Chiude lo stabilimento piemontese del Caffè Hag, il più noto dei decaffeinati. Il gruppo Jde ha deciso di chiudere il sito produttivo di Andezeno, alle porte di Torino e l'unico in Italia, e trasferire la produzione nelle altre fabbriche europee. La società, presente sul mercato italiano con un altro marchio storico, quello del caffè Splendid, ha aperto la procedura di licenziamento per tutti i dipendenti, cinquantasette persone. I sindacati Uila e Flai hanno proclamato lo stato di agitazione. La Jde annuncia l'apertura già da oggi della procedura di licenziamento collettivo e la cessazione delle attività dal primo gennaio 2019. Hag è stato il primo caffè decaffeinato italiano. Fino a una decina di anni fa nello stabilimento alle porte di Torino si producevano cinquemila tonnellate di decaffeinato e le stime dell'azienda prevedevano addirittura un incremento. La fabbrica di Andezeno è stata fondata nel 1920.

Sindacati: “Scelta scellerata” – I sindacati hanno proclamato due giornate di sciopero e fanno sapere di considerare la scelta di chiudere il sito produttivo di Andezeno "scellerata", perché in quello stabilimento si producono due prodotti storici per il mercato italiano, appunto il caffè Splendid e l'Hag, "si licenziano tutti i lavoratori e si spostano le produzioni negli altri stabilimenti europei". Secondo le organizzazioni sindacali si aprirà ora un grosso problema per i cinquantasette dipendenti e per un territorio che già ha gravi problemi occupazionali. Flai Cgil, Uila Uil e Rsu chiedono “l'immediato ritiro dell'apertura della procedura di licenziamento collettivo, chiedono di riaprire un tavolo sindacale per trovare soluzioni e risposte che prevedano il mantenimento dell'occupazione nell'unico stabilimento Splendid e Hag in Italia, quello di Andezeno”. È stata anche chiesta “l'attivazione dei tavoli istituzionali a partire dalla Regione Piemonte”.