Drammatico incidente sul lavoro questa mattina nella Bassa Reggiana. Un artigiano di 50 anni, residente in provincia di Modena, ha perso la vita cadendo dal tetto di un capannone. È successo stamattina poco dopo le 11 a San Giacomo di Guastalla, in provincia di Reggio Emilia, dove l'uomo – titolare di un'impresa edile individuale – stava svolgendo alcuni lavori di costruzione di uno stabilimento per conto della ditta reggiana Padana Tubi. Improvvisamente – per cause ancora in corso di accertamento da parte dei carabinieri di Guastalla e del personale della medicina di lavoro dell'Ausl locale – l'operaio è precipitato da un'altezza di circa dieci metri. Troppo gravi i traumi riportati. La salma del 50enne è a disposizione della Procura di Reggio Emilia che ha aperto un'inchiesta sull'incidente.

Jesi, operaio di 55 anni travolto da un carrello sui binari della ferrovia

Quella in Emilia è non è l'unica tragedia sul lavoro della giornata. A Jesi, infatti, un operaio di 55 anni ha perso la vita mentre effettuava dei lavori di manutenzione sui binari della ferrovia. Stando a una prima ricostruzione dell’accaduto, il cinquantacinquenne, per motivi ancora tutti da accertare, sarebbe stato investito da un carrello motorizzato usato per trasportare materiale edile lungo i binari. L’operaio era impegnato con i colleghi nei pressi del binario 4 della stazione ferroviaria che era chiuso al transito dei treni proprio per i lavori di rifacimento. All'incidente hanno assistito impotenti i colleghi del 55enne, che hanno immediatamente allertato i soccorsi. Nonostante il tempestivo intervento dei sanitari del 118 però non è stato possibile salvare la vita all’operaio che è stato dichiarato morto sul posto.