Ha tentato di soffocare la madre, tenendola sequestrata per oltre un'ora nella loro abitazione, a Ravenna. Poi, quando lo donna è riuscita a scappare rifugiandosi da una vicina, si è barricato in casa fino all'arrivo delle forze dell'ordine, a cui ha confessato di aver fatto un massiccio uso di cocaina. Per questo, un uomo di 41 anni è stato arrestato con le accuse di tentato omicidio della madre, maltrattamenti, sequestro di persona e resistenza a pubblico ufficiale. Ai militari avrebbe raccontato di aver scambiato la donna per un ladro: per questo l'ha stretta al collo da dietro, ha staccato il telefono e ha cercato di impedire alla sua vittima di fuggire.

La causa di ciò sarebbe stato proprio l'abuso di droga che l'uomo aveva fatto sin dalla sera precedente e che non lo aveva fatto dormire per ore. Dopo essere stato bloccato dai carabinieri, è stato trasportato in ospedale dove è stato ricoverato e si trova ora piantonato in stato di arresto. Al suo arrivo al Santa Maria delle Croci, era ancora talmente confuso che i medici sono stati costretti a somministrargli una dose di calmante. Per lui è già stata disposta anche una consulenza psichiatrica: alla luce di quella, sia gli inquirenti ma soprattutto i sanitari potranno definitivamente inquadrare il suo caso e agire di conseguenza. La madre, invece, non ha riportato ferite.