411 CONDIVISIONI
Conflitto in Ucraina
13 Maggio 2022
22:23

Chi è il generale Alexander Zhuravlyov che ha portato in Ucraina gli orrori della guerra in Siria

Zhuravlyov è stato promosso due volte dopo le vittoria in SIria e sarebbe stato lui a dare il via libera alle bombe a grappolo piovute su su Kharkiv, in Ucraina.
A cura di Antonio Palma
411 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

Durante l'offensiva russa nell'est dell'Ucraina nel febbraio scorso, su Kharkiv sono piovute decine di bombe a grappolo spesso attraverso l'uso di sistemi di missili a lancio multiplo "Smerch" col lancio di proiettili che rilasciano a loro volta decine di colpi su un'area delle dimensioni di un campo da calcio. Colpi micidiali che in aree abitate fanno stragi indiscriminate colpendo anche i civili. Un sistema che purtroppo hanno conosciuto sulla loro pelle i siriani durante la lunga guerra dei ribelli contro il presidente Bashar al-Assad. Un metodo sistematicamente messo in atto dai russi in Siria e ora adottato anche in Ucraina. Secondo quanto rivela la Cnn, alla base di tutto ci sarebbe il generale russo Alexander Zhuravlyov comandante della 79a brigata di artiglieria missilistica russa, con sede nella regione di confine di Belgorod.

Attraverso l'analisi delle immagini satellitari e indagini sul campo, la CNN infatti ha identificato la brigata di artiglieria missilistica che ha lanciato l'attacco con munizioni a grappolo nei distretti residenziali della seconda città ucraina e che è il gruppo direttamente comandato da Zhuravlyov, il generale che ha supervisionato uno dei capitoli più brutali della guerra in Siria. Il 57enne generale , già ufficiale nell'era sovietica, è stato schierato tre volte in Siria divenendo comandante di tutte le truppe russe nel paese durante il suo secondo mandato nel 2016. Un comando che si è caratterizzato per il sanguinoso assedio di Aleppo, ridotta a un cumulo di macerie dopo bombardamenti indiscriminati. Proprio sotto il suo comando infatti la cittadina, stretta in un morsa e affamata, è stata bersagliata da decine di attacchi documentati con munizioni a grappolo. Anche se Mosca ha sempre negato, secondo il Violations Documentation Center, che documenta le violazioni dei diritti umani in Siria, le munizioni a grappolo sono state usate 137 volte ad Aleppo tra il 10 settembre e il 10 ottobre 2016.

Anche a Kharkiv video, testimonianze e ferite sui civili confermano l'uso di questi ordigni indiscriminati da parte delle forze armate russe. Attacchi che, secondo la Cnn, sono avvenuti tutti dalla vicina regione russa di Belgorod, la regione militare sotto il comando di Zhuravlyov e che è dunque l'unico ufficiale che ha potuto dare il via libera per simili ordigni. Dopo i bombardamenti indiscriminati su Aleppo, Zhuravlyov  è stato promosso due volte l'anno successivo ed è diventato comandante del distretto militare occidentale, la zona dove sarebbero partiti gli ordigni a grappolo su Kharkiv e altre parti dell'Ucraina.

411 CONDIVISIONI
2585 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni