Ognuno ha i propri gusti in fatto di storie, generi e autori, ma ci sono alcuni libri che superano queste categorie e sono semplicemente necessari. Una bella storia vale più di una copertina accattivante, o di un'operazione pubblicitaria: alcuni romanzi restano nel cuore dei lettori a prescindere dalla data di uscita, dal nome dell'autore o dalla casa editrice che li pubblica.

Dal momento che è complicato destreggiarsi tra le novità che offre il mercato, i classici immancabili e le recensioni della critica, abbiamo ideato per voi questa guida di libri da leggere assolutamente, da cui potete prendere spunto per decidere cosa mettere in valigia.

Dalle novità editoriali ai libri per ragazzi, passando per saggi, reportage e graphic novel, ecco un vademecum di letture necessarie, tutte disponibili su Amazon nella sezione Libri. Perchè? Perchè leggere è uno dei passatempi più ricchi di sempre, e con pochi euro si possono acquistare storie dal valore incommensurabile.

Libri da leggere nel 2020: novità da non perdere

Quest'anno sono arrivate in libreria tante novità tutte da sfogliare: non è sempre facile orientarsi tra le tante novità letterarie in uscita ogni mese, quindi ecco i nostri consigli di libri freschi di stampa da non perdere. Se nessuna di queste proposte vi convincerà, potete dare un'occhiata alla categoria di Amazon dedicata alle novità, tutte preordinabili senza costi aggiuntivi.

M. L'uomo della provvidenza (Antonio Scurati)

La prima novità di quest'anno che vi proponiamo è un attesissimo ritorno. Stiamo parlando di Antonio Scurati, che dopo aver vinto il premio Strega 2019 con "M. Il figlio del secolo", torna con M. L'uomo della provvidenza, in cui si continua a raccontare la sua figura, a partire da dove i fatti si erano interrotti nel primo volume. Questa volta, però, poco spazio è dato all'introspezione del personaggio: al centro della storia c'è il delirio di onnipotenza che ha condotto ad una delle pagine più brutte della nostra storia.

Riccardino (Andrea Camilleri)

Un'altra novità di quest'anno che vi proponiamo è Riccardino, l'ultimo libro di Andrea Camilleri pubblicato ad un anno dalla sua morte. Non solo l'ultima grande opera del maestro della letteratura italiana, ma anche il saluto al commissario Montalbano, il personaggio che accompagna le nostre letture ormai da anni con le sue indagini. Il libro è stato pubblicato dalla Sellerio.

Ali d'argento (Camilla Läckberg)

Camilla Läckberg è tornata. La scrittrice svedese è in libreria con il suo nuovo romanzo, Ali d'argento. Grazie a un piano raffinato e crudele, Faye si è lasciata alle spalle il tradimento e le umiliazioni inflitte dall'ormai ex marito Jack e sembra aver ripreso in mano la sua vita. Ma qualcosa rischia di far crollare la sua ritrovata serenità; per evitare il peggio, Faye chiede l'aiuto di un gruppo fidato di donne. Il libro è stato portato in Italia dalla casa editrice Marsilio.

I valori che contano (Diego de Silva)

Vincenzo Malinconico è tornato. Dopo tanto attendere, ritroviamo il simpatico avvocato nato dalla penna di Diego de Silva. Ne I valori che contano, edito da Einaudi, il nostro vecchio amico deve affrontare una prova di vita molto dura; ma, per non deluderci, l'affronterà con la sua solita leggerezza e il suo essere perennemente sopra le righe. Anche questa volta le risate sono assicurate.

La Ragazza del sole (Lucinda Riley)

Tra le novità letterarie più apprezzate degli ultimi mesi c'è anche La ragazza del sole di Lucinda Riley, edito dalla casa editrice Giunti. La protagonista del libro è Electra d'Aplièse, una famosa modella che, dietro ai brillantini, alle feste e ai vestiti all'ultima moda nasconde un animo molto fragile, incapace di reggere le pressioni di quel mondo fatto di copertine. Sesto di sette, questo libro continua ad entusiasmare, come gli altri che compongono la saga.

La strada di casa (Kent Haruf)

Se siete amanti di Kent Haruf, allora lo stavate aspettando. La strada di casa è l'ultimo libro dell'autore rimasto non tradotto in italiano; o almeno lo era fino a giugno, quando, finalmente, è arrivato in libreria anche qui. Edito da NN Editore, il libro ci riporta ad Holt, cittadina ormai nota ai fedelissimi di Haruf. Il protagonista della storia, questa volta, è jack Burdette, un uomo dal passato difficile che torna a casa per fare i conti con un grande dolore.

Le altre novità da leggere nel 2020

Giura (Stefano Benni): edito dalla casa editrice Feltrinelli, il libro racconta la storia di Febo, un ragazzino di tredici anni che vive con i nonni in un piccolo paesino popolato da gente bizzarra e fuori dal comune, sulla quale circolano storie strane e fantastiche. La sua più grande amica è Luna, una ragazzina muta e ribelle. I due saranno lontani per molto tempo, ma faranno di tutto per incontrarsi di nuovo.

Ragazzo Italiano (Gian Arturo Ferrari): finalista al Premio Strega 2020, il libro è ambientato nel dopoguerra e racconta di Ninni, un ragazzino lombardo che impara a crescere e a trovare il suo posto nel mondo grazie a sua nonna, che gli insegna l'amore per i libri e per l'autonomia. Sullo sfondo, un'Italia che si rialza e tenta di risorgere dalle sue ceneri.

L'enigma della camera 622 (Joël Dicker): dopo la verità sul caso di Harry Quebert e tanti altri successi letterari, Joël Dicker torna in libreria con un nuovo mistero. La vicenda si svolge in Svizzera, nel Palace de Verbier, un lussuoso hotel. Durante l'annuale festa di una importante banca d'affari di Ginevra un omicidio sconvolge tutti i presenti e non solo. Il cadavere viene ritrovato nella stanza 622 dell'albergo.

Ah l'amore l'amore (Antonio Manzini): Rocco Schiavone deve risolvere un nuovo caso. Questa volta, si ha a che fare con un torbido e spiacevole caso di malasanità. Il vicequestore di Aosta, alla soglia dei cinquant'anni, si ritrova a dover smussare alcuni angoli del suo carattere, per lavoro e (forse) per amore, pur senza rinunciare alle ombre del suo carattere.

L'inverno più nero (Carlo Lucarelli): nuove indagini anche per il commissario De Luca. Siamo a Bologna, nel 1944. Tra il freddo e le macerie causate dai bombardamenti, il commissario viene chiamato a risolvere tre casi di omicidio che sembrano essere collegati tra loro. I corpi senza vita sono stati ritrovati nel centro della città, lì dove i soldati sono più concentrati.

La misura del tempo (Gianrico Carofiglio): concludiamo la tripletta dei ricordi con un nuovo caso in cui è coinvolto l'avvocato Guido Guerrieri. Questa volta, l'uomo sarà costretto a riaprire un cassetto della sua gioventù che sperava di aver chiuso per sempre. E, perché i nodi vengano al pettine, bisogna tenere a mente che ogni minuto, a volte, può fare la differenza.

Come un respiro (Ferzan Ozpetek): giunto al suo terzo libro, Ozpetek si cimenta in un thriller. Sergio e Giovanna sono una giovane coppia romana a cui piace organizzare pranzi in compagnia di amici. Proprio poco prima di uno di questi pranzi, una domenica, alla porta di casa loro si presenta una sconosciuta. La donna farà riaffiorare ricordi poco piacevoli, che segneranno per sempre le loro vite e quelle dei loro amici.

Nel contagio (Paolo Giordano): uscito a marzo, questo libro è una riflessione su cosa significa dover fare fronte comune durante una situazione d'emergenza totalmente inaspettata e dalla portata enorme. Cosa significa dover assumere atteggiamenti e comportamenti tenendo conto degli altri? Quali sono le implicazioni e le conseguenze del vivere in una società coesa?

Bastava chiedere! 10 storie di femminismo quotidiano (Emma): introdotto da Michela Murgia, questo libro aiuta a riflettere sulla definizione di femminismo e da come la donna viene vista e recepita dagli altri. Le situazioni analizzate sono diverse, l'analisi comprende il mondo del lavoro, ma anche la sfera privata. E, se non siete femmisti, rischiate di diventarlo.

L'invenzione di noi due (Matteo Bussola): altra nuova uscita Einaudi è il nuovo libro di Matteo Bussola. Milo è sposato con Nadia da quindici anni, ma il loro matrimonio è praticamente morto, lei è totalmente distante da lui. Nel tentativo di rivedere nei suoi occhi la fiamma dell'amore, l'uomo decide di scriverle delle lettere, senza però rivelarle la sua identità.

Libri per ragazzi da leggere nel 2020

Le buone abitudini si coltivano fin da piccoli: è una verità che vale per tutto, anche per la lettura. La narrativa per ragazzi sta crescendo moltissimo, proponendo libri sempre più originali e sofisticati, che rispondano alle esigenze e ai desideri dei ragazzi di oggi. Ecco una selezione di grandi storie per piccoli grandi lettori, scelti dal più ampio mondo dei libri per ragazze e ragazzi.

Hunger Games – Ballata dell'usignolo e del serpente (Suzanne Collins)

Pronti per affrontare di nuovo gli Hunger Games? Ballata dell'usignolo e del serpente comincia all'alba dell'inaugurazione della decima edizione dei giochi. Coriolanus Snow ha diciotto anni e si sta preparando per parteciparvi in qualità di mentore. Il buon nome della casata degli Snow è nelle sue mani. La sorte, però, non è stata buona con lui: il ragazzo, infatti, è stato assegnato al distretto più debole di tutti. Riuscirà comunque ad uscirne vincitore?

Anche Superman era un rifugiato. Storie vere di coraggio per un mondo migliore (AAVV)

I rifugiati del passato come Enea e Dante incontrano i rifugiati di finzione come Superman, e i rifugiati veri come Alidad Shiri, che qui racconta la sua storia. Prodotto da UNHCR, l'Alto Commissariato dell'ONU per i rifugiati, in collaborazione con Piemme e Battello a Vapore, questo libro insegnerà ai vostri bambini e ragazzi che la storia si ripete, che l'uomo è cittadino del mondo, e che non è possibile o giusto voltarsi dall'altra parte, mai.

Wonder (R.J.Palacio)

Acclamato a più voci come uno tra i libri per ragazzi più bello di sempre, e letto dai ragazzini di tutto il mondo, questa edizione raccoglie Wonder, il romanzo principale, e i tre spin-off raccontati dalle voci dei personaggi che ruotano attorno al protagonista. Una storia di accettazione e inclusione delle differenze, amicizia, solidarietà e rispetto per l'altro, scritta per i ragazzi, ma che anche molti adulti dovrebbero leggere.

Il signore delle mosche (William Golding)

Un incidente aereo, un atterraggio di fortuna, gli adulti sono tutti morti e i bambini devono organizzarsi e creare un prototipo di società: cosa succederà? Proposto in una nuova edizione con copertina di Gipi, Il signore delle mosche è un pugno nello stomaco, ed è importante che i ragazzi lo leggano e ci riflettano su, senza però dimenticare di sorridere.

Le ragazze non hanno paura (Alessandro Ferrari)

Le ragazze non hanno paura è la storia di Mario Brivio, un ragazzo di tredici anni che, se potesse scegliere, vorrebbe essere invisibile, per sfuggire agli sguardi dei bulli della scuola. Tutto cambia un'estate, quando, alla fine della scuola, sua mamma decide di mandarlo in vacanza da una zia a Castelnero. Proprio lì, conoscerà Tata, la ragazza più bella che abbia mai visto. Grazie a lei, entrerà a far parte di una banda composta da sole ragazze

I più bei libri per ragazzi da leggere

  • Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare (Luis Sepulveda): un classico per ragazzi, la storia di un'amicizia tra un gatto e un uccello, che finisce per essere ricoperto di petrolio a causa dell'inquinamento delle acque e affida al gatto il suo uovo, con la promessa che insegnerà alla piccola gabbianella a volare.
  • Due di due (Andrea De Carlo): un'emozionante storia di formazione ambientata nella Milano delle tensioni studentesche. Avventurosa e commovente, sarà difficile staccarsi da questo libro una volta terminato, infatti vi resterà addosso per un po', e magari vi verrà voglia di rileggerlo. Uno dei primi romanzi di Andrea De Carlo, tra i massimi autori italiani contemporanei.
  • Il gabbiano Jonathan Livingstone (Richard Bach): un racconto per parole e immagini semplice ma ricco di significati importanti per ragazzi di tutte le età. Dedicato a chi ha bisogno di una spinta per spiccare finalmente il volo.
  • L'amico ritrovato (Fred Uhlman): ambientato nella Germania nazista, questo libro fa parte della Trilogia del Ritorno, e racconta l'amicizia tra due bambini, uno tedesco e uno ebreo. Una pietra miliare della letteratura contemporanea.
  • Nel mare ci sono i coccodrilli (Fabio Geda): è una storia vera, quella che Fabio Geda racconta all'interno di questo libro piccolo e importante, quasi necessario in un periodo storico come quello che stiamo vivendo.
  • La solitudine dei numeri primi (Paolo Giordano): i numeri primi sono divisibili solo per 1 e per se stessi. I protagonisti di questa storia – che voi e i vostri ragazzi divorerete – sono proprio due numeri primi, portatori di sofferenze e colpe: Paolo Giordano ci racconta la loro storia nel suo romanzo d'esordio, che ha rapito migliaia di lettori.
  • Mio fratello rincorre i dinosauri (Giacomo Mazzarol): quando a cinque anni ti dicono che stai per avere un fratello, pensi che sarà speciale. Ma cosa succede quando scopri che "speciale" non significa che è provvisto di superpoteri? Questo libro è un viaggio alla scoperta della disabilità, un modo simpatico per spiegare qualcosa che, quando si è piccoli, può sembrare più difficile di quel che è.
  • Harry Potter (J. K. Rowling): la saga più famosa al mondo è sempre una buona idea, per introdurre i ragazzi alla lettura. Una volta cominciato questo viaggio con Harry, Ron, Hermione e tutti gli altri, sarà difficile tornare indietro. La scuola di magia e stregoneria di Hogwarts diventerà una seconda casa e anche Colui-che-non-deve-essere-nominato non farà poi così paura.
  • Il barone rampante (Italo Calvino): il barone Cosimo Piovasco di Rondò ha dodici anni e zero voglia di seguire le regole della sua famiglia. Così, un bel giorno, decide di andare a vivere su un albero. Vani i tentativi dei suoi genitori e dei suoi fratelli di farlo tornare letteralmente con i piedi per terra, il ragazzo rimarrà ancorato al suo albero.
  • A un metro da te (Rachael Lippincott): fin da quando è bambina, Stella entra ed esce dagli ospedali, per colpa dei polmoni malandati che si ritrova; la sua salute precaria le impone di seguire numerose regole e di mantenere le distanze dagli altri, per evitare complicazioni. Eppure, il suo carattere le imporrebbe di avere il controllo su tutto ciò che succede.
  • Io, te e il mare (Marzia Scignano): questo libro è perfetto per gli adolescenti alle prese con il primo amore. Tra prosa e poesia, infatti, riscopriamo la bellezza delle prime volte e i turbamenti interiori di chi sta imparando a conoscere e vivere il mondo, mentre ancora cerca di trovare se stesso e la propria identità.
  • La chiave segreta per l'universo (Lucy Hawking): George vive con il suo maiale domestico Fred e due genitori ecoguerrieri che vorrebbero fare di lui un coltivatore biologico. Un giorno, il ragazzo conosce i suoi nuovi vicini: la fantasiosa Annie, il suo papà scienziato Eric, e anche Cosmos, un computer parlante.

Potrebbe interessarti anche: libri per bambini da 6 a 12 anni, i più coinvolgenti e amati da bambini e ragazzi

I migliori libri italiani da leggere una volta nella vita

Letti, analizzati, studiati anche all'estero: la narrativa italiana contemporanea sta vivendo un periodo particolarmente vivace, superando i confini nazionali e trovando un grande successo in Europa e nel mondo. Quali sono gli scrittori italiani da tenere d'occhio nel 2020? Ecco le nostre proposte di libri italiani che non possono mancare tra le vostre letture.

L'amica geniale (Elena Ferrante)

La serie TV tratta da questo libro sta avendo un enorme successo, ma anche il romanzo – anzi, la saga, visto che si tratta di 4 libri – merita ampiamente di essere letto. Dalla penna di Elena Ferrante (un nome di fantasia, in quanto l'identità dell'autrice è ancora sconosciuta) arriva L'amica geniale, una storia toccante, vera, che ci riporta agli anni del dopoguerra e accompagna il destino di Lila e Lenù, due ragazze che hanno conquistato i cuori di mezza Italia.

Il mondo deve sapere. Romanzo tragicomico di una telefonista precaria (Michela Murgia)

Il mondo deve sapere, il primo romanzo di Michela Murgia, riproposto in una nuova edizione con copertina del visual artist LRNZ, racconta della sua esperienza di lavoro in un call center, tra balletti motivazionali, ricatti psicologici, mobbing, allucinazioni collettive. Da questo spettacolare memoir – che ha consacrato la Murgia come una delle voci più interessanti della letteratura italiana – è stato tratto il film "Tutta la vita davanti".

Il sogno della macchina da cucire (Bianca Pitzorno)

Il ritorno di Bianca Pitzorno, autrice eccezionale di libri per ragazzi, è già di per sè un fatto degno di nota. Se poi si tratta di una storia calata nel contesto dell'Ottocento, e la protagonista è una sartina a giornata che sogna di comprare una macchina da scrivere, ecco che questo libro non può non essere nella vostra wishlist: stiamo parlando de Il sogno della macchina da cucire, edito da Bompiani.

L'amore è eterno finchè non risponde (Ester Viola)

Può una notifica cambiare il nostro umore e la nostra giornata? Ester Viola, tra le più interessanti voci narranti dell'amore postmoderno, esordisce con L'amore è eterno finchè non risponde, un romanzo tragicomico e attualissimo, che racconta le relazioni amorose di oggi tra spunte blu, notifiche, emoji, e chi più ne ha più ne metta. Quanto vale un libro così? Moltissimo, perchè non è scontato.

La cura dell'acqua salata (Antonella Ossorio)

Dopo il successo del suo primo romanzo, l'autrice partenopea torna in libreria con La cura dell'acqua salata, un romanzo storico a cavallo tra il Settecento e il secondo dopoguerra, che racconta la storia della famiglia Romeo a partire dal suo capostipite, Brais Barreiro, orafo galiziano. La vicenda parte dalla creazione, da parte di Brais, di un sapo gallego, un gioiello di splendida fattura che non vorrà mai più restituire al suo committente. Un romanzo perfetto per chi ama la Storia ben dosata con una trama di finzione e un contesto familiare.

Gli altri consigli di libri italiani da leggere

  • Bar Sport (Stefano Benni): è uno dei libri più conosciuti di Stefano Benni, e se non lo hai ancora letto dovresti rimediare. Rievocazione fedele di ogni bar di città e provincia, Bar Sport racconta con lucidità e ironia episodi di vita vera, che sapranno strapparvi un sorriso dolceamaro.
  • Il nome della rosa (Umberto Eco): se siete amanti dei gialli, non potete non leggere almeno una volta questo libro. Ambientato nel Medioevo, il libro racconta del tentativo di Guglielmo da Baskerville e Adso da Melk di risolvere il mistero che si cela dietro a sette omicidi, apparentemente slegati tra loro, ma in realtà accomunati da un libro, che sarà la chiave di svolta delle indagini.
  • Ti prendo e ti porto via (Niccolò Ammaniti): dedicato a chi cerca una storia travolgente e totalizzante, che lo tenga incollato alle pagine col fiato sospeso. Niccolò Ammaniti non ha bisogno di presentazioni, e questo romanzo, ambientato nella provincia, dove di solito succedono le cose inaspettatamente più interessanti, è tra le sue fatiche meglio riuscite.
  • Il re dei girgenti (Andrea Camilleri): tra i libri italiani da leggere assolutamente almeno una volta nella vita non poteva mancare un titolo di Andrea Camilleri, grande maestro scomparso da poco più di un anno. Questo romanzo è ambientato nella Sicilia del Settecento e racconta, ispirandosi ad una storia reale, di quando, durante il regno dei Savoia, il contadino Michele Zosimo si autoproclama re di Girgenti.
  • Io non ho paura (Niccolà Ammaniti): dello stesso autore, è una lettura imprescindibile anche questo romanzo. Ambientato in un paesino del sud dell'Italia, racconta una realtà brutale e disumana, vista con gli occhi di un bambino.
  • Nel muro (Mauro Corona): uscito lo scorso novembre, questo romanzo racconta la storia di un uomo che torna nella baita dei suoi antenati, su un non precisato monte in Italia settentrionale, e trova alcuni corpi mummificati. Sconvolto, dà inizio alla sua ricerca, che sarà più interiore che investigativa in senso stretto.
  • La bambina ovunque (Stefano Sgambati): cosa vuol dire diventare padre? Un padre non sente il bambino crescere, non ne percepisce l'evoluzione: si ritrova padre e basta. Il protagonista di questa storia sta per avere un bambino, fortemente voluto a seguito di una trafila di cure mediche che lui e la moglie hanno affrontato con convinzione. Ora che la bambina sta per arrivare cosa succederà? Un libro originale e spudorato nella sua sincerità.
  • Lisario o il piacere infinito delle donne (Antonella Cilento): una delle penne più raffinate d'Italia per un romanzo storico ambientato nella Napoli del Seicento, un intreccio sapientemente costruito e calato in una realtà storica finemente dettagliata. La storia di Lisario, che non parla, e di tutti gli uomini della sua vita, ansiosi di scoprire il segreto del piacere infinito delle donne.
  • L'arminuta (Donatella Di Pietrantonio): il libro che è valso a Donatella Di Pietrantonio, medico abruzzese, la fama nazionale e il Premio Campiello. La storia di una bambina che torna alla sua famiglia di origine nell'Abruzzo rurale del secondo Dopoguerra, un romanzo di formazione dal sapore dolceamaro.
  • Le otto montagne (Paolo Cognetti): vincitore del Premio Strega 2017, un romanzo che racconta la crescita del protagonista e del suo amico, così diverso e così uguale a lui. La vera protagonista del libro è però la montagna, con i suoi silenzi, i suoi pericoli e la sua autenticità rubata dalle piste sciistiche e dal turismo di massa.
  • Un uomo (Oriana Fallaci): l'autrice racconta la storia di Alekos Panagulis, patriota torturato e imprigionato dopo essersi ribellato al regime militare in Grecia. Un racconto crudo e che scava nel profondo, indagando su cosa voglia dire essere un eroe ed essere coerente sempre, assumendosi la responsabilità delle conseguenze.
  • Alexandros – la trilogia (Valerio Massimo Manfredi): gli appassionati di Storia non possono perdersi questa trilogia, riproposta da Mondadori in edizione economica. Valerio Massimo Manfredi racconta la vita leggendaria di Alessandro Magno, tra i più grandi condottieri di sempre, in un modo così vivido che vi sembrerà di essere sul campo di battaglia, al suo fianco.
  • Lessico famigliare (Natalia Ginzburg): è il libro più conosciuto e apprezzato dell'autrice, che racconta la storia della famiglia Levi a Torino tra gli anni Trenta e Cinquanta del Novecento. In questo romanzo la Ginzburg inventa e rielabora il quotidiano, facendoci riflettere sul nostro lessico familiare, ovvero quelle parole che diventano "tormentoni" in famiglia e vengono capite solo tra chi ne conosce il senso.
  • Leone (Paola Mastrocola): il nuovo romanzo di Paola Mastrocola, autrice sensibile e lucida saggista, parla di spiritualità, e di un bambino, Leone, che si ritrova a pregare Gesù da solo in qualsiasi posto gli capiti a tiro. Un romanzo da divorare, ma anche una riflessione sulle nuove vergogne e i nuovi tabù della nostra società, meno "liberal" di quanto si professi in teoria.
  • Momenti di trascurabile felicità (Francesco Piccolo): questo è un libro perfetto da acquistare per riappacificarvi con la lettura e superare il proverbiale "blocco del lettore". Con una prosa senza pretese, Francesco Piccolo racconta i suoi piccoli momenti di felicità, invitando il lettore a non perdersi neanche un istante di gioia, approfittando di ogni occasione di felicità che troverà sulla propria strada.
  • Bilico (Paola Barbato): unica sceneggiatrice donna di Dylan Dog, Paola Barbato sa scrivere bene degli anfratti più spaventosi e demoniaci dell'animo umano. In Bilico non ci sono buoni: anche la detective Giuditta Licari, psichiatra, è fredda e razionale quanto o anche più del killer che ha il dovere di scovare.
  • Addio fantasmi (Nadia Terranova): il ritorno nella casa della propria infanzia, il regolamento di conti con una distanza che è diventata assenza, il riavvolgimento del filo per scavare, capire e gettarsi alle spalle i fantasmi del passato. Nadia Terranova scrive un libro intenso ed emozionante, di cui tutti stanno parlando.
  • Lacci (Domenico Starnone): "se tu te ne sei scordato, egregio signore, te lo ricordo io: sono tua moglie". Comincia così questa storia, che racconta dell'abbandono, della familiarità, dei legami – i lacci, appunto – che ci tengono stretti nonostante tutto. Un romanzo a più voci che è un vero capolavoro, e che tutti dovrebbero leggere.
  • Cara Napoli (Lorenzo Marone): l'ultimo romanzo del partenopeo Lorenzo Marone è un inno d'amore a una città sfaccettata e in continuo cambiamento, dalle origini antichissime e dal destino incerto. Un libro che ha il merito di raccontare in modo diverso una città spesso stereotipata e narrata senza profondità di indagine.
  • I leoni di Sicilia (Stefania Auci): primo romanzo di tre, questo romanzo storico uscito nel 2019 ha piacevolmente colpito i lettori perché narra un pezzo di storia del nostro Paese in modo romanzato, aggiungendo pathos e sentimentalismi.
  • La storia (Elsa Morante): tra i romanzi storici che vale la pena leggere c'è anche uno dei più grandi capolavori di Elsa Morante. Tramite gli occhi, i gesti e le parole di Ida, il lettore apre una finestra sulla Roma e sull'Italia post bellica.
  • La noia (Alberto Moravia): Dino è un nobile romano che vive nella villa di famiglia assieme alla madre, costruendosi la sua carriera come pittore. Quando il rapporto con sua madre diventa troppo complicato da gestire, l'uomo decide di trasferirsi. Comincia, così, il suo inesorabile sfuggire alla noia.
  • Se questo è un uomo (Primo Levi): attraverso questa opera memorialistica, tocchiamo con mano l'esperienza dei campi di concentramento e la devastazione che ha provato nel cuore chi è riuscito a salvarsi fisicamente, ma ne è uscito con l'animo martoriato e tenta di ricucire le sue ferite esprimendo a parole il suo dolore.
  • Quer pasticciaccio brutto di via Merulana (Carlo Emilio Gadda): la quiete di un elegante seppur triste palazzo viene interrotta da un grave furto, al quale fa seguito un omicidio. Per risolvere il caso, viene chiamato il commissario Francesco Ingravallo, che procede nelle indagini facendo leva sulle sue intuizioni, sulla sua astuzia e sulla sua conoscenza della filosofia.
  • Una donna (Sibilla Aleramo): scritto all'inizio del Novecento, questo romanzo autobiografico racconta in maniera precisa la vita della donna e dei suoi rapporti con la figura maschile. Per la prima volta, l'autrice decide di pubblicare firmandosi con il suo vero nome.
  • Il deserto dei tartari (Dino Buzzati): il romanzo che ha consacrato Dino Buzzati come uno dei più grandi scrittori del Novecento racconta di Giovanni Drogo, sottotenente di istanza alla Fortezza Bastiani. L'uomo viene preparato ogni giorno a combattere l'incursione del nemico, che, però, non arriva mai.
  • Io uccido (Giorgio Faletti): più recente, ma già destinato ad entrare nella storia della letteratura, "Io uccido" è uno dei romanzi più famosi di Giorgio Faletti. Ambientato nel Principato di Monaco, il libro racconta di un serial killer che annuncia i suoi delitti con una telefonata ad un programma radiofonico notturno. Quello che sembrava essere uno scherzo di pessimo gusto, diventa uno scenario veramente inquietante.
  • Caffè amaro (Simonetta Agnello Hornby): concludiamo i consigli riguardanti i libri italiani che bisogna leggere almeno una volta nella vita con un libro che parla di amore, di apertura alla vita, di conoscenza di sé e di eros. Quello della Hornby è un libro che apre la mente e amplia gli orizzonti.

I 25 libri stranieri consigliati per il 2020

La bellezza di leggere un libro di un autore straniero sta nel fatto di scoprire nuovi mondi e culture senza muoversi dalla propria poltrona. Anche in questo caso, il mercato editoriale porta in libreria moltissimi titoli tra i quali è difficile orientarsi: ecco la nostra selezione di libri di narrativa straniera da leggere nel 2020.

L'eleganza del riccio (Muriel Barbery)

Un elegante palazzo parigino ricco di apparenze, una dodicenne, Paloma, dall'intelligenza straordinaria ma con pensieri suicidi, una portinaia, Reneè, che incarna appieno lo stereotipo ma in realtà è una formidabile autodidatta in incognito. L'arrivo di monsieur Ozu, un ricco giapponese, fa da motore a L'eleganza del riccio, questa bellissima storia di amicizia e confessioni, da cui è stato tratto l'omonimo film.

Patria (Fernando Aramburu)

Uno dei libri rivelazione del 2018 è stato Patria, un romanzo ambientato nei Paesi Baschi durante il periodo degli attacchi terroristici organizzati dall'ETA, il gruppo d'azione per l'indipendentismo basco. "Patria" racconta la storia di due famiglie, e due donne, in un piccolo paese; un'amicizia che sarà rovinata per sempre (o forse no?) da una morte violenta, dalle incomprensioni e dall'isolamento prima delle vittime, poi dei carnefici. Una storia meravigliosa e toccante, scritta con grazia ed efficacia.

Il racconto dell'ancella (Margaret Atwood)

Pubblicato in Italia da Ponte alle Grazie , da questo romanzo distopico di Margaret Atwood è tratta la serie tv disponibile su Tim Vision e che ha incollato agli schermi milioni di persone. Ambientato in un futuro distopico, in cui gli Stati Uniti sono governati da un regime totalitario a seguito di un enorme bombardamento atomico, e le poche donne in grado di procreare appartengono totalmente ai propri mariti, Il racconto dell'ancella è la storia di come l'autodeterminazione e il desiderio non possano essere governati neanche dal più autoritario dei regimi.

Le correzioni (Jonathan Franzen)

Una famiglia del Midwest, tre figli cresciuti a pane e restrizioni, il peso asfissiante delle regole, la vacuità delle convenzioni: di questo tratta Le correzioni. Jonathan Franzen, tra gli autori più interessanti di sempre, scrive un romanzo di formazione non solo per i componenti di questa famiglia, ma per tutta la cultura occidentale. Tra un padre padrone malato e vecchio, una madre lacerata tra la voglia di essere come tutti e il desiderio di trasgressione e una seconda generazione che fugge per non restare intrappolata – ma resta vittima di altri problemi – Le correzioni è un libro da leggere assolutamente.

Cecità (Josè Saramago)

Cecità è un romanzo illuminante e molto amaro. Siamo certi che gli esseri umani tendano alla bontà? Oppure non sono nient'altro che una versione avanzata degli animali, in grado di camminare su due gambe ma pronti a colpire appena l'altro mostra cenni di debolezza? Questo libro, da cui è stato tratto un film terribilmente crudo, racconta del diffondersi di un'epidemia di cecità che indebolisce la stragrande maggioranza degli uomini, non più in grado di vedere e badare a se stessi. Cosa faranno gli altri, quelli che ancora ci vedono? Li aiuteranno secondo morale e buonsenso, o ne approfitteranno per portare avanti soprusi e ogni genere di violenza? Un libro da leggere, almeno una volta.

Gli altri consigli di libri stranieri da leggere

  • Denti Bianchi (Zadie Smith): autrice metà africana e metà britannica, questo è il primo romanzo di Zadie Smith, che contiene già i temi tipici di tutta la sua poetica. Quella narrata in Denti bianchi è una storia lunga una vita, incentrata sull'amicizia Archie Jones, tipico proletario inglese, e Samad Iqbal, bengalese e musulmano, nella Londra degli anni Settanta. Un romanzo ampio e sfaccettato come solo le vite degne di essere raccontate sanno essere.
  • Norvegian Wood. Tokyo Blues (Haruki Murakami): Il più famoso autore nipponico in Occidente scrive un romanzo di formazione ambientato nel Giappone contemporaneo, tra le difficoltà della crescita, il confronto con gli altri, e ovviamente l'amore. Quanto costa fare un viaggio in Giappone?
  • Americanah (Chimamanda Ngozi Adichie): prima di andare in America Ifemelu, la protagonista di questo romanzo, non sapeva di essere nera, ma negli Stati Uniti scopre che la società è stratificata in base al colore della pelle. Tra le voci più importanti della letteratura africana e americana, Chimamanda Ngozi Adichie è un'autrice e saggista tutta da scoprire, a partire proprio da Americanah, il suo romanzo d'esordio.
  • Memorie di Adriano (Marguerite Yourcenar): l'autrice ci accompagna nell'animo sensibile e meraviglioso dell'imperatore Adriano, un uomo complesso che non rinuncia all'indagine del sè neanche quando diventa l'uomo più potente del mondo allora conosciuto. Una storia narrata tutta in prima persona, con uno stile che ricorda la prosa latina ma emoziona come il più contemporaneo dei romanzi.
  • Stoner (John Williams): la storia memorabile di una vita anonima e piatta, scritta nel 1965 ma ancora attuale, che ha trovato il successo internazionale dopo la morte dell'autore. La vita di Stoner è grigia, monotona, molto più simile alla nostra di quanto non siano le esistenze narrate nei grandi romanzi d'avventura. Eppure, in moltissimi hanno amato questo personaggio e la sua storia.
  • Follia (Patrick Mc Grath): che cos'è l'amor? In questo libro Patrick Mc Grath ci dimostra che l'amore è desiderio, irrazionalità, autodistruzione. In una parola: follia. La protagonista di questo romanzo insegue un amore impossibile verso un uomo rinchiuso in un manicomio per aver ammazzato la moglie. Un romanzo la cui intensità vi resterà nel cuore, non senza avervi provocato prima un sacco di fitte allo stomaco.
  • Invisible Monsters (Chuck Palahniuk): oltre a Fight Club, il suo successo più importante, vi consigliamo di leggere questo romanzo disturbante, che ha come protagonisti una modella sfigurata e un transessuale in procinto di cambiare definitivamente sesso, impegnati in un assurdo roadtrip per ammazzare l'ex della protagonista e la sua amante, probabilmente rei di averla sfigurata con un colpo di pistola alla mascella. Nulla è come sembra, ovviamente: e da Palahniuk non possiamo che aspettarci la più cruda e difficile delle verità.
  • Un'odissea. Un padre, un figlio e un'epopea (Daniel Mendelsohn): la vicenda di Odisseo come escamotage per dipanare i fili del rapporto tra l'autore e suo padre, durante un viaggio in barca sui luoghi dell'Odissea. Tra il memoir, il romanzo di formazione e un saggio sull'Odissea, questo libro merita di essere letto da giovani e adulti, ed è proposto da Mondadori in una raffinata edizione.
  • La casa degli spiriti (Isabel Allende): è il primo romanzo di Isabel Allende, diventato poi l'ultimo capitolo di una trilogia che comprende anche "La figlia della fortuna" e "Ritratto in seppia". L'autrice racconta la storia del Cile nel secondo dopoguerra attraverso le vicende dell'importante e ricca famiglia Trueba e soprattutto delle sue donne. Una storia che vi porterà in luoghi lontani.
  • Alta fedeltà (Nick Hornby): il romanzo più celebre di Nick Hornby è un inno alla musica, che evoca ricordi e stimola riflessioni. Rob Gordon, proprietario di un negozio di vinili in decadenza a Chicago, ricorda in compagnia dei suoi due dipendenti le sue antiche avventure sentimentale. Il tutto, come immaginabile, al ritmo incessante di musica.
  • Ogni cosa è illuminata (Jonathan Safran Foer): un tema non originalissimo – il viaggio alla ricerca della verità e delle proprie origini – diventa un capolavoro. Come è possibile? Perchè questo signore, che si chiama Jonathan Safran Foer, ha una capacità narrativa incredibile e assolutamente eccezionale. E merita di essere letto il prima possibile.
  • Educazione siberiana (Nicolai Lilin): tra madonne con le pistole, atti continui di violenza e disobbedienza civile, profonda solidarietà, voglia di rivalsa, l'autore racconta la storia della Transnistria, ex regione autoproclamatasi indipendente nel 1990 ma non riconosciuta da nessuno Stato.
  • L'ombra del vento (Carlos Ruiz Zafon): ambientato in una Barcellona in bilico tra meraviglie del modernismo e squallore del dopoguerra, la storia segue le vicende di Daniel, figlio di un modesto libraio che lo accompagna al Cimitero dei Libri Dimenticati e gli consegna un volume che cambierà per sempre il corso della sua vita.
  • Memorie di una geisha (Arthur Golden): nato successivamente a una lunga fase di studio e ricerca sul mondo delle geishe, il romanzo narra la vita di Sayuri, la più grande geisha di tutti i tempi, a partire dall'infanzia poverissima, passando per il rapimento, la formazione, fino ad arrivare al culmine della carriera.
  • La ragazza dai capelli strani (David Foster Wallace): uscito nel 1989, questo libro raccoglie alcuni racconti di David Foster Wallace, confermandolo come uno degli astri nascenti della letteratura postmoderna americana. La sua attenzione nei confronti delle ossessioni, delle nevrosi e dei tabù dell'Occidente è illuminante, e questa raccolta può rappresentare un ottimo punto di partenza per scoprire questo autore.
  • On the road (Jack Karouac): "Sulla strada" racconta di Sal Paradise e Dean Moriarty, due amici destinati a vivere sfidando la vita e le regole del vivere civile imposte dalla società borghese. Da questo famosissimo libro è stato tratto anche un film.
  • Chiedi alla polvere (John Fante): pubblicato per la prima volta nel 1939, questo libro è uno dei primi romanzi dello scrittore, riscoperto in Italia alla fine degli anni Ottanta, ed è il culmine della crescita personale di Arturo Baldini, personaggio alter ego dell'autore.
  • Il signore degli anelli (J. R. R. Tolkien): diviso in più tomi, il libro trasporta il lettore attraverso mondi sconosciuti, fantastici e pieni di pericoli, ma anche particolarmente avventurosi e divertenti. Questa saga è diventata uno dei capisaldi del genere fantasy.
  • Guida galattica per gli autostoppisti (Douglas Adams): a proposito di avventure e mondi inesplorati, non potete assolutamente perdervi nemmeno questo libro, in cui, con simpatia e semplicità, sono raccontate le avventure di Arthur Dent e Ford Prefect, il cui compito è quello di salvare un piccolo pianeta azzurro che sta per essere distrutto.
  • Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte (Mark Haddon): Christopher Boone ha quindici anni e soffre della sindrome di Asperger. Odia il marrone e vorrebbe scrivere un romanzo giallo: da quando ha scoperto il cadavere del cane della vicina, infatti, la sua passione per i misteri da risolvere è aumentata esponenzialmente.

Potrebbe interessarti anche: i 20+ migliori libri da regalare a un uomo

I 20 libri classici da leggere assolutamente nella vita

"Un classico è un libro che non smette mai di dire quel che ha da dire": così Italo Calvino, nel suo libro "Perchè leggere i classici", definisce questa particolare categoria di romanzi. Ecco una selezione di libri che mantengono una eccezionale potenza comunicativa anche a distanza di molti anni dalla loro pubblicazione, ed emozionano ancora. E per chi ha voglia di approfondire questo argomento, su Amazon c'è un'intera sezione dedicata ai classici con valutazioni e recensioni degli utenti.

Cent'anni di solitudine (Gabriel Garcìa Marquez)

"Aureliano Buendìa ricordò per sempre il giorno in cui suo padre lo portò a conoscere il ghiaccio": inizia così uno dei più bei romanzi mai scritti in assoluto, una storia che segue l'evoluzione della famiglia Buendìa lungo le sue sette generazioni, e contemporaneamente il cambiamento del contesto culturale, la cittadina di Macondo, in cui essa è immersa. Con la sua prosa eterea e delicata, in Cent'anni di solitudine Marquez ci accompagna per mano in un mondo reale e irreale allo stesso tempo, mescolando eventi realmente accaduti con elementi magici tipici della cultura sudamericana, e regalandoci una pietra miliare della letteratura mondiale, che è valsa al suo autore un Premio Nobel per la Letteratura.

Madame Bovary (Gustave Flaubert)

Pubblicato nel 1857, Madame Bovary fece scandalo: raccontava di una donna costantemente insoddisfatta nonostante un marito amorevole e una posizione sociale agiata. Grande lettrice di romanzi, Emma Bovary cerca nella realtà l'emozione e il brivido delle storie di fantasia, non riuscendo tuttavia a essere felice. Il capolavoro di Flaubert rappresenta il primo esempio di romanzo contemporaneo, in cui i personaggi possono potenzialmente avere tutto, ma non sanno cosa scegliere perchè nulla finisce per avere un reale valore. Un libro da leggere almeno una volta nella vita.

Orgoglio e pregiudizio (Jane Austen)

È strano pensare che una delle pietre miliari del romanzo moderno inglese sia rimasto per 15 anni chiuso in un cassetto, perchè Jane Austen non aveva trovato un editore disposto a pubblicarlo. Per nostra fortuna, nel 1813 Orgoglio e pregiudizio fu pubblicato in forma anonima e riscosse fin da subito un immenso successo, che ha tuttora. La storia è quella delle cinque sorelle Bennett e dei loro corteggiatori, ma è soprattutto la storia tra l'intelligente e capricciosa Elizabeth e il ricco e sprezzante Darcy. Riadattato più volte per il cinema e riproposto in numerose edizioni, è stato recentemente ripubblicato integralmente con le illustrazioni di Alice Pattullo.

Decameron (Giovanni Boccaccio)

Se non avete mai letto il Decameron di Giovanni Boccaccio, allora dovete assolutamente recuperare. Sette donne e tre uomini si trattengono per dieci giorni in una casa di campagna fuori le mura di Firenze, per sfuggire al contagio della peste nera. Per passare il tempo, ogni giorno si raccontano delle novelle. Questo libro è uno dei capisaldi della letteratura italiana ed è stato d'ispirazione a tanti altri autori, che ne hanno riproposto la struttura e la base narrativa.

Odissea

Quando si parla di classici, ovviamente, non si può non parlare dei capolavori di Omero. L'Odissea racconta la storia del grande eroe Odisseo e di ciò che accadde alla fine della guerra di Troia, di cui si narra nell'Iliade, altro grande capolavoro antico attribuito all'autore. Si tratta di un'opera che si studia a scuola, ma che è una lettura che andrebbe fatta a prescindere e in maniera completa e ordinata.

Gli altri consigli di grandi classici da leggere

  • Delitto e castigo (Fedor Dostoevskij): uno dei principali romanzi della letteratura russa, è l'opera più importante di Dostoevskij e quella che più rende evidente la sua visione del mondo. Un giovane in cerca di denaro finisce per uccidere una vecchia che presta soldi a usura: da questo punto parte la narrazione dei dilemmi interiori del protagonista, sempre attanagliato dalla paura costante di essere scoperto.
  • 1984 (George Orwell): una società totalitaria in un futuro distopico, dove ogni movimento, ogni parola è controllata dal Grande Fratello, che con i suoi teleschermi nelle case e nella città guarda costantemente tutto. Una storia da leggere e rileggere, e che non ha nulla da invidiare agli episodi più riusciti di Black Mirror.
  • Lolita (Vladmir Nabokov): il capolavoro di Vladmir Nabokov, autore russo che scrive in francese, è questo romanzo su un amore impossibile e sbagliato, che va contro le leggi della società e del buoncostume. Se letto senza pregiudizi e a mente aperta, è uno dei libri più belli che possiate incontrare sul vostro cammino di lettori.
  • Anna Karenina (Lev Tolstoj): "tutte le famiglie felici sono felici allo stesso modo, ogni famiglia infelice è infelice a modo suo". Non servono molte altre parole per consigliare Anna Karenina, tra le opere narrative più importanti di tutta la letteratura russa, un romanzo singolare e plurale che segue la disgregazione di una famiglia, ma anche lo sgretolamento di tutto il sistema sociale russo.
  • Le città invisibili (Italo Calvino): una conversazione tra Marco Polo e l'imperatore dei Tartari Kublai Khan, che chiede al viaggiatore di descrivergli le città del suo Impero. E' questo l'espediente letterario che serve a Calvino per narrare di città pazzesche e analizzare la città come unità di misura dell'uomo e del suo rapporto con gli altri.
  • Il vecchio e il mare (Ernest Hemingway): il rapporto con gli altri e con se stessi, la relazione con la natura, la lotta con un animale quasi mitologico da conquistare, la simbiosi con il circostante, le domande che ci facciamo per tutta la vita e a cui non troviamo una risposta che possa definirsi esatta. "Il vecchio e il mare" è un capolavoro che vi farà sentire l'odore e il sapore della salsedine dovunque voi siate.
  • Il cavaliere inesistente (Italo Calvino): nella Francia di Carlo Magno c'è un cavaliere formidabile, dalla potenza sovrumana e praticamente invincibile. Chi si nasconderà sotto quell'elmo? La risposta è: nessuno. Tra scudieri con tripla personalità, cavalieri erranti, fanciulle che si salvano da sole e momenti di lirismo eccezionale, questo romanzo di Italo Calvino merita di essere apprezzato e scoperto ancora oggi.
  • Il gattopardo (Giuseppe Tomasi di Lampedusa): questo è uno di quei romanzi che si crede essere molto pesante da leggere a causa del periodo storico – la fine dell'Ottocento – in cui è scritto e ambientato. Nulla di più falso: oltre a essere un gran bel romanzo realista, Il Gattopardo è scritto in maniera brillante, con una vena di ironia che percorre tutta la vicenda.
  • Cime tempestose (Emily Bronte): scritto nel 1857, si tratta di uno dei romanzi più esemplificativi della narrativa romantica d'oltremanica. Le sue atmosfere cupe e drammatiche, i personaggi vittima della loro insoddisfazione, la natura che urla prepotentemente la propria supremazia: Emily Bronte ha scritto un libro eccezionale, che è ancora oggi uno dei principali esempi di scrittura femminile "nera".
  • Guerra e pace (Lev Tolstoj): questo romanzo storico, scritto tra il 1863 e il 1869 e pubblicato per la prima volta tra il 1865 e il 1869 su una rivista Russkij Vestnik, riguarda la storia di due famiglie, i Bolkonskij e i Rostov, che si sviluppa e si intreccia tra le guerre napoleoniche, la campagna napoleonica in Russia del 1812 e la fondazione delle prime società segrete russe.
  • Il ritratto di Dorian Grey (Oscar Wilde): Dorian Grey, un giovane molto bello, ha paura di invecchiare e di sfiorire. Per questo, riesce ad ottenere, grazie ad un sortilegio, che ad invecchiare al suo posto sia un suo ritratto. Ovviamente, il tentativo di forzare le leggi della natura gli si ritorcerà contro.
  • La coscienza di Zeno (Italo Svevo): Zeno Cosini è un inetto, niente di più e niente di meno. Questo libro, caposaldo della lettura italiana, racconta dell'ineluttabilità del destino e di come tutto possa sfuggire al controllo fin troppo velocemente.
  • Le avventure di Pinocchio (Carlo Collodi): molti pensano che questo libro sia solo una favola per bambini, ma non è così. Dentro ci trovate insegnamenti e una grande morale. Inoltre, ad un'attenta analisi, può essere considerato uno dei testi più esemplificativi delle evoluzioni della lingua italiana.
  • L'insostenibile leggerezza dell'essere (Milan Kundera): Tomás ama Tereza, Tereza ama Tomás, Franz ama Sabina, Sabina ama Franz. Ma tutto è destinato a cambiare, come una leggera brezza di vento. Anche questo libro non può non essere letto almeno una volta.
  • Furore (John Steinbeck): narrando dell'odissea della famiglia Joad, sfrattata dalla sua casa e dalla sua terra e costretta a mettersi in marcia verso la California in condizioni pietose, attraversando la Route 66 insieme a migliaia di altri americani, si rivive la trasformazione di un'intera nazione.

Potrebbe interessarti anche: 30 libri da regalare a una donna

Le graphic novel da leggere e rileggere nel 2020

Considerato in passato un linguaggio dedicato esclusivamente ai più piccoli, negli ultimi anni il fumetto ha dato ampia dimostrazione delle sue capacità espressive, ospitando all'interno delle sue vignette storie di qualsiasi tipo, adatte anche a un pubblico adulto. Ecco una selezione di graphic novel necessarie, dalle quali è possibile partire per conoscere meglio questo linguaggio narrativo dalle infinite possibilità.

Poema a fumetti (Dino Buzzati)

Quando Dino Buzzati ha scritto Poema a fumetti, la parola "graphic novel" ancora non esisteva (e infatti il libro fu accolto abbastanza male nonostante Buzzati fosse già un autore affermato). I lettori contemporanei apprezzeranno invece questa storia, che è una versione moderna e molto interessante del mito di Orfeo ed Euridice.

Kobane Calling (Zerocalcare)

Un viaggio nel Kurdistan siriano per portare cibo e aiuto si trasforma in uno straordinario reportage a fumetti in cui Zerocalcare, all'anagrafe Michele Rech, racconta la sua esperienza lungo i tre viaggi affrontati nell'arco di un anno tra Turchia, Iraq e Siria. Lontano dalle zone di guerra "mainstream", il fumettista romano racconta la resistenza degli abitanti del Rojava, che reagiscono al fondamentalismo islamico con un modello di società egualitaria e anche più avanzata di molti modelli occidentali di civiltà. Kobane Calling è un libro che ha fatto luce sulla comunità del Rojava e sulla capitale, Kobane, che dà il nome al libro.

V for Vendetta (Alan Moore e David Lloyd)

Dalla mente di Alan Moore, il più grande autore di fumetti di tutti i tempi, arriva la storia pazzesca narrata in V for Vendetta, quella di una resistenza tenace a un regime fascista che trae nutrimento dalla cultura del terrore nell'Inghilterra dell'immediato futuro. La volontà, però, non può essere imbrigliata neanche dalle catene più resistenti. Da questo straordinario fumetto è stato tratto l'omonimo film, ma questo libro merita ugualmente di essere letto anche se avete già guardato la trasposizione cinematografica.

Mooncop (Tom Gauld)

La colonia lunare è in declino, la popolazione è in costante calo. Ma Mooncop il poliziotto lunare continua con le sue ronde quotidiane: una ragazzina da riportare a casa, una vecchietta in cerca del cane, l'automa di Neil Armstrong che vaga attorno al Museo della Luna. Divertente anche se malinconico, Mooncop. Poliziotto lunare rivela degli scorci della natura umana che a volta non si riesce a cogliere perché troppo palesi.

Trilogia Shakespeariana (Gianni De Luca)

In questo libro a fumetto di Gianni De Luca ritroviamo "La tempesta", "Amleto" e "Romeo e Giulietta", tre opere del grande autore William Shakespeare. La grandezza di queste rivisitazione sta nel modo in cui l'autore riesce a rappresentare il tempo e il suo scorrere, elementi fondamentali delle opere di riferimento, in cui lo sfondo scenografico e scarno e di poca importanza.

Gli altri consigli di graphic novel da leggere

  • Maus (Art Spiegelman): un grande classico del fumetto mondiale, che racconta la barbarie del nazismo grazie all'utilizzo di animali antropomorfi (i gatti sono i nazisti, i topi sono gli ebrei), ma che analizza anche e soprattutto le difficoltà della seconda generazione, quella dei figli di chi è scampato all'Olocausto. Come spiegare, come comunicare un capitolo nero della storia dell'umanità?
  • Blankets (Craig Thompson): se siete alla ricerca di una gran bella storia d'amore e formazione, siete nel posto giusto. Un grande classico moderno scritto e disegnato da Craig Thompson, che riscalda persino i posti più gelidi del nostro cuore grazie a una storia coinvolgente e commovente, che potrà tenervi compagnia nei primi mesi del 2020.
  • Gli ultimi giorni di Pompeo (Andrea Pazienza): tra i fumetti da leggere assolutamente non possono mancare quelli di Andrea Pazienza, la voce più originale del fumetto d'autore italiano nel secondo Novecento. "Gli ultimi giorni di Pompeo" è l'ultima opera dell'autore, nonchè il suo testamento letterario: vi si trovano i temi tipici della produzione di Pazienza, ma addolciti da una meravigliosa e terribile nostalgia.
  • 300 (Frank Miller): da questo fumetto di Frank Miller, l'autore di fumetti più rivoluzionario del secolo scorso, è stato tratto il celebre film che racconta la battaglia delle Termopili. Ma il fumetto è più bello e merita di essere riscoperto e letto, anche per conoscere meglio un autore che ha davvero rivoluzionato tutto.
  • Persepolis (Marjane Satrapi): un fumetto che tutti dovrebbero leggere, anche i non amanti del genere, perchè Persepolis è innanzitutto un prezioso documento sull'Iran e sulla rivoluzione islamica integralista che ha cambiato per sempre il volto del Paese. Considerato come il primo esempio di reportage a fumetti, leggere Persepolis è un dovere morale e civile: consideratelo un buono – e necessario – proposito per il 2020.
  • La terra dei figli (Gipi): il più raffinato autore di fumetti italiano torna in libreria con una storia ambientata in un mondo post-apocalittico, dove si è dimenticato tutto, l'ignoranza dilaga, e saper leggere è diventata una forma di potere. Se non conoscete ancora questo straordinario ed eclettico autore, vi consigliamo di rimediare al più presto.
  • I kill giants (Joe Kelly – Jm Ken Niimura): Barbara Thorson frequenta la quinta elementare, ha pochi amici, ama i giochi di ruolo e ha un grosso segreto: è la custode del martello incantato Coveleski, distruttore dei giganti. Tra la finzione della realtà e la realtà che anima anche la più improbabile delle finzioni, questa storia vi trasformerà, cambiandovi da dentro.

Saggi e biografie: la migliore saggistica da leggere nel 2020

La saggistica sta vivendo un nuovo periodo aureo, complice la volontà da parte dei lettori di farsi un'idea chiara sulla realtà. A questo genere infatti è dedicata una nuova sezione su Amazon, creata proprio per orientarsi meglio nella scelta grazie anche alle opinioni degli altri utenti.

Tra novità editoriali, biografie illuminante, testi antichi ma che hanno ancora tanto da dire, ecco la nostra selezione di saggi, biografie e reportage da leggere nel 2020.

21 lezioni per il XXI secolo (Yuval Noah Harari)

Un libro non può dare alle persone cibo o vestiti o strumenti concreti per destreggiarsi in un mondo sempre più complesso, ma può offrire loro delle informazioni, dei concetti utili a orientarsi meglio tra le proprie possibilità, permettendoci di fare la scelta giusta. Questo saggio, che spazia dalla politica alla cultura, dall'economia all'attualità alla pedagogia, vuole essere un vademecum per affrontare le nuove sfide della contemporaneità, mettendoci in condizione di comprendere il senso di determinati fenomeni, e di decidere con cognizione di causa da che parte stare.

Becoming. La mia storia (Michelle Obama)

Michelle Obama si racconta in un'autobiografia appena uscita in libreria, che in molti hanno tuttavia già letto e avuto modo di apprezzare. Dall'infanzia in una tipica famiglia della working class, passando per le borse di studio per le università più importanti, in cui spesso era l'unica donna nera in aula, in Becoming, Michelle Obama racconta con coraggio e sincerità la sua vita, non tralasciando nulla. Un libro da leggere per chi ha bisogno di credere che storie come quella di Michelle siano ancora possibili, o per chi è già una sua grande fan e vuole conoscere meglio la sua storia.

La finestra di Leopardi. Viaggio nelle case dei grandi scrittori italiani (Mauro Novelli)

La finestra di Leopardi è un libro di viaggio per parole e immagini attraverso le abitazioni private dei grandi della letteratura italiana, da Leopardi a Pasolini, da Foscolo a Pirandello e Manzoni. Mauro Novelli ci accompagna lungo questo percorso incrociando eventi privati delle vite degli scrittori, elementi tratti dalle loro opere letterarie e condizioni attuali di queste dimore, dalle ville nobiliari agli angusti appartamenti in città. Un libro da leggere per tutti gli appassionati di letteratura e per i curiosi in generale.

Open. La mia storia (Andre Agassi)

Il campione di tennis Andre Agassi racconta la storia della sua vita e l'importanza dello sport soprattutto nel quotidiano. Ma la sua non è una storia come le altre: lui il tennis lo aveva sempre odiato, non avrebbe mai voluto dedicargli la sua vita; eppure, il suo talento è troppo evidente anche a lui, per lasciarlo in un angolo e dimenticarsi della sua esistenza. Open, quindi, è la storia di un uomo in bilico tra la perfezione e l'autodistruzione.

  Gomorra (Roberto Saviano)

Ormai è un bestseller, ma se non lo avete ancora letto dovreste rimediare nel 2020. A bordo della sua Vespa, il Roberto Saviano del 2006 ha l'incoscienza di addentrarsi nei misteri della criminalità organizzata, e il coraggio di raccontare ciò che vede. Gomorra è un  libro-testimonianza, che gli è valso una vita sotto scorta. L'impatto di questo libro è stato tale che si è deciso di trarne anche una serie tv, il cui successo è stato immediato.

Gli altri consigli di saggi e biografie da leggere

  • L'arte della guerra (Sun Tzu): scritto nel VI secolo a.C., questo libro è il primo trattato di strategia di guerra, ma in realtà è un manuale che insegna come raggiungere un obiettivo. Utilizzato per spiegare modelli di business, obiettivi sportivi, percorsi motivazionali e artistici, tutti riescono a trovare in questo libro antichissimo qualcosa che parli di loro. Anche tu.
  • Pensieri lenti e veloci (Daniel Kahneman): come funziona il nostro cervello? Daniel Kahneman, che con questo libro ha vinto un Premio Nobel, ci spiega in che modo pensiamo, esprimiamo giudizi e prendiamo decisioni, mostrandoci quanto siano potenti – ed erronee – le prime impressioni.
  • Intelligenza emotiva (Daniel Goleman): un saggio che ha avuto un successo di vendite degno dei romanzi più popolari. Daniel Goleman si interroga su un tipo di capacità cognitiva che va aldilà dei quozienti intellettivi, e fornisce ai lettori delle risposte su come avere successo, nel lavoro come nelle relazioni, grazie a una caratteristica spesso dimenticata, ma fondamentale: l'empatia.
  • Attraversare i muri (Marina Abramovic): in concomitanza della grande personale dedicata a Marina Abramovic a Firenze, consigliamo questa autobiografia uscita nel 2016 per Bompiani. L'infanzia in un contesto fortemente politicizzato e oppressivo, la liberazione e l'inizio della carriera artistica, l'incontro con Ulay, l'epica separazione sulla Grande Muraglia Cinese: tutto quello che avreste voluto sapere sulla più importante artista e performer contemporanea.
  • Armi, acciaio e malattie. Breve storia del mondo negli ultimi tredicimila anni (Jared Diamond): perchè alcune aree del pianeta si sono sviluppate più di altre? Riportare la questione a fattori oggettivi aiuta a capire meglio la realtà, ma soprattutto è indispensabile per evitare il presunto suprematismo di una razza su un'altra, e guardare il tutto all'interno di un frame scientifico e antropologico.
  • Come un romanzo (Daniel Pennac): un delizioso saggio sul piacere della lettura, facile e veloce da leggere, con tanto di elencazione dei diritti del lettore, tra cui anche quello di non leggere. Perchè, come ci insegna Pennac, il verbo "leggere" ha qualcosa in comune con verbi come "amare" e "sognare": nessuno di loro ammette il dovere.
  • Il Vesuvio universale (Maria Pace Ottieri): un reportage intorno al Vesuvio, alla scoperta della popolazione che vive attorno a uno dei vulcani più pericolosi del mondo. Maria Pace Ottieri ci porta nella quotidianità di chi convive con il Vesuvio, lo teme e lo ama, mostrandoci la realtà di quei territori con rigore scientifico e spirito critico.

I migliori romanzi d'amore da leggere nel 2020

L'amore è il sentimento più bello di tutti, quello di cui si parla più spesso. Anche e soprattutto nei libri. Ecco, quindi, quali sono i romanzi romantici che non potete assolutamente non leggere se vi piace sognare ad occhi aperti e, perchè no, versare qualche lacrima.

Colpa delle stelle (John Green)

Il primo libro che proponiamo ai più romantici è Colpa delle stelle, di John Green. Hazel e Augustus sono due giovani adolescenti i cui destini si incrociano nel peggiore dei modi: entrambi combattono contro malattie terribili. La loro voglia di vivere è tanta, i due giovani ce la metteranno tutta per sopravvivere, spinti soprattutto dal sentimento che iniziano a provare l'uno per l'altra.

Quando l'amore nasce in libreria (Veronica Henry)

Se, oltre ad essere romantici, siete anche accaniti lettori, è il consiglio giusto per voi è sicuramente Quando l'amore nasce in libreria, ambientato nella suggestiva Oxford. Al centro della vicenda Emilia, che ha ereditato la libreria di famiglia e che, proprio grazie ai libri troverà la forza per risolvere un grande problema che potrebbe portare alla chiusura della libreria, ma anche la voglia di innamorarsi.

After (anna Todd)

Famosissimo tra i giovani, After è la storia di Tessa, una ragazza al primo anno di college la cui vita sembra già essere segnata in ogni suo aspetto. Anche la sua vita sentimentale è già decisa, Tessa ha al suo fianco il ragazzo che tutte vorrebbero. O almeno così crede, fino a quando non conosce Hardin, ragazzo ribelle e totalmente fuori dai suoi canoni che le ruberà le attenzioni e, forse, il, cuore.

Playlist. L'amore è imprevedibile (Jen Klein)

June, la protagonista di Playlist. L'amore è imprevedibile, pensa di sapere tutto. Ha 17 anni e sta per finire il liceo. Sa già cosa vuole dalla vita. E soprattutto sa che non sopporta Oliver, figlio di amici di famiglia con cui è costretta a trascorrere fin troppo tempo. Un giorno, durante un tragitto in macchina, i due cominceranno a sfidarsi a colpi di musica.

Tempi duri per i romantici (Tommaso Fusari)

Se volete leggere un libro che infonda il coraggio di scombinare i piani, quello che fa per voi è Tempi duri per i romantici, di Tommaso Fusari. Stefano ha 22 anni e una vita tranquilla: un lavoro, una casa in cui vivere da solo, dei buoni amici e una fidanzata amorevole. Eppure si sente insoddisfatto e incompleto. Perché? Sarà Alice ad aiutarlo a rispondere a questa domanda.

Il meglio di me (Nicholas Sparks)

Era il 1984 quando, Amanda e Dawson, ancora giovani, si conoscono. I loro vissuti non potrebbero essere più diversi, ma la voglia di amarsi consente loro di superare qualsiasi ostacolo. O quasi. Ad un certo punto, Dawson, decide di interrompere la loro relazione, con il solo scopo di proteggere la ragazza che ama da un destino quasi certamente orribile. Eppure la vita decide loro di dare una seconda opportunità. Con Il meglio di me, preparate i fazzoletti.

I passi dell'amore (Nicholas Sparks)

Dello stesso autore vi consigliamo anche I passi dell'amore. E, anche in questo caso, vi prepariamo: serviranno i fazzoletti. A narrare la storia è Landon Carter, un uomo ormai avanti con l'età che, perso nella sua solitudine, ricorda il suo passato e racconta la storia del suo unico grande amore, Jamie.

Orgoglio e pregiudizio (Jane Austen)

Tra i nostri consigli di lettura romantici non poteva assolutamente mancare Orgoglio e pregiudizio, il romanzo che racconta  la storia d'amore da tra la giovane Elizabeth e il tenebroso signor Darcy; sullo sfondo, l'Inghilterra del 1800. Una storia d'amore struggente, che fa sognare e trepidare e che, più volte, è stata portata sul grande e piccolo schermo.

Il grande Gatsby (F. S. Fitzgerald)

Un altro grande classico che non potete non aver letto è Il grande Gatsby, scritto da Francis Scott Fitzgerald. Tra luci, party, belle auto e vestiti da cocktail vive e si crogiola il misterioso Jay Gatsby, un giovanotto facoltoso di cui non si sa nulla. Affascinante e irriverente, il ragazzo sembra essere imperturbabile. C'è solo una cosa che lo fa vacillare: il suo amore per la bellissima Daisy, la donna che rincorre da tutta la vita.

Le affinità elettive (J. W. Goethe)

La carrellata dei grandi classici che parlano d'amore continua con Le affinità elettive. In questo romanzo che pone interrogativi, turba e sconvolge. Cosa vuol dire essere affini? Cosa spinge due anime a legarsi indissolubilmente? Sono queste le domande da cui parte l'autore, ma le risposte che si e ci dà non sono scontate come si potrebbe immaginare.

Anna Karenina (Lev Tostoji)

Grande caposaldo della letteratura russa, Anna Karenina racconta la storia di una rispettabile nobildonna di San Pietroburgo, moglie dell'ufficiale Karenin e madre amorevole del loro unico figlio. Da questo romanzo sono state tratte numerose trasposizioni cinematografiche.

L'amore ai tempi del colera (Gabriel Garcia Marquez)

Considerato uno dei più grandi capolavori di Marquez, L'amore ai tempi del colera racconta la storia di Fiorentino Ariza. L'uomo è rimasto innamorato della stessa donna per cinquantun anni, nove mesi e quattro giorni pur senza averla. Lei è Fermina Daza ed è la donna più bella dei Caraibi. Il finale è totalmente inaspettato.

Romeo e Giulietta (William Shakespeare)

La grande tragedia d'amore non ha bisogno di molte presentazioni. Se non avete ancora letto Romeo e Giulietta, dovete assolutamente recuperarlo. La grande rivalità tra i Montecchi e i Capuleti, due importanti famiglie di Verona, ostacola un grande amore. E quando l'amore non può essere coronato, il finale non può che essere tragico.

Il mio disastro sei tu (Jamie McGuaire)

Trevis ha 20 anni e non conosce l'amore. Ha conosciuto e fatto entrare nella sua vita tante donne, ma nessuna è durata più di una notte. Un giorno, però, conosce Abby Abernathy. Appena i suoi occhi incontrano quelli della ragazza, un brivido lungo la schiena lo avvisa del pericolo: lei non è come tutte le altre. E, in effetti, sarà lei a cambiargli la vita. Il mio disastro sei tu ha conquistato il cuore di tantissime giovani adolescenti.

I migliori libri da leggere nel 2020: le altre proposte

Le nostre proposte sono terminate, ma il numero di libri da poter leggere nel 2020 è praticamente infinito: oltre a quelli consigliati da noi, nella sezione dedicata ai libri su Amazon e sul sito di Hoepli potrete scoprire altre novità, romanzi, saggi e graphic novel. Se poi li trovate usati su Libraccio, tanto meglio.

Quello che leggiamo è ovviamente importante, ma ciò che conta davvero è imparare ad amare la lettura, vivendola non come un dovere da compiere, ma come una grande opportunità di trascorrere il tempo divertendosi ed emozionandosi. Non ci resta che augurarvi buona lettura in compagnia di grandi storie!