Un ristorante letterario che si apre al racconto delle tipicità italiane, in cui lo storytelling si trasferisce dai libri alla tavola, ma con l'idea di un legame bidirezionale. Non solo cibo, insomma, ma un vero e proprio viaggio culturale. È la proposta de "Gli esploratori", ristorante, enoteca e libreria promossa dalle edizioni e/o, l'editore di Elena Ferrante, Valérie Perrin e tanti altri titoli amati dai lettori italiani e non solo. Il ristorante letterario, specializzato in cucina regionale rivisitata, offre oltre 200 vini e ben 4mila titoli tra cui scegliere. Spiegano i promotori dell'iniziativa:

Per quarant'anni con le edizioni e/o abbiamo viaggiato nelle culture, abbattendo muri e costruendo ponti, e crediamo che ovunque nel mondo le radici della creazione culturale siano ben evidenti e vive nelle regioni, ossia in quelle entità territoriali che hanno conservato e sviluppato caratteristiche originali nel loro fecondo rapporto tra città e territorio. Ed è proprio da qui che vogliamo partire: con ‘Gli esploratori' vogliamo andare alla scoperta, regione per regione, dei caratteri specifici che ne definiscono la cultura, valorizzandoli. Per raccontare le similitudini e la personalità delle varie regioni d'Italia, d'Europa e del mondo, ci concentreremo sulla letteratura, sul vino e sul cibo. Sarà un viaggio straordinario.

Il primo evento è previsto per il 30 settembre alle 18.30, con l'autore toscano Sacha Naspini che presenterà con Claudio Ceciarelli il suo nuovo romanzo, Nives con degustazione di vini maremmani offerta dagli Esploratori.

Gli eventi letterari si alterneranno fra gli ospiti autori italiani e stranieri, protagonisti o testimoni della storia e della cultura delle regioni e dei Paesi esplorati raccontando la storia culturale, culinaria ed enologica del luogo. Ogni evento sarà accompagnato da una degustazione a tema.