4 Ottobre 2021
19:54

Un medico di Palermo è il primo al mondo nel trattamento del dolore da cancro

Il dottor Sebastiano Mercadente, direttore dell’unità di terapia del dolore della clinica La Maddalena di Palermo, è risultato il primo al mondo nella specialità “dolore da cancro”.
A cura di Davide Falcioni

Il dipartimento di Oncologia della clinica La Maddalena di Palermo ha ottenuto un importante riconoscimento internazionale: il dottor Sebastiano Mercadente, direttore dell'unità di terapia del dolore, appartiene al gruppo ristretto dei maggiori specialisti al mondo sul dolore oncologico degli ultimi dieci anni.

Lo rivelano i dati di ‘Expertscape', un'agenzia di rating che certifica il livello degli esperti in tutte le categorie della medicina. In particolare, lo specialista palermitano è risultato il primo al mondo nella specialità "dolore da cancro". La selezione è basata su un algoritmo di ‘PubMed', motore di ricerca e banca dati degli Stati Uniti, che prende in esame non tanto del numero delle pubblicazioni scientifiche, ma soprattutto la qualità dei lavori e dell'impatto sulla letteratura. Un importantissimo risultato per Sebastiano Mercadante, già insignito negli anni di altri riconoscimenti internazionali. Mercadante, inoltre, è membro della lista Top Italian Scientists, gruppo selezionato di autori italiani nel mondo col maggiore impatto sulla letteratura scientifica.

Nel dipartimento oncologico "La Maddalena", Mercadante ha istituito una struttura d'avanguardia dedicata ai pazienti oncologici acuti, per l'approccio precoce con le cure di supporto e del controllo del dolore, a cui recentemente si è affiancato un hospice per i malati in fase avanzata di malattia. "È un riconoscimento che non giunge inaspettato dopo questi lunghi, faticosi, ma meravigliosi anni di carriera – dice Mercadante – . La maggiore soddisfazione però risiede nel fatto che tutto ciò sia stato possibile a Palermo, da dove ho deciso vent'anni fa di non espatriare per altri lidi, attratto dalle sirene dei grossi centri all'estero. Infatti, l'apprezzamento che viene dai miei colleghi è dovuto alla realizzazione di un'attività clinica, scientifica e d'insegnamento ad una latitudine che generalmente non facilita il compito di uno studioso. Ringrazio i miei collaboratori per il lavoro svolto lontano dai riflettori", conclude.

Coetzee, medico che ha scoperto il primo caso di Omicron: "Solo sintomi lievi, nessun ricovero finora"
Coetzee, medico che ha scoperto il primo caso di Omicron: "Solo sintomi lievi, nessun ricovero finora"
Sesso con lui come terapia, decine di segnalazioni per il ginecologo di Bari: "Non le ho costrette"
Sesso con lui come terapia, decine di segnalazioni per il ginecologo di Bari: "Non le ho costrette"
Bugie sui vaccini Covid, cure fasulle e spaccio di green pass: nelle piazze dei medici no vax
Bugie sui vaccini Covid, cure fasulle e spaccio di green pass: nelle piazze dei medici no vax
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni