400 chili di alimenti mal conservati e senza etichetta, tra cui: carne di maiale e bovino, diverse qualità di pesce, crostacei, gamberi, involtini primavera, ravioli ripieni, oltre sacchi per terra, sacchetti  di plastica della spesa senza etichette. È l’esito di un blitz degli agenti del commissariato Barriera Nizza e del reparto Prevenzione crimine avvenuto durante un controllo all’interno di un ristorante di via Nizza, nel centro di Torino. Oltre alla mancanza di etichettatura, gli alimenti erano tenuti in comuni buste della spesa o avvolti in pellicole trasparenti che presentavano ghiaccio sulla superficie. Sono stati scoperti anche vari sacchi di riso e di farina contaminati da insetti.

L'Asl che ha eseguito un sopralluogo insieme alla polizia e ha disposto la chiusura del locale fino a quando non sarà a norma. Il titolare dell’attività ristorativa, un cittadino cinese, è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria e il personale dell’ASL gli ha intimato l’immediata chiusura dell’attività fino al ripristino degli ambienti, oltre ad irrogargli una sanzione amministrativa di 2.000 euro. Complessivamente, nell’area di San Salvario sono state identificate 52 persone e controllati 3 esercizi commerciali. Anche il titolare di un panificio in via Corrado Corradini è stato sanzionato per 1000 euro a causa di irregolarità igienico-sanitarie.