9.091 CONDIVISIONI
Coronavirus
3 Maggio 2021
11:44

Vaccino Covid AstraZeneca anche agli under 60: la proposta del commissario Figliuolo

Il commissario straordinario per l’emergenza Covid, il generale Figliuolo, ha annunciato di star valutando di estendere l’uso del vaccino AstraZeneca anche agli under 60, nonostante la raccomandazione di uso preferenziale per la fascia d’età superiore ai 60 anni: “L’Ema dice che va bene per tutti. Ci sono effetti collaterali ma sono infinitesimali. Se non impieghiamo tutti i vaccini il ritmo della campagna non raggiunge gli obiettivi nei tempi prefigurati”.
A cura di Ida Artiaco
9.091 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Somministrare il vaccino anti Covid AstraZeneca anche agli under 60 per accelerare la campagna di vaccinazione. È questa la proposta avanzata dal commissario straordinario per l'emergenza Coronavirus, il generale Figliuolo, a Ministero della Salute e Aifa per immunizzare quanto prima la maggior parte della popolazione italiana nel corso dell'inaugurazione dell'hub vaccinale al polo acquatico a Roma. Il siero, realizzato dall'azienda anglo-svedese in collaborazione dall'Università di Oxford, è attualmente consigliato ai soggetti con più di 60 anni in seguito ai casi di trombosi sospette segnalate in tutta Europa. "I vaccini vanno impiegati tutti – ha sottolineato Figliuolo – Astrazeneca è consigliato a determinate classi ma l'Ema dice che va bene per tutti. Ci sono effetti collaterali ma sono infinitesimali. Se non impieghiamo tutti i vaccini il ritmo della campagna non raggiunge gli obiettivi nei tempi prefigurati". Ed ancora: "Dobbiamo credere nella scienza, è l'unico modo per uscire dalla pandemia. Progredendo nella campagna vaccinale abbiamo risultati, un calo dei contagi e una diminuzione delle vittime".

Entro giugno dovrebbero arrivare nel nostro Paese altri 10 milioni di dosi di vaccino AstraZeneca, così come ha annunciato questa mattina il presidente di Aifa, Giorgio Palù, i quali dunque potrebbero essere somministrati anche ai cittadini di età inferiore ai 60 anni. O almeno è quanto il generale Figliuolo ha dichiarato di star valutando. Il Ministero della Salute, con una circolare dello scorso 8 aprile firmata dal direttore della Prevenzione, Gianni Rezza, aveva infatti raccomandato l'uso preferenziale del vaccino anglo-svedese per gli over 60 pur ricordando che le dosi sono approvate a livello comunitario per tutta la popolazione al di sopra dei 18 anni. D'altronde, è specificato, chi ha già ricevuto una dose di Vaxzevria, riceverà anche il richiamo con lo stesso vaccino. La decisione è stata presa perché, si legge, è stata riscontrata un’associazione tra il vaccino AstraZeneca e "casi molto rari di tromboembolismi anche gravi, in sedi inusuali, associati a trombocitopenia". La maggior parte dei casi riguarda soggetti con meno di 60 anni e soprattutto donne, quasi sempre entro 14 giorni dalla somministrazione della prima dose del vaccino.

Il 23 aprile l'Ema è intervenuta di nuovo sul caso AstraZeneca. Secondo l'Agenzia del farmaci Ue, l’Ema, Vaxzevria, il vaccino anti Covid di AstraZeneca, "è efficace nel prevenire ricoveri, ricoveri in unità di terapia intensiva e decessi dovuti al Covid-19. Gli effetti collaterali più comuni sono generalmente lievi o moderati" e non c'è nessun rischio aumentato per età o genere. "I dati disponibili in tutta l'Ue non sono sufficienti per fornire ulteriore contesto sui benefici e sui rischi in relazione al sesso" e dunque per confermare o smentire la potenziale maggiore esposizione della donne ai casi di trombosi, si legge ancora nell'aggiornamento del parere dell'Ema sul vaccino AstraZeneca. "Gli effetti collaterali più gravi sono casi molto rari di coaguli di sangue insoliti con piastrine basse, che si stima si verifichino in una persona su 100.000 vaccinati. Le persone, se hanno sintomi, dovrebbero cercare assistenza medica", ha precisato l'Ema. Inoltre, "il rapporto rischi-benefici del vaccino di AstraZeneca rimane positivo per gli adulti in tutte le fasce d'età, ma i benefici della vaccinazione aumentano con l'aumentare dell'età e dei tassi di infezione".

9.091 CONDIVISIONI
26112 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni