Una serata di terrore per quattro ragazze torinesi, alcune delle quali minorenni. Il gruppo di amiche aveva deciso di uscire nella serata di lunedì 8 febbraio in piazza Carlo Felice a Torino. Erano le 21.15 circa quando sono state avvicinate da un uomo di 28 anni che prima le ha importunate con avances in strada e poi, nonostante l'amico che era con lui avesse tentato di fermarlo, ha aggredito una ragazza di 18 anni. Le ha tirato un braccio e poi, quando ha incontrato ancora resistenza, l'ha presa per i capelli. Così ha cercato di trascinarla via per violentarla mentre le palpava il seno.

Fortunatamente le sue amiche hanno prontamente reagito. Una delle tre, anche lei diciottenne, ha provato a dissuadere l'aggressore parlandogli in arabo. L'uomo, che la capiva, ha quindi iniziato a discutere con la giovane, permettendo così alla vittima di divincolarsi dalla presa. Le ragazze sono quindi scappate appena la 18enne è riuscita a ricongiungersi al gruppo.

La fuga e l'arresto

Il 28enne ha reagito con rabbia alla fuga, cercando prima di inseguirle e poi lanciando nella loro direzione una bottiglia di liquore estratta dallo zaino, colpendo alla schiena la più giovane del gruppo, una ragazzina di appena 15 anni. L'adolescente ha riportato fortunatamente solo una contusione, ma le quattro sono riuscite a scappare sane e salve. Una pattuglia del commissariato Barriera di Nizza è intervenuta subito dopo l'allarme e ha rintracciato il 28enne in poco tempo. L'uomo, che nel frattempo si era denudato e cercava di raggiungere le ragazze per continuare le sue molestie nei loro confronti, ha provato a resistere agli agenti, minacciando di picchiarli se si fossero avvicinati. Fortunatamente però è stato fermato prima che potesse fare del male a qualcuno: è stato arrestato per violenza sessuale aggravata e lesioni aggravate.