Covid 19
16 Settembre 2021
12:06

Francia, sospesi 3mila sanitari non vaccinati contro il Covid

Il ministro della Salute Olivier Veran ha annunciato che ci sono state “3.000 sospensioni” per il personale sanitario francese non vaccinato, in seguito all’introduzione dell’obbligo di vaccinazione anti-Covid in vigore da ieri. Si tratta prevalentemente di impiegati nei servizi di supporto, mentre sono pochi i camici bianchi.
A cura di Davide Falcioni
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Il governo francese ha deciso di adottare le maniere forti contro i sanitari che rifiutano il vaccino. Il ministro della Salute Olivier Veran ha infatti annunciato che ci sono state "3.000 sospensioni" per il personale sanitario francese non vaccinato, in seguito all'introduzione dell'obbligo di vaccinazione anti-Covid in vigore da ieri. "Circa 3.000 sospensioni ieri su 2,7 milioni di addetti del settore, esclusivamente personale del servizio di assistenza, meno camici bianchi", ha detto Veran a RTL, aggiungendo comunque che "gran parte di queste sospensioni sono solo temporanee; molti di questi dipendenti – perlopiù impiegati nei servizi di supporto – hanno deciso di farsi vaccinare vedendo che l'obbligo è reale".

Da ieri – 15 settembre – 2,7 milioni di dipendenti delle strutture sanitarie francesi sia pubbliche che private sono tenuti ad essere vaccinati contro il Covid per poter esercitare la loro professione; circa 3mila di loro sono stati sospesi, un numero che – ha fatto sapere il ministro Veran – non ha in alcun modo compromesso la continuità delle cure. I provvedimenti hanno infatti interessato prevalentemente personale del servizio di supporto, e "pochi camici bianchi ". L'obbligo di vaccinazione riguarda ospedali, case di riposo, badanti, colf, vigili del fuoco e assistenti di ambulanza. Secondo Public Health France (SpF), che si basa su campioni dell'assicurazione sanitaria, al 12 settembre l'89,3% dei caregiver operanti in strutture che accolgono persone anziane non autosufficienti aveva ricevuto almeno una dose di vaccino contro il Covid. I trasgressori sprovvisti di una valida ragione medica che impedisca loro di vaccinarsi per la legge francese "non possono più esercitare la loro attività ". Il provvedimento è stato approvato il 5 agosto e ha concesso un mese e mezzo di tempo per mettersi in regola..

27586 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni