato sul caso.

Secondo il team, Poste sarebbe ricollegabile anche all'omicidio di Chery Jo Bates nel 1966 a Riverside, in California. Il delitto sarebbe avvenuto due anni prima rispetto al primo omicidio collegato a Zodiac, eppure i punti di contatto sarebbero molteplici. Poste era stato ricoverato in una struttura ospedaliera a 15 minuti di distanza dal luogo in cui Bates è stata uccisa. Si trovava in ospedale in seguito a un incidente causato da un'arma da fuoco. In seguito sul luogo dell'omicidio della studentessa fu ritrovato un orologio macchiato di vernice la cui proprietà non è mai stata appurata. Il dettaglio sarebbe ricollegabile all'attività di imbianchino di Poste portata avanti per 40 anni dopo il congedo dall'aeronautica. Sulla scena del crimine sono state rinvenute anche delle impronte di un paio di stivali identiche ad altri segni ritrovati poi sulle scene del crimine del killer dello Zodiaco.

Non è stato però possibile recuperare il DNA di Poste per poter effettuare nuovi accertamenti sulla base delle prove raccolte. Poste è deceduto nel 2018 per cause naturali. Nonostante le prove raccolte, le forze dell'ordine non hanno confermato la versione dei fatti del team di 40 investigatori che avrebbe fatto luce sul caso.

Chi è Zodiac Killer

Uccise cinque persone a Benicia, a Vallejo, al Lago Berryessa e a San Francisco tra il dicembre 1968 e l'ottobre 1969: le persone colpite furono 4 uomini e 3 donne di età comprese tra i 16 e i 29 anni. Solo due di loro sopravvissero alle aggressioni. Ufficiosamente gli sono state attribuite anche altre numerose vittime, senza però prove sufficienti per attribuirgli i delitti. Il caso è stato catalogato come inattivo nell'aprile del 2004 e riaperto nel marzo 2007. Il killer inviava alla polizia e alla stampa delle lettere cifrate nelle quali spesso anticipava cosa avrebbe fatto o chiariva aspetti delle precedenti missive. La storia dello sconosciuto killer ha ispirato il film del 2007 di David Fincher, Zodiac. 

117 CONDIVISIONI
Il mistero dell’uomo sull’Etna, entrato in una grotta e mai più uscito: resti trovati 40 anni dopo
Il mistero dell’uomo sull’Etna, entrato in una grotta e mai più uscito: resti trovati 40 anni dopo
34.141 di Videonews
Chi ha ucciso Nada Cella: dopo 25 anni si riapre il cold case della segretaria di Chiavari
Chi ha ucciso Nada Cella: dopo 25 anni si riapre il cold case della segretaria di Chiavari
Separate dall'Olocausto, Ana e Betty si riabbracciano dopo 82 anni
Separate dall'Olocausto, Ana e Betty si riabbracciano dopo 82 anni
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni