Gravissimo incidente nelle scorse ore a Torino dove una mamma si è gettata dal balcone della sua abitazione con la figlia di otto mesi in braccio per sfuggire a un improvviso incendio che ha colpito l’appartamento. L’episodio nella prima mattinata di oggi, venerdì 12 giugno, in via Rondissone, in zona Barriera di Milano. La mamma, una donna di origine senegalese di 34 anni, sarebbe stata sorpresa da un improvviso incendio che è divampato in casa. Vistasi bloccata e senza altre via di fuga, per sfuggire avrebbe preso la decisione di lanciarsi nel vuoto con la figlioletta in braccio.

Madre e figlia sono cadute sul marciapiede sottostante il balcone del loro appartamento al terzo piano dello stabile dove vivono e sono rimaste ferite gravemente. Dopo l’allarme lanciato dagli altri residenti della zona, le due sono state soccorse da un’ambulanza del 118 giunta tempestivamente sul posto e trasportate d’urgenza in ospedale mentre diverse squadre di vigili del fuoco, accorse poco dopo sul luogo dell'accaduto anche con un'autoscala, hanno provveduto a spegnere l’incendio.

In base alle prime informazioni, l'incendio sarebbe partito dall'ascensore, un vecchio impianto ancora in legno. La madre è stata ricoverata all'ospedale San Giovanni Bosco, la figlia di appena otto mesi al Maria Vittoria, da dove potrebbe però venire trasferita all'ospedale infantile Regina Margherita

Nell'incendio è rimasta intossicata anche una vicina di casa, una donna di 80 anni, anche lei presa in cura dai medici del 118 . Il fumo avrebbe invaso anche il suo appartamento ma fortunatamente senza conseguenze gravi. I pompieri hanno provveduto a far evacuare tutte le famiglie dallo stabile in attesta di ulteriori verifiche. Sul posto sono accorsi anche polizia e carabinieri che avranno ora il compito di accertare l'accaduto. Per consentire i soccorsi, la strada dove è avvenuto il fatto è stata interdetta al traffico e transennata.