7.979 CONDIVISIONI
Covid 19
29 Novembre 2021
16:32

Austria, leader No Vax morto di Covid: tentava di curarsi in casa con clisteri di candeggina

Johann Biacsics, uno dei più ostinati e convinti No Vax austriaci, è morto dopo aver contratto il Covid-19. Per giorni ha tentato di curarsi con clisteri a base di candeggina.
A cura di Davide Falcioni
7.979 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Johann Biacsics, uno dei più ostinati e convinti No Vax austriaci, è morto dopo aver contratto il Covid-19. Come racconta il quotidiano Die Zeit l'uom è stato accompagnato dai familiari all'ospedale di Vienna all'inizio di novembre in condizioni già severe, con gravi difficoltà respiratorie causate dall'infezione da coronavirus. Biacsics – esponente di spicco del movimento dei cosiddetti "pensatori laterali" – dopo aver rifiutato in precedenza il vaccino ha ripetutamente detto "no" anche alle cure che i dottori gli avevano proposto: il 65enne, infatti, si era convinto di essere già guarito dal Covid nonostante un tampone molecolare avesse dato un esito completamente diverso e fosse positivo.

L'attivista No Vax ha insistito per essere riportato a casa e lì ha deciso di "curarsi" – per modo di dire – con una soluzione a base di candeggina, una sostanza presentata come cura miracolosa contro il Covid-19 e di gran voga tra scettici, negazionisti e cultori delle terapie alternative e domiciliari in Austria. A propagandarne l'uso – al grandi quantità e tramite un clistere – è da mesi il medico e giornalista Christoph Specht. La scelta di non affidarsi ai dottori e al metodo scientifico si è però rivelata ben presto sbagliatissima perché nel giro di alcuni giorni il 65enne è morto. Poco prima i suoi familiari hanno chiamato un'ambulanza, ma quando i soccorritori sono arrivati a casa dell'uomo era ormai troppo tardi.

Johann Biacsics era noto tra i No Vax austriaci per i suoi libri, articoli e video di YouTube sul tema dell'autoguarigione. Il 65enne era convinto che la medicina alternativa potesse curare anche malattie gravi come il cancro. Due settimane prima della sua morte, Biacsics ha preso parte a diverse manifestazioni contro le chiusure organizzate a Vienna, diffondendo fake news e teorie del complotto. "Ci sono principalmente persone vaccinate nelle unità di terapia intensiva. Il 67 percento è vaccinato", disse Biacsics ai giornalisti televisivi presenti. Quando i cronisti lo corressero, aggiunse di avere "informazioni privilegiate".

7.979 CONDIVISIONI
29558 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni