731 CONDIVISIONI
Conflitto in Ucraina
10 Giugno 2022
18:10

A Mariupol rischio epidemia di colera: “Scoperti casi a maggio, servizi sanitari vicini al collasso”

L’allarme lanciato dall’Intelligence inglese nel bollettino quotidiano sulla guerra in Ucraina: “Mariupol è a rischio di una grave epidemia di colera. Da maggio sono stati segnalati casi isolati. Servizi sanitari già vicini al collasso”.
A cura di Ida Artiaco
731 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

A Mariupol potrebbe presto scoppiare un'epidemia di colera. È questo l'allarme lanciato dall'Intelligence inglese nel suo bollettino quotidiano sulla guerra in Ucraina. Mentre continuano i combattimenti sul fronte Est, in particolare nell'area di Severodonetsk, ancora controllata in gran parte da Mosca, a preoccupare il Ministero della Difesa britannico è la città del Sud, affacciata sul mar d'Azov, fino a qualche settimana fa bersaglio dell'offensiva russa.

Secondo l'Intelligence inglese, la "Russia sta lottando per fornire servizi pubblici di base alle popolazioni nei territori occupati. L'accesso all'acqua potabile non è stato continuo, mentre continuano le gravi interruzioni dei servizi telefonici e Internet". Viene segnalata anche "una grave carenza di medicinali a Kherson, mentre Mariupol è a rischio di una grave epidemia di colera. Da maggio sono stati segnalati casi isolati di questa patologia".

Il Ministero della Difesa britannico ricorda che "l'Ucraina ha subito una grave epidemia di colera nel 1995 e da allora ha sperimentato piccoli focolai, soprattutto intorno alla costa del Mar d'Azov, tra cui anche Mariupol". Ma il problema è che "i servizi sanitari sono già quasi al collasso: una grave epidemia di colera nella città aggraverebbe ulteriormente la situazione".

Nei giorni scorsi lo stesso allarme era stato lanciato anche dal vicesindaco della città ucraina, Sergei Orlovio, sottolineando – secondo quanto precisano alcuni siti ucraini – che le forze d'occupazione russa hanno messo la città in quarantena. "Mariupol è sull'orlo di un'epidemia esplosiva di colera: sta letteralmente annegando nelle acque contaminate dai rifiuti e da sepolture improvvisate, aggravate dall'arrivo del caldo", avrebbe riferito. Anche Petro Andryushchenko, uno dei funzionari dell’amministrazione locale ora in esilio, ha detto che i cadaveri lasciati a decomporsi per le strade della città e la grande quantità di rifiuti stanno contaminando le fonti d’acqua potabile, con rischi non solo legati al colera, ma anche ad altri problemi di salute come la dissenteria. Su Telegram ha scritto che: "Ci sono sepolture improvvisate in praticamente ogni campo di Mariupol. I corpi si stanno decomponendo sotto le macerie di centinaia di edifici, e stanno letteralmente avvelenando l’aria".

731 CONDIVISIONI
2693 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni