51 CONDIVISIONI
Conflitto Israelo-Palestinese

Chi sono gli italiani che hanno lasciato la Striscia di Gaza da Rafah

Si tratta di quattro volontari di ong internazionali e una bambina di 6 anni (con la madre palestinese). Altri due italiani potrebbero uscire dal valico di Rafah nelle prossime ore, ha confermato la Farnesina: “Situazione complessa”.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Biagio Chiariello
51 CONDIVISIONI
Il valico di Rafah
Il valico di Rafah
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto Israelo-Palestinese

Sono alcuni volontari di ong internazionali e una bambina di 6 anni (con sua madre palestinese) gli italiani che hanno lasciato la Striscia di Gaza in queste primissime ore di evacuazioni dall’inizio della guerra innescata dagli attacchi di Hamas in Israele di sabato 7 ottobre coi conseguenti raid dello Stato Ebraico.

La conferma è arrivata in una nota della Farnesina. "Sono felice di confermare che un primo gruppo di italiani che avevano intenzione di lasciare Gaza è uscito dalla Striscia" ha dichiarato il Vice Presidente del Consiglio e Ministro degli Esteri Antonio Tajani.

Il gruppo degli italiani a Gaza prima di ieri era formato da 19 persone: 7 con passaporto italiano, altri 7 con doppio passaporto e 5 cooperanti palestinesi.

I primi italiani usciti da Gaza

I concittadini usciti da Gaza sono Giuditta Brattini, Maya Papotti, Laura Canali e Jacopo Intini. Dopo il primo gruppo (nel quale era presenta anche la moglie palestinese di uno dei volontari), stamani anche una bimba italiana di sei anni e la mamma palestinese hanno attraversato il valico di Rafah. Sono ora in Egitto, assistite dal personale dell'Ambasciata d'Italia al Cairo per il successivo rientro in Italia.

La Farnesina ha definito “molto complessa” l’operazione che ha coinvolto l’ambasciata del Cario, la rappresentanza diplomatica a Tel Aviv, il consolato generale a Gerusalemme, l’Unità di Crisi e l’intelligence “per la situazione sul terreno e le difficoltà nelle comunicazioni”. Altri due italiani potrebbero uscire nelle prossime ore.

"Continuiamo a lavorare per gli altri italiani e congiunti che sono ancora nella Striscia. Contiamo di farli uscire con le prossime aperture, programmate per i prossimi giorni", ha spiegato il ministro.

Chi sono i quattro volontari italiani

I primi quattro italiani che hanno lasciato ieri Gaza sono dunque Laura Canali di Human Rights Watch, Maya Papotti di Azione contro la fame, Giuditta Brattini dell’associazione Gazzella e Jacopo Intini di Cooperazione internazionale Sud Sud con la moglie palestinese Amal Khayal, capomissione, conosciuta tre anni fa proprio a Gaza.

Uscendo hanno detto: “Ce ne andiamo ma il nostro pensiero ora va a ciò che lasciamo, al disastro di Gaza. I bombardamento continuano, non si sono mai fermati e adesso che siamo fuori, vogliamo ancora rilanciare l’appello di tutte le Ong internazionali per il cessate il fuoco e l’ingresso degli aiuti umanitari”. Giuditta Brattini a Fanpage.it ha parlato di genocidio, qui si stanno violando diritti fondamentali”

Secondo la Ong Ciss entro le prossime 24 ore dovrebbero arrivare in Italia dopo essere stati ospitati da una struttura del Cairo messa a disposizione dalla nostra ambasciata.

51 CONDIVISIONI
613 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views