18 CONDIVISIONI
Guerra in Ucraina

Guerra in Ucraina, nella notte su Kiev il peggior attacco di droni russi dall’inizio del conflitto

Il capo dell’amministrazione militare di Kiev, Mykhailo Shamanov, ha ricordato che quello della scorsa notte è stato “il quarto attacco con droni Shahed contro Kiev in un mese”. Soprattutto, però, si è trattato del “più massiccio attacco dall’inizio dell’invasione russa”.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Davide Falcioni
18 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Guerra in Ucraina

Nel corso della notte l'esercito russo ha lanciato un vasto attacco contro Kiev e il distretto della capitale ucraina; più di 40 bersagli aerei sono stati intercettati dalla contraerea, in quello che il capo dell'amministrazione militare della città, Mykhailo Shamanov, ha ricordato essere "il quarto attacco con droni Shahed contro Kiev in un mese". Soprattutto, però, quello della scorsa notte è stato "il più massiccio attacco dall'inizio dell'invasione russa", ha aggiunto Shamanov. Il sindaco della capitale ucraina Vitaliy Klitschko ha scritto su Telegram che nel quartiere Dniprovskyi i rottami di un drone hanno colpito un condominio, come pure a Solomianskyi, dove si lavora per estrarre due donne da sotto le macerie.

"Più di 70 Shahed sono stati lanciati contro l"Ucraina nella notte del genocidio dell'Holodomor. Terrore consapevole. In questo momento particolare. La leadership russa è orgogliosa di poter uccidere", ha scritto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky dopo il massiccio attacco russo durante la notte su Kiev e altre regioni del Paese. "I nostri soldati hanno abbattuto la maggior parte dei droni. Purtroppo non tutti".

Zelensky licenzia quattro comandanti della Guardia Nazionale

Nel suo consueto discorso alla nazione Volodymyr Zelensky ha affermato che l’Ucraina ha bisogno di ottenere tre successi chiave all’estero, tra cui l’approvazione di importanti pacchetti di aiuti da parte del Congresso degli Stati Uniti e dell’Unione Europea, e l’avvio formale dei colloqui per l'adesione all’UE. Il leader ucraino ha anche annunciato di aver licenziato quattro vice comandanti della Guardia Nazionale, ma non ha fornito alcuna motivazione per la loro rimozione dai loro incarichi. Il presidente e altri funzionari hanno promesso di rendere le operazioni militari più efficienti e rispondenti alle esigenze dei militari.

18 CONDIVISIONI
4158 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views