Il Coronavirus Covid-19 è arrivato a Londra, dove è stato registrato il primo caso positivo. Si tratta di una cittadina cinese che è arrivato in volo nella City. Sale così a 9 il numero degli infetti nel Regno Unito. La donna, stando a quanto riferito dalla stampa britannica, è attualmente in cura in isolamento per la malattia al Guy's and St Thomas' Hospital, nel Sud della Capitale. Pare sia arrivata in Europa qualche giorno fa dalla Cina, dove è stata contagiata, ma non sono stati resi noti ulteriori dettagli. In tutto il Paese sono 1758 le persone che sono state sottoposte al test per il Coronavirus, di cui la maggior parte ha dato esito negativo.

Intanto, in città è scoppiato il panico, con i funzionari del Ministero sulle tracce di chiunque sia venuto in contatto con lei. Solo all'inizio della settimana il segretario alla Sanità Matt Hancock ha dichiarato che l'epidemia di Coronavirus è una minaccia "seria e imminente" per i cittadini britannici. Gli esperti avevano d'altronde avvertito che Londra sarebbe stata a maggior rischio rispetto a qualsiasi altra città europea a causa del numero di visitatori cinesi che vi accorrono ogni anno.

Coronavirus, annullata a Barcellona la Fiera della telefonia

Intanto, cresce la preoccupazione per nuovi eventuali contagi anche nel resto d'Europa. Il Mobile World Congress, la più importante fiera della telefonia mobile in programma a fine febbraio a Barcellona, non si terrà proprio a causa del Coronavirus. Lo ha deciso la Gsma, l'associazione mondiale degli operatori delle telecomunicazioni che organizza l'evento, al termine di una riunione. Come riferito da Bloomberg, il Ceo John Hoffman ha spiegato che l'epidemia ha reso "impossibile" lo svolgimento della manifestazione, che di conseguenza è stata cancellata.  Tra le defezioni eccellenti, ci sono quelle di Ericsson, Lg, Amazon, Nvidia, Facebook e Hmd Global.

Ma l'epidemia comincia a rallentare

Tuttavia, nonostante l'aumento del numero dei morti, arrivato a superare i 1110, e dei contagi, starebbero crescendo anche le guarigioni, come ha comunicato il presidente cinese Xi Jinping. Il maggior numero di pazienti resta in Cina, mentre in Europa a detenere il primato dei casi positivi al nuovo Coronavirus è la Germania, a quota 16, seguita da Francia con 11 e Gran Bretagna con 9. Anche il Dalai Lama su consiglio dei suoi medici personali ha proclamato una sorta di auto isolamento. Ha annullato tutti gli impegni pubblici fino a nuovo avviso.