Covid 19
18 Novembre 2021
11:34

Veneto, boom di casi: oltre 1.600 nuovi contagi e 4 morti, stabili ricoveri e terapie intensive

Nelle ultime 24 ore in Veneto sono stati registrati 1.603 nuovi positivi al Sars-Cov2 e 4 morti; due nuovi ricoveri in area medica, stabile l’occupazione delle terapie intensive.
A cura di Davide Falcioni
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Ora anche il Veneto torna a tremare. Nelle ultime 24 ore è stato infatti registrati un nuovo picco di contagi quotidiani, con 1.603 nuovi positivi al Sars-Cov2 che portano il totale a 496.329 casi. Il bollettino regionale segnala anche 4 morti, con il totale dei decessi che raggiunge quota 11.892. L'incidenza dei casi su
117.123 tamponi effettuati ieri (20.538 molecolari e 96.585 rapidi) è dell'1,36%, in leggero calo sulle 24 ore precedenti. A livello provinciale il primato spetta a Padova, dove si sono registrati 495 nuove infezioni, seguita da Treviso con 308 casi. A Venezia i casi nelle ultime 24 ore sono stati 251, a Vicenza 233, mentre a Verona 186. A Belluno sono 59 i nuovi casi, a Rovigo 48. Grazie ai vaccini malgrado il continuo incremento dei contagi la situazione clinica resta piuttosto stabile, con 351 (+2) ricoveri in area non critica e 62, invariati, nelle terapie intensive.

La popolazione vaccinata in Veneto

Sono 3.713.924, pari all'82,8% della popolazione over 12, i cittadini veneti che hanno completato il ciclo di vaccinazione anti-Covid. Lo segnala il bollettino regionale. La percentuale sale all'85% se si considerano anche coloro che hanno almeno una dose e si sono prenotati per la seconda. Ieri sono state effettuate 17.211 somministrazioni, delle quali 12.148 erano terze dosi, per un utilizzo del 92,7% delle forniture. Sono 236.906 i residenti ad aver ricevuto la dose addizionale o booster, pari al 5,4% della popolazione vaccinabile. La fascia over 80 coperta con la terza dose è al 29,2%.

Zaia: "Restrizioni per i No Vax solo in zona gialla"

Nonostante l'aumento dei casi il presidente della Regione Veneto Luca Zaia si è detto contrario all'ipotesi di imporre il lockdown ai non vaccinati: "A me non risulta che neanche chi è vicino a me, parlavo anche questa mattina con Fedriga, mutui il modello austriaco. Fedriga ha detto che nel momento in cui ci saranno cambiamenti di zona dunque di colore si riconosca che i vaccinati non devono sottostare a quelle regole. La mia Regione – ha sottolineato il governatore – ha raggiunto 85% di veneti che hanno deciso di vaccinarsi o si sono già vaccinati. Nelle terapie intensive ho 67 persone. L’83% di queste persone sono non vaccinate. Ma per quale motivo abdichiamo al ruolo di informare i cittadini? Ci vuole una campagna istituzionale importante sulle vaccinazioni e contro le fake news. Se parla con ragazzo di 20 anni tra quelli che non si sono vaccinati, dirà 9 volte su 10: ‘Non mi sono vaccinato perché si diventa sterili’. Allora chiariamola sta roba, se è vero che si diventa sterili è bene dirlo a tutti, ma se è una fake news, e tale è, è bene che sia chiarita nell’interesse di chi ha paura".

31640 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni