L'Italia riparte dalla bellezza, in sicurezza. Ritornano, per la prima volta in epoca Covid-19, le Giornate Europee del Patrimonio 2020. Quest'anno l'iniziativa promossa dal MiBact nei luoghi statali della cultura nel nostro Paese è dedicata al tema dell’educazione. Così per il prossimo fine settimana del 26 e 27 settembre i musei, i parchi archeologici e i luoghi della cultura ospiteranno diversi laboratori e attività didattiche e, nella giornata di sabato 26 settembre, è prevista una apertura serale con il biglietto d’ingresso al costo simbolico di 1 euro, per una visita straordinaria nel rispetto delle misure di prevenzione dal rischio di infezione da Covid-19. Da Nord a Sud, ecco una selezione degli eventi, gli orari e tutte le informazioni per poter partecipare.

In Campania: da Ercolano a Velia per le Giornate Europee del Patrimonio

Scavi di Ercolano
in foto: Scavi di Ercolano

Il Parco Archeologico di Ercolano il 26 settembre effettua un’apertura straordinaria dalle ore 20.00 alle 24.00 con ingresso al costo di 1 euro (con commissione di prevendita pari a 0,50 cent.) con turni di visita dalle 20 alle 24 con partenze ogni 10 minuti, ultima partenza alle ore 23 (percorso di un’ora), per un massimo di 19 visite per ciascuna serata. I biglietti sono disponibili online su Ticketone.

Il Madre, Museo d’arte contemporanea della Regione Campania, Sabato 26 settembre il Museo osserverà un’apertura straordinaria serale dalle 19.30 alle 22.30, con ultimo ingresso alle ore 22.00, durante la quale il costo del biglietto sarà di 1 euro. L’accesso al Madre sarà consentito solo con prenotazione ad un massimo di 20 persone ogni ora.

Il Museo di Villa Pignatelli a Napoli organizza una visita guidata speciale alla scoperta degli appartamenti storici abitati dalla Principessa Rosina Pignatelli che nel 1952 la Principessa lasciò allo Stato. Si potrà vedere la Sala da ballo, la Veranda neoclassica e i salotti della Principessa: verde, azzurro, rosso e stile impero, accompagnati dalle note musicali di un violino, che farà rivivere le antiche atmosfere della Villa. Apertura speciale dalle 19,30 alle 22.30.

Il Parco Archeologico di Paestum e Velia effettuerà sabato 26 settembre 2020 l’apertura straordinaria delle due aree archeologiche e del Museo di Paestum dalle ore 19:30 alle ore 22:30 con biglietto di ingresso a € 1 acquistabile presso le biglietterie del Parco dalle ore 19:00 alle ore 22:00.

Roma: le Giornate Europee del Patrimonio 2020

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2020, nella Capitale, spicca alla Galleria Borghese un ampio programma di iniziative.  Sabato 26 settembre ci sarà un’apertura straordinaria serale con due turni di ingresso di 1,30 minuti (ore 19.00 – 20.30 e 20.30 – 22.00) al prezzo simbolico di 1 euro.

Giornate Europee Milano riparte dalla bellezza, in sicurezza

Visita guidata dedicata alle famiglie con bambini di età compresa tra i 5 e gli 11 anni al Museo del Duomo di Milano. “Lungh ‘me la Fabrica del Domm” è un modo di dire tipicamente meneghino per riferirsi a qualcosa di interminabile, proprio come la costruzione e il restauro del Duomo, iniziati nel 1386 e non ancora finiti. In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio ecco un avventuroso viaggio per scoprire i sei secoli di storia della Cattedrale, andando a caccia di particolari tra le sale del Museo. Biglietto di ingresso al Museo del Duomo € 3,00. La visita guidata è gratuita.

Tra le iniziative da segnalare, anche alla Biblioteca Braidense e alla Pinacoteca di Brera, e la visita autoguidata “Rappresentare il paesaggio” che invita ad esplorare il patrimonio culturale del nostro territorio, e a documentarlo con fotografie che arricchiranno l’Ecomuseo del Paesaggio di Parabiago. Da non mancare, per gli appassionati di scultura, la conferenza di Franco De Andreis, erede della storica fonderia, sulla tecnica della cera persa. Mentre fuori Milano, un’occasione unica è quella dell’apertura delle splendide Ville della Brianza, accessibili al pubblico per questa occasione.