Una ragazza di 15 anni è stata arrestata dalla polizia di Lang'ata a Nairobi in Kenya dopo che avrebbe accoltellato a morte il suo fidanzato, uno studente delle superiori di 19 anni, con due colpi in pieno petto.
Gli sforzi dei medici per salvare il ragazzo sono stati inutili e il giovane è stato dichiarato morto subito dopo l'arrivo all'ospedale di St. Mary, dove è stato trasportato d'urgenza. Il corpo della vittima è ora all'obitorio in attesa dell'autopsia per confermare la causa della morte. La ragazza è invece stata portata alla stazione di polizia locale di Lang'ata per essere interrogata.

A scatenare il tragico gesto, secondo quanto hanno riferito i testimoni presenti sul posto, sarebbe stata una furiosa lite. I due adolescenti avevano una relazione da tempo e passavano molto tempo insieme durante il giorno. I vicini hanno raccontato di aver sentito dei rumori e delle urla provenire dalla casa di lei, dove i due si trovavano in quel momento. La motivazione dell'alterco, sempre a detta dei testimoni, sarebbe stata la gelosia della ragazza, che ha affrontato il suo partner dopo averlo visto parlare con un'altra. Accorsi sul posto per controllare costa stesse succedendo, i vicini si sono ritrovati di fronte ad una scena da film horror. Il ragazzo era a terra e si contorceva per il dolore ricoperto di sangue.

La madre della quindicenne ha dichiarato alle autorità di essere sconvolta dal gesto e di non riuscire a spiegarsi come mai sua figlia, una normale studentessa, abbia potuto commettere un omicidio tanto brutale.