10.557 CONDIVISIONI
9 Novembre 2021
14:07

Pesaro: rivela di essere lesbica, genitori si appostano e la picchiano all’uscita dal lavoro

È quanto ha denunciato di aver subito una ragazza pesarese di 20 anni che ora si è rivolta alla polizia per querelare padre e madre, facendo così partire una indagine della Procura di Pesaro per il reato di maltrattamenti. Secondo il suo racconto i due genitori avrebbero iniziato a perseguitarla con insulti e minacce dopo il suo coming out.
A cura di Antonio Palma
10.557 CONDIVISIONI

Aggredita dai genitori e picchiata in strada all'uscita dal lavoro solo perché aveva osato rivelare loro di essere lesbica di avere una fidanzata. È quanto ha denunciato di aver subito una ragazza pesarese di 20 anni che ora si è rivolta alla polizia per querelare padre e madre, facendo così partire una indagine della Procura di Pesaro per il reato di maltrattamenti. Secondo il suo racconto i due genitori avrebbero iniziato a perseguitarla con insulti e minacce dopo il suo coming out ma sarebbero passati all’azione quando lei è andata via di casa per seguire la fidanzata. La coppia di genitori, composta dal padre 53enne e dalla madre 58enne, è stata accusata infatti di aver teso un agguato alla figlia all’uscita dal lavoro. L’episodio, che poi ha porto alla denuncia, risale allo scorso weekend.

Secondo quanto riferiscono oggi le pagine locali del Resto del Carlino, era sabato pomeriggio quando padre e madre hanno atteso la figlia fuori dal lavoro e quando la giovane ventenne è uscita ed è salita sull'auto della fidanzata che la attendeva, il padre l'ha raggiunta da dietro, prendendola per i capelli e trascinandola via dalla macchina, poi le ha sferrato due schiaffi mentre la madre la insultava. La 20enne è stata poi soccorsa dall'addetto di un hotel vicino, che l'ha accompagnata nella struttura. L'addetto ha raccontato al giornale di avere fatto entrare nell'hotel anche la ragazza rimasta in macchina e poi di aver cercato di mediare per un colloquio tra padre e figlia, che però è subito degenerato in un litigio, così come un ‘incontro' a distanza tra la ragazza e i genitori rimasti fuori dall'hotel. La situazione si è risolta solo quando alcuni amici sono venuti a prendere le due giovani che poi si sono rivolte alla polizia. La ragazza avrebbe parlato di maltrattamenti in casa anche prima che dicesse loro di essere lesbica e poi di  botte, pedinamenti e insulti dopo la rivelazione. Dal suo canto la ventenne ha rifiutato la possibilità di andare in una casa protetta dopo la denuncia formale e ha preferito rimanere presso amici.

10.557 CONDIVISIONI
Flash Mob per Gigi D'Agostino: "Capitano non mollare, torna presto in consolle"
Flash Mob per Gigi D'Agostino: "Capitano non mollare, torna presto in consolle"
781.834 di Gianluca Orru
Vercelli, trovato cadavere di una 35enne in un'auto nel canale: il compagno aveva denunciato scomparsa
Vercelli, trovato cadavere di una 35enne in un'auto nel canale: il compagno aveva denunciato scomparsa
In Messico due giornalisti uccisi in otto giorni: è il posto più pericoloso al mondo per i reporter
In Messico due giornalisti uccisi in otto giorni: è il posto più pericoloso al mondo per i reporter
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni