262 CONDIVISIONI
Covid 19
8 Gennaio 2022
20:54

Festa di influencer in aereo senza mascherine e distanziamento: rischiano multa fino a 5mila dollari

Hanno fatto il giro del mondo le immagini del gruppo di influencer che hanno organizzato un party su un aereo noleggiato per volare da Montreal, in Canada, a Cancun, in Messico, in barba a tutte le regole anti Covid. Il premier Trudeau: “Completamente irresponsabili”.
A cura di Ida Artiaco
262 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Decine di persone che ballano, fumano e bevono alcolici in aereo. Arrivano dal Canada le immagini della mega festa organizzata su un volo privato della compagnia Sunwin da un gruppo di influencer in barba a tutte le regole anti Covid, a cominciare dall'uso delle mascherine e del distanziamento, che hanno indignato tutto il mondo. I ragazzi, partiti da Montreal con destinazione Cancun, in Messico, lo scorso 30 dicembre, ora però rischiano grosso.

Dopo che video e foto girati a bordo dell'aereo e condivisi sui social network hanno fatto il giro del mondo, immortalando i giovani mentre ballano, fumano sigarette elettroniche e bevono super alcolici, la stessa compagnia ha cancellato il volo di rientro dei partecipanti al party ad alta quota previsto per il 5 gennaio. Anche Air Transat e Air Canada hanno fatto sapere che si sarebbero rifiutati di farli volare.

Il gruppo di vacanzieri è ora oggetto di indagine da parte di Transport Canada, dipartimento governativo responsabile per la sicurezza in volo. In 27 sono stati rimpatriati, sono stati sottoposti a test Covid e dovranno osservare un periodo di quarantena, riporta la BBC. Una passeggera è in isolamento a Tulum dopo essere risultata positiva al Covid-19 mercoledì scorso.

Ciascuno di loro rischia una multa fino a 5mila dollari per ogni infrazione commessa durante il viaggio, mentre se si dovesse accertare che alcuni comportamenti hanno messo a repentaglio la sicurezza del volo, gli influencer, tra cui anche alcuni partecipanti a reality tv, rischierebbero persino una pena detentiva.

L'episodio ha provocato anche l'ira del premier canadese Justin Trudeau, che ha così commentato la vicenda: "È uno schiaffo in faccia vedere persone che mettono a rischio i propri concittadini e i lavoratori delle compagnie aeree con comportamenti completamente irresponsabili".

262 CONDIVISIONI
31016 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni