47 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Conflitto Israelo-Palestinese

Guerra Hamas-Israele, veto degli Usa: bocciata risoluzione su Gaza. Mosca: “Vogliono prendere tempo”

Veto Usa alla risoluzione araba del Consiglio di Sicurezza ONU sul cessate il fuoco a Gaza, astenuta la Gran Bretagna. Ira di Mosca: “Washington è in cattiva fede, vuole solo prendere tempo”. La Cina si è detta “delusa”.
A cura di Ida Artiaco
47 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

La risoluzione araba del Consiglio di Sicurezza ONU è stata bocciata per il veto degli Stati Uniti, come già annunciato. La Gran Bretagna si è astenuta, mentre alti 13 membri del Consiglio hanno votato a favore, tra cui la Cina.

Nella bozza di risoluzione presentata dal Gruppo Arabo all'Onu c'era la richiesta cessate il fuoco immediato a Gaza. Linda Thomas Greenfield, la Rappresentante Permanente americana del Consiglio, ha spiegato che la risoluzione araba influenzerebbe negativamente, se adottata, i delicati negoziati in corso che rappresentano "l'unica" via per una pace duratura nella regione.

Poi, ha annunciato ufficialmente il progetto di Washington per una risoluzione alternativa: "Ci sono molte cose su cui possiamo andare d'accordo", ha detto Thomas-Greenfield invocando un cessate il fuoco "appena praticamente possibile", la prima condanna di Hamas in una risoluzione del Consiglio di Sicurezza e un monito a Israele a non lanciare un'offensiva di terra su Rafah.

Tra i commenti più duri al veto Usa c'è quello della Cina. Il Rappresentante permanente Zhang Jun si è detto "deluso" per il risultato del voto sulla risoluzione del gruppo arabo su Gaza e ha esortato il Consiglio di Sicurezza a "agire rapidamente" per fermare la carneficina in Medio Oriente.

Lodando l'atteggiamento "aperto" dell'Algeria che "ha portato molte idee costruttive" nel testo messo ai voti, l'ambasciatore cinese ha notato che sul cessate il fuoco c'è consenso in seno al Consiglio, "sono gli Stati Uniti che bloccano tutto".

La bozza araba presentata in Consiglio di Sicurezza dell'Onu è "robusta", equilibrata" e "negoziata in buona fede", ha detto invece il Rappresentante Permanente russo all'Onu Vasily Nebenzya accusando invece gli Stati Uniti di "cinismo" per l'ostruzionismo dimostrato finora nel lavoro del Consiglio sulla situazione in Medioriente.

Sempre Nebenzya ha definito la proposta degli Stati Uniti su Gaza "un'alternativa non praticabile. Washington è in cattiva fede, vuole solo prendere tempo". Secondo Mosca, il testo annunciato oggi in Consiglio di Sicurezza dall'ambasciatrice americana Linda Thomas-Greenfield "non chiede un cessate il fuoco immediato, solo una tregua temporanea e solo quando le condizioni saranno mature".

47 CONDIVISIONI
756 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views