19.043 CONDIVISIONI
Conflitto in Ucraina
1 Marzo 2022
15:38

Pilota in pensione torna a volare per combattere contro i russi e viene ucciso: nominato Eroe dell’Ucraina

Il colonnello ucraino dell’aeronautica Oleksandr Oksanchenko è morto in battaglia mentre stava difendendo i suoi cieli: dal 2018 era in pensione ma è tornato a volare non appena l’Ucraina è entrata in guerra. Il presidente Zelensky lo ha nominato Eroe dell’Ucraina.
A cura di Giorgia Venturini
19.043 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

Il colonnello ucraino Oleksandr Oksanchenko sarà ricordato come uno degli Eroi dell'Ucraina, titolo che gli ha conferito il presidente Volodymyr Zelensky appena dopo aver saputo la notizia della sua morte durante una battaglia aerea per difendere il suo Paese. Quando in Ucraina sono iniziati i bombardamenti, non ci ha pensato due volte: il colonnello è tornato a indossare la divisa che aveva lasciato per la pensione e si è rimesso alla guida dei suoi aerei, del resto era conosciuto come uno dei migliori top gun al mondo. E proprio nei suoi cieli ha perso la vita durante un combattimento. Ad annunciarlo è stato il comando dell'Aeronautica Militare delle Forze Armate dell'Ucraina.

Il ritorno a volare dopo l'invasione russa

La sua è stata una lunghissima carriera: aveva alle spalle più di 2mila ore di volo, capace di fare con gli aerei le più difficili acrobazie. È diventato famoso dopo i voli trionfanti al SIAF air show, The Royal International Air Tattoo, International Airshow-2017, Czech International Air Fest. Aveva prestato servizio nell'aeronautica ucraina tra il 2013 e il 2018. Divisa che però non si è mai realmente tolto: così è ritornato in volo in queste ore per combattere e frenare l'avanzata russa. Il suo sacrificio è stato riconosciuto immediatamente dal suo paese che lo ha nominato Eroe dell'Ucraina.

La lunga carriera del colonnello Oksanchenko

A confermare la notizia di quanto accaduto è stata anche la pagina Facebook European Airshows: Abbiamo ricevuto notizie estremamente scioccanti e tristi dall'Ucraina questa mattina. Il colonnello Oleksandr "Grey Wolf" Oksanchenko, pilota espositore dell'aeronautica militare ucraina tra il 2013-2018, ha perso la vita venerdì sera quando il suo jet è stato abbattuto su Kiev dal sistema missilistico russo S-400 Triumph Air Defence". E poi ricordando il grande professionista che era: "Il colonnello Oksanchenko non solo era un pilota molto esperto che ha vinto una serie di premi per la migliore esposizione volante in molti eventi in tutta Europa, ma era anche un vero fan degli show aerei. Nonostante abbia lasciato il servizio attivo e si sia unito alle riserve alla fine del 2018 si è offerto volontario per rimanere nella squadra ucraina Flanker Solo Display Team come allenatore/consigliere e ha viaggiato con la squadra durante la stagione espositiva 2019, che è stata anche l'ultimo show aereo stagione per la squadra". Infine anche su Facebook è stato riconosciuto il suo sacrificio: "È uscito dalla pensione per difendere il suo paese dall'invasione russa e ha pagato il prezzo più alto. Il colonnello Oksanchenko è stato insignito postumo del titolo di Eroe dell'Ucraina dal presidente dell'Ucraino Volodymyr Zelenskyy. Cieli blu signore e grazie per tutte le sue fantastiche esibizioni".

19.043 CONDIVISIONI
2816 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni