Ancora sciacalli in azione in Italia dove, sfruttando l’allarme scatenato dai focolai del nuovo Coronavirus nel nostro Paese, malviventi cercano di truffare persone ignare per soldi. L’ultimo episodio segnalato arriva dall’Emilia Romagna e più precisamente dal bolognese dove ad essere stata truffata è stata una pensionata. L’espediente usato dai truffatori per avvicinare la donna e convincerla a consegnare loro del denaro è stato quello di dover disinfettare le banconote presenti in casa perché potenziale canale di diffusione del nuovo coronavirus. I malviventi si sono presentati a casa della donna spacciandosi per presunti funzionari pubblici convincendola che c’era un problema di possibile contagio in casa

Secondo il racconto della vittima, in particolare a bussare alla porta è stata una donna che si è spacciata per una non meglio precisata funzionaria pubblica. Probabilmente la truffatrice aveva dei complici in attesa e ha individuato la vittima con cura, in una zona non vicina al contagio ma in una regione come l’Emilia Romagna già toccata dal nuovo coronavirus. L’episodio è avvenuto nel primissimo pomeriggio di lunedì, verso le 13.30, alla periferia del capoluogo emiliano. La donna le ha fatto credere alla pensionata bolognese di 81 anni di dover sanificare le banconote e quindi si è fatta consegnare una somma di circa cinquecento euro prima di allontanarsi in tutta fretta. Solo a quel punto la vittima ha capito cosa fosse accaduto ma non ha potuto fare altro che chiamare i parenti e andare dalla polizia a denunciare l’accaduto

Protezione Civile : "Su coronavirus truffe in atto, fate attenzione"

Proprio nelle scorse ore il dipartimento nazionale di protezione civile aveva messo in guardia i cittadini su possibili truffe da parte di finti volontari che propongono test domiciliari sul Coronavirus. “Attenzione, le associazioni di volontariato ci stanno segnalando tentativi di truffa da parte di finti volontari che telefonicamente o porta a porta propongono test domiciliari sul Coronavirus. La Protezione Civile non ha dato disposizioni di questo tipo e invita tutti a prestare attenzione” recita un messaggio pubblicato sui canali social del Dipartimento.

Croce Rossa. "Non fidatevi di chi si presenta a domicilio per controlli su Coronavirus"

In precedenza era stata la Croce Rossa a segnalare possibili truffe legate al contagio da Coronavirus in Italia. “Ci viene segnalato che alcuni anziani hanno ricevuto strane telefonate del tipo “siamo della Croce Rossa le veniamo a casa a fare il tampone per il Coronavirus. Non fidatevi di chi si presenta a domicilio per controlli” ha avvertito la Croce rossa, ricordando: “Nel dubbio chiamate sempre le autorità per una verifica”.