14 Maggio 2022
08:58

Bonus auto e moto, da lunedì arrivano gli incentivi per l’acquisto fino a 5mila euro

Lunedì 16 maggio dovrebbe essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto per il bonus auto e moto e i contratti di vendita stipulati con i concessionari saranno validi da quel giorno.
A cura di Giacomo Andreoli

Partono i nuovi incentivi per l'acquisto di auto e moto elettriche, ibride e a bassa emissione, con sconti fino a 5mila euro. Il Ministero dello sviluppo economico ha fatto sapere che l'apposito decreto sta per essere pubblicato sulla Gazzetta ufficiale e diventerà subito operativo. La pubblicazione dovrebbe avvenire dopodomani, lunedì 16 maggio e i contratti di vendita stipulati con i concessionari saranno validi da quel giorno. I concessionari, però, potranno accedere alla piattaforma di prenotazione del ministero, gestita da Invitalia, solo da mercoledì 25 maggio, sulla base dei contratti stipulati da lunedì.

Ora, quindi, arriveranno ben 650 milioni l'anno di incentivi per un triennio, con circa 2 miliardi di spesa da qui al 2024. Ogni volta si andrà fino ad esaurimento fondi, a meno di ulteriori rifinanziamenti. Sul sito del ministero dello Sviluppo economico si può controllare man mano lo stato degli stanziamenti. Le risorse messe in campo dal governo rientrano nel Fondo automotive, che prevede una dotazione complessiva di quasi 9 miliardi di euro fino al 2030 (per la precisione 8,7 miliardi).

Bonus auto e moto, quali incentivi sono previsti e per chi

Per comprare auto elettriche o ibride nuove lo sconto massimo è di 5mila euro, rottamando vecchi veicoli inquinanti. Gli importi previsti dall'ecobonus sono:

  • per comprare veicoli di categoria M1 nella fascia di emissioni 0-20 g/km, cioè auto elettriche che costano fino a 35mila euro, 3mila euro, a cui se ne aggiungono altri 2mila con la rottamazione di un’auto con classificazione inferiore a Euro 5;
  • per comprare veicoli di categoria M1 nella fascia di emissioni 21-60 g/km, cioè auto ibride plug-in che costano fino a 45mila euro, 2mila euro, a cui se ne aggiungono altri 2 mila euro con la rottamazione (sempre di auto inferiore a Euro 5);
  • per comprare veicoli di categoria M1 nella fascia di emissioni 61-135 g/km, cioè auto endotermiche a basse emissioni che costano fino a 35mila euro, 2mila euro con la rottamazione di un’auto inferiore a Euro 5.

Per tutto il 2022 questi tre sconti sono finanziati con 220, 225 e 170 milioni di euro.

Oltre agli sconti per l'auto nel decreto ci sono i bonus per l'acquisto di moto elettriche ed ibride di categorie L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7. Sono previsti: fino a 3mila euro per coprire il 30% del prezzo del veicolo e fino a 4mila per coprirne il 40% in caso di rottamazione di una moto da Euro 0 a Euro 3. Per l'acquisto di motocicli e ciclomotori termici nuovi, invece, ci sono uno sconto del venditore del 5% e un contributo statale del 40% del prezzo d'acquisto, fino a 2500 euro con rottamazione. Per le due misure, quest'anno, sono a disposizione rispettivamente 15 e 10 milioni di euro.

Per le piccole e medie imprese, infine, ci sono incentivi per l'acquisto di nuovi veicoli commerciali elettrici di categoria N1 e N2, cioè mezzi per il trasporto merci. Si deve però rottamare un veicolo inferiore a Euro 4. Se lo si fa è previsto un contributo di: 4 mila euro per veicoli N1 fino a 1,5 tonnellate, 6mila per veicoli N1 tra 1,5 e 3,5 tonnellate, 12mila per veicoli N2 tra 3,5 e 7 tonnellate, 14mila per veicoli N2 superiori a 7 tonnellate. Per tutto il 2022 ci sono a disposizione 10 milioni di euro.

Ecobonus 2022, il possibile click day

I nuovi sconti su auto e moto saranno direttamente applicati dai rivenditori, che si possono registrare in un'apposita area sul sito del ministero dello Sviluppo economico, prenotando i contribuiti per ogni veicolo. Il bonus viene quindi erogato direttamente dal venditore a chi compra l'auto o la moto, abbassando il prezzo d'acquisto. Saranno poi le imprese costruttrici o importatrici del veicolo nuovo a rimborsare al venditore l’importo del contributo. Queste aziende recuperano l’importo del contributo dallo Stato sotto forma di credito d’imposta.

Potrebbe quindi esserci un click day il prossimo 25 maggio per i concessionari che si vogliono assicurare l'accesso alle agevolazioni. Le maggiori richieste arriveranno per la fascia 61-135 g/km, formata da modelli termici tradizionali con alimentazione a benzina, gasolio e Gpl.

Bonus revisione auto e moto 2022: a chi spetta, come richiederlo e come funziona
Bonus revisione auto e moto 2022: a chi spetta, come richiederlo e come funziona
Bonus da 200 euro per lavoratori e pensionati: tutto quello che c'è da sapere e come ottenerlo
Bonus da 200 euro per lavoratori e pensionati: tutto quello che c'è da sapere e come ottenerlo
Landini: "Il bonus da 200 euro è meglio di niente, ma non risolve il problema"
Landini: "Il bonus da 200 euro è meglio di niente, ma non risolve il problema"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni