Guerra in Ucraina
2 Marzo 2022
09:39

Guerra Ucraina, bombe devastano Kharkiv: fiamme e macerie anche all’Università, almeno 21 morti

Kharkiv colpita ininterrottamente da missili e bombe russe che hanno centrato i maggiori edifici, almeno 21 morti e oltre un centinaio di feriti.
A cura di Antonio Palma
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Guerra in Ucraina

Almeno 21 persone sono state uccise e oltre un centinaio sono rimaste ferite nel terribile bombardamento su Kharkiv da parte dei russi nella guerra contro l’Ucraina. La seconda maggiore città dell'Ucraina da 24 ore è colpita ininterrottamente da missili e bombe che hanno centrato i maggiori edifici, comprese infrastrutture civili, palazzi governativi e quartieri residenziali. Nelle ultime 24 ore un missile ha colpito l'edificio dell'amministrazione regionale, un altro attacco missilistico ha bersagliato l’edificio della polizia regionale di Kharkiv, bombe anche sull’ università oltre a un assalto armato di paracadutisti russi nella zona ospedaliera con scontri in strada coni difensori ucraina. In molte zone della città, che prima dell’assalto russo contava oltre 1,4 milioni di abitanti, iniziano ad accumularsi macerie e detriti dei palazzi colpiti.

Kharkiv si trova lungo una delle principali direttrici dell’attacco russo in quanto a pochi chilometri dal confine con la Russia ed è stata bersagliata da missili fin dall’inizio della guerra. Le truppe russe l’hanno già circondata ma la città ancora in mano agli ucraini che si sono asserragliati all’interno. I russi nelle ultime ore hanno intensificato gli attacchi iniziando a bersagliare anche edifici governativi e civili. Le autorità locali hanno detto che i missili russi hanno colpito il centro di quella che è la seconda maggiore città dell'Ucraina, prendendo di mira aree residenziali e l'edificio dell'amministrazione regionale. Truppe russe hanno iniziato ad avanzare in città durante la notte verso le 3 locali, le 2 italiane, con un lancio di paracadutisti che hanno ingaggiato scontri a fuoco ravvicinato con le truppe ucraine a difesa della città.

Assalto anticipato e seguito da lancio di missili. Secondo l'agenzia di stampa ucraina "Unian" che cita le parole del consigliere del ministro dell'Interno ucraino, Anton Geraschenko, colpito l'edificio del dipartimento di polizia regionale ma anche  un edificio facente parte del complesso dell’Università nazionale di Karazin è andato in fiamme dopo l'attacco. Geraschenko ha pubblicato sul suo canale Telegram un video del palazzo in fiamme in cui si vede l'edificio della sede della polizia in fiamme e con il tetto in procinto di crollare

3315 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni