Una bambina di dieci anni si trova ricoverata da ieri nel reparto di rianimazione all'ospedale "di Cristina" di Palermo in gravi condizioni. La bambina è arrivata in ospedale, accompagnata dai genitori, in arresto cardiocircolatorio dovuto a un'asfissia prolungata. Secondo le prime ricostruzioni confermate dalla polizia, la ragazzina aveva partecipato a una "sfida social" estrema. Si sarebbe legata una cintura alla gola per partecipare su TikTok, uno dei social al momento più seguiti dagli adolescenti, a Black out challenge, una prova di soffocamento estremo. Quella pericolosissima prova si è trasformata però in tragedia. Il cuore della bambina si sarebbe fermato per alcuni interminabili minuti prima di ricominciare a battere grazie alle manovre rianimatorie eseguite dal personale sanitario. Al momento, le sue condizioni sono giudicate molto critiche. Secondo le primissime informazioni, tutto sarebbe accaduto la scorsa notte a Palermo. La bimba sarebbe stata trovata in bagno dai genitori. Sulla vicenda sono in corso indagini della polizia che ha sequestrato il cellulare della bambina.

La bambina portata dai genitori in ospedale

La sfida che la bambina avrebbe tentato su TikTok consiste nello stringersi una cintura attorno al collo e resistere il più possibile. La bambina palermitana, secondo le prime ricostruzioni, avrebbe seguito i vari passaggi prima di restare asfissiata, crollando per terra ormai senza forze. Quando i genitori della bambina si sono accorti di quanto stava accadendo l'avrebbero liberata dalla cintura e portata in ospedale. La direzione sanitaria è in contatto con le forze dell'ordine e con la magistratura che dovrà ricostruire la dinamica dell'incidente e chiarire i contorni della vicenda.

Il precedente di Igor Maj, 14enne morto a Milano

Un drammatico precedente risale al 2018, quando un ragazzino di 14 anni, Igor Maj, venne trovato morto asfissiato nella casa di famiglia a Milano. Igor aveva una corda da roccia stretta attorno al collo. Secondo la famiglia, il ragazzo aveva partecipato alla Black out challenge. Si tratta di un pericoloso fenomeno che negli States è noto da decenni e che consiste nello strangolarsi fino allo svenimento per asfissia, alla ricerca di emozioni estreme.