video suggerito
video suggerito
News su Andrea Papi, ucciso da un orso in Trentino

Andrea Papi ucciso da un orso: il Tar sospende l’ordinanza di abbattimento di Jj4

Il tribunale amministrativo regionale di Trento ha sospeso l’ordinanza di abbattimento di Jj4, l’orsa che aveva aggredito e ucciso il runner Andrea Papi.
A cura di Biagio Chiariello
45.360 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Il Tar di Trento ha sospeso l'ordinanza di abbattimento dell‘orsa ‘Jj4‘. Lo apprende l'AGI da fonti legali della Lega Anti Vivisezione (Lav Italia). Come riferisce la Lav, rappresentata dall'avvocato Linzola, il Tar ha accolto le motivazioni formulate dalla stessa Lega.

Nei confronti dell'orsa ‘Jj4' il governatore trentino Maurizio Fugatti aveva ordinato cattura ed abbattimento dopo l'aggressione mortale nei confronti del runner trentino Andrea Papi.

Un documento che integrava il provvedimento "contingibile e urgente" dell’8 aprile scorso, alla luce dei risultati genetici che hanno indicato l’esemplare femmina di 17 anni come l’autrice dell'attacco di Caldes al ragazzo 26enne.

Una misura alla quale si è chiaramente opposta la Lav: l’associazione italiana impegnata nella tutela degli animali ha infatti ufficializzato allo stesso Fugatti e al Ministro dell’Ambiente Gilberto Pichetto Fratin “la disponibilità a trasferire immediatamente ‘Jj4’ in un rifugio sicuro”. Proposta che è stata estesa anche a “Mj5”, l’altro esemplare che pochi mesi fa aveva aggredito due persone.

Anche la madre di Andrea si è indirettamente opposta all'abbattimento dell'orsa: "Ucciderla non me lo ridarà indietro" .

Come madre non posso accettare una morte così orribile, ma voglio chiarire una cosa: la colpa non è di mio figlio e neanche dell’orso. La colpa va ricercata nella cattiva gestione fatta da chi ha diretto, nel tempo, il progetto Life Ursus, che ormai è sfuggito di mano", le parole della donna.

Va detto che l'orsa Jj2, nota anche come Gaia, "nel 2020 Ji4 effettuato un attacco a due persone. Da allora sono iniziate le operazioni di monitoraggio, ma era con i cuccioli. Nel 2021 ha abbandonato i cuccioli molto presto; nel 2022 c'è stato un nuovo parto", ha spiegato è stato il direttore del distretto forestale di Malè in Trentino Fabio Angeli. In questo periodo che di solito i cuccioli lasciano la madre.

45.360 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views