hitler

Beppe Grillo come Adolf Hitler? Va di moda in questi giorni, specie tra alcuni militanti della sinistra radicale, affiancare la figura del comico genovese a quella del dittatore, prendendo in esame una presunta frase pronunciata da Hitler nel 1932:

“…i contadini, gli operai, i commercianti, la classe media, tutti sono testimoni… invece loro preferiscono non parlare di questi 13 anni passati, ma solo degli ultimi sei mesi… chi è il responsabile? Loro! I partiti! Per 13 anni hanno dimostrato cosa sono stati capaci di fare. Abbiamo una nazione economicamente distrutta, gli agricoltori rovinati, la classe media in ginocchio, le finanze agli sgoccioli, milioni di disoccupati.. sono loro i responsabili! Io vengo confuso.. oggi sono socialista, domani comunista, poi sindacalista, loro ci confondono, pensano che siamo come loro. Noi non siamo come loro! Loro sono morti, e vogliamo vederli tutti nella tomba! Io vedo questa sufficienza borghese nel giudicare il nostro movimento..mi hanno proposto un’alleanza. Così ragionano! Ancora non hanno capito di avere a che fare con un movimento completamente differente da un partito politico…noi resisteremo a qualsiasi pressione che ci venga fatta. E’ un movimento che non può essere fermato… non capiscono che questo movimento è tenuto insieme da una forza inarrestabile che non può essere distrutta..noi non siamo un partito, rappresentiamo l’intero popolo, un popolo nuovo…”.

Preso per buono, il discorso di Hitler rivelerebbe un agghiacciante parallelismo con quelli pronunciati negli ultimi mesi da Beppe Grillo nei suoi comizi. Eppure della trascrizione non vi era praticamente traccia qualche mese fa, a dimostrazione che è stata tirata fuori di recente per montare un caso inesistente. Il discorso di Hitler del 1932 si può invece trovare su Youtube, tradotto in inglese, ed è evidente come le frasi pronunciate dal Führer siano in realtà state molto differenti e quelle estrapolate nella "trascrizione" che gira in rete sia in realtà un'operazione di "taglia e cuci" del tutto decontestualizzata.

Per concludere: il Movimento 5 Stelle non è ovviamente immune dalle critiche, ma che lo si faccia lealmente e senza contraffare i documenti storici che si trovano in rete. Un po' di fact checking non farebbe mai male…